LNA: Al via la corsa al titolo rossocrociato

Sono scattati in settimana sia i Playoff sia i Playout della LNA Svizzera, con gran lotta al titolo numero 74 del massimo campionato rossocrociato di hockey; inizio subito in salita per gli ZSC Lions Zurigo, il miglior team nella regular season appena andata agli archivi sotto già di due contro il Berna così come il Davos, Ginevra e Lugano a scavare già un primo importantissimo break.

PLAYOFF LNA 2015/2016 Serie al meglio delle sette partite

1.ZSC LIONS ZURIGO-8.BERNA 0-2 (3-4so;1-2)
Inizio in irta salita per i fortissimi Lions di coach Mark Crawford, a perdere subito il vantaggio casalingo al cospetto dei mai domi orsi del Berna, (3-4, Bodenmann SO) ad espugnare l’Hallenstadion al sesto giro degli shootouts, dopo un match all’insegna dell’equilibrio sino al minuto 80; i continui prendi e riprendi dei due team, con i Lions ad impattare grazie all’ex Nhler Bergeron a replicare alla rete di Wiedmer sul finire del terzo, fanno la gioia dei quasi 11mila sul ghiaccio zurighese con Stepanek e Schlegel ad offrire solide prestazioni con entrambi i goalie ultimi bastioni anche nei tiri di rigore con Conacher e Bergeron a segno dei primi 5 tentativi per parte mentre Simon Bodenmann trova la realizzazione vincente (a secco Matthews) per il primo colpaccio in post-season firmato Lars Leuenberger.

Equilibrio ai massimi anche in Gara 2 di sabato che, nell’infuocata cornice della PostFinance Arena Capitolina (oltre 17000 spettatori!) va in scena un’altra splendida battaglia on-ice con gli orsi a spuntarla in rimonta 2-1, frutto delle reti di Randegger e Scherwey a replicare al vantaggio iniziale dei Lions (Nilsson) ripreso e superato a cavallo del secondo e terzo drittel; altra solidissma prestazione in gabbia di Stepanek (26sv) a chiudere la porta in faccia agli zurighesi per il 2-0 nella serie Berna, ultima a strappare il pass dei playoff.

2.DAVOS-7.KLOTEN FLYERS 2-0 (4-1;5-3)
Tutto secondo copione nelle prime uscite tra Davos e Kloten, col team del Guru Arno Del Curto a non lasciare scampo agli aviatori di coach Sean Simpson autori di uno splendido finale di RS; possesso ghiaccio e maggior controllo in ogni fase di gioco permettono ai grigionesi in Gara 1 di imprimere il loro gioco, costringendo i seppur volenterosi Flyers schiacciati spesso nel loro terzo (ben 36 parate di Boltshauser) con doppiette vincenti firmate da Setoguchi e Lindgren nel 4-1 servito alla Vaillant Arena col solo Praplan a rovinare un comodo shutouts a Genoni, poco impegnato (14sv); sul ghiaccio del Kloten in Gara 2, è sfida apertissima tra le due compagini con gli aviatori a dettar ritmo per buona parte della contesa, con continui ribaltamenti di fronti, ma cedoni sul finire del terzo centrale il momentum di partita ai grigionesi con Wieser (doppietta alla fine) a metter la freccia; il 5-3 finale è siglato da Picard in EN con titoli di coda a scorrere in sovrimpressione alla Swiss Arena.

3.GINEVRA SERVETTE-6.FRIBORGO GOTTERON 2-0 (3-1;4-3ot)
Fattore ghiaccio rispettato anche nella premiere tra Ginevra e Friborgo, con la scorbutica truppa di Chris McSorley a superare per 3-1 i dragoni di Gerd Zenhausern, frutto delle reti degli special team di D’Agostini (PP) e Kast (SH); in volata del terzo finale, Conz viene richiamato in panca con Lombardi a segnare l’EN; la rete sulla sirena di Sprunger nega al bravissimo Mayer (29sv) la gioia dello SO. In Gara 2 invece non riesce il Gotteron getta incredibilmente alle ortiche il pareggio della serie, coi burgundi avanti già di 3 al 21mo minuto nel segno del quebecois Pouliot (1+2); i granata son bravissimi ad aggrapparsi con le unghie ed i guantoni alla contesa tornando in gareggiata già al minuto 27 (Wick e Slater) a bucare la gabbia di Conz in meno di 2′. La remuntada ginevrina arriva nel drammatico finale di gara con Romy ad insaccare in situazione di inferiorità numerica. Agli ET si materializza la beffa con la rete di Jacquemet a completare l’incredibile impresa firmata dal Ginevra, ad espugnare il ghiaccio friborghese per 4-3 al minuto 74 .

4.ZUGO-5.LUGANO 0-2(1-2so;2-4)
Emozioni (e proteste) protratte sino l’indomani della prima tra Zugo e Lugano, con la dirigenza dei tori ad inoltrare formare ricordo alla Lega sullo shootouts irregolare realizzato da Pettersson nel terzo giro degli SO; come era lecito attendersi quindi, non cambiano le carte in tavola dopo il responso del ghiaccio, con il Lugano a strappare una importatissima vittoria frutto di tenacia e di un’ottimo Elvis Merzlikins autore di ben 50(!) interventi limitando ai massimi negli 80’ le scorribande dei fortissimi Bouchard, Holden e Martschini, al pari del collega Stephan (37sv) a cadere solamente su Bertaggia al 30mo, col pareggio servito in avvio del terzo tempo da Holden.
Spettacolo anche negli Et a risolversi solamente agli shootouts con le realizzazioni iniziali di Klasen e Pettersson impattate dai soliti Bouchard ed Holden mentre al sesto giro è nuovamente il folletto Klasen ad andare a referto dopo la parata di Merzi su Bouchard.
In Gara 2 andata in scena in una meravigliosa Resega piena in ogni ordine di posto (6746 spettatori!) il Lugano si impone per 4-2 nel segno di Tony Martensson (doppietta) ed Elvis Merzlikins (32sv)  cui rimandiamo il recap di sfida del nostro inviato.

PLAYOUT LNA 2015/2016
Losanna, Ambrì, Langnau e Biel si daranno battaglia per sei tornate nel mini-gironcino infernale dei playout, portando in dote i punti raggranellati nella stagione regolare con le ultime due classificate a scontrarsi per evitare di finire risucchiate nel vortice degli spareggi di LNA/LNB per un posto in A.

Risultati Playout delle prime due giornate
1.Losanna-Langnau 4-6

1.Biel-Ambrì 4-2
2.Langnau-Biel 2-3
2.Ambrì-Losanna 3-1
Dopo due tornate può già dormire sonni tranquilli l’Ambrì che, dopo lo stop in quel di Biel, supera per 3-1 alla Valascia il Losanna (Giroux, Grassi, Emmerton), prendendo il comando del mini-raggruppamento ad archiviare già la pratica ‘salvezza’ sin dal prossimo turno in caso di vittoria in casa del Langnau.

Classifica Playout
1.Ambrì 69
2.Losanna 67

3.Langnau 60
4.Biel 56