Broncos: attacco di alta qualità; resta Walters, arriva Hughesman

(da Broncos.it) – La SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan annuncia con grande soddisfazione che il centro canadese Jason Walters vestirà la maglia biancoblu per un’altra stagione e che è stata ingaggiata l’ala Adam Hughesman.
Il 29enne Jason Walters è stato prelevato dal Karlskrona nel campionato cadetto svedese a metà novembre e fin dalla prima partita ha saputo convincere sia per le sue eccellenti doti tecniche come anche nel ruolo di leader indiscusso sul ghiaccio e nello spogliatoio. Con 23 reti e 25 assists in soli 28 incontri disputati per i Broncos, “Wally” ha conquistato il cuore dei tifosi della Wipptal ed era il perno centrale dell’attacco biancoblu in tutte le situazioni. Con 17 punti nel powerplay (6+11), 7 punti in penalty killing (6+1), una percentuale di successo di quasi 67 % al punto d’ingaggio e la migliore statistica +/- a partita, la sua importanza per i Broncos è rispecchiata anche dalle cosidette “categorie secondare” della statistica.

Quando si è presentata l’occasione di poter contare fin dall’inizio della stagione sul suo atteggiamento professionale, l’impeccabile forma fisica e le indiscusse qualità da leader, la direzione sportiva non ha esitato, visto anche l’interesse manifestato da altri club die Serie A e di DEL2.

Dopo l’addio di Jordan Owens, al suo fianco ci sarà il 24enne canadese Adam Hughesman. L’ala alta 180 cm per 88 kg di peso, proveniente da Winnipeg (Manitoba), iniziò la sua carriera nel prestigioso campionato della Western Hockey League con la maglia dei Tri-City Americans, dove nella sua stagione finale mise a segno nientemeno che 59 reti e 76 assists in 87 partite e venne scelto a far parte della seconda All-Star-Team della Western Conference. In 410 partite nel campionato junior collezionò 403 punti e 260 minuti di penalità. Nel 2008 venne addirittura convocato dalla selezione under 17 del Western Canada, con la quale vinse la medaglia di Bronzo alla World Under-17 Hockey Challenge, segnando due reti e tre assists in sei partite.
Dall’inizio della sua carriera professionistica, Hughesman è migliorato notevolmente in ciascuna delle tre stagioni disputate in ECHL, dove con i Las Vegas Wranglers segnò 31 e 45 punti prima di aggiungere 23 reti, 44 assists e 67 punti in 69 partite della scorsa stagione, giocata con la maglia dei Reading Royals. Anche la sua statistica +/- ha fatto un balzo da -7 e -26 a +10, ed il suo cammino non è rimasto inosservato in AHL. A gennaio è stato prestato alla formazione AHL dei Manchester Monarchs, con i quali in tre partite ha segnato una rete e da diversi osservatori è stato giudicato come “calibro AHL”.
Hughesman è difficile da separare dal disco ed un giocatore molto intelligente che lavora duramente e non trascura i suoi compiti in difesa. Grazie al suo tiro fortissimo e preciso, l’ala di stecca sinistra è un’autentica arma in powerplay e da compagni ed allenatori viene descritto come carattere molto positivo ed autentico leader.
Il commento di Adam sul trasferimento dall’altra parte dell’Atlantico: “Volevo accettare la sfida di giocare olteoceano. Dopo esser stato contattato dai Broncos, ho parlato con Bruno Zarrillo, il quale è amico di famiglia, e lui mi ha parlato bene dei Broncos e della loro reputazione. Ho anche avuto l’occasione di parlare a lungo con Clayton Beddoes e Jason Walters, e ciò che mi hanno raccontato della città, della società e della filosofia del club, mi è piaciuto moltissimo. Non vedo l’ora di affrontare questa sfida e di giocare per i tifosi dei Broncos”.