Preview – Playoff: Semifinale Gara 2

Una vittoria interna ed una esterna, questo il verdetto di Gara1. Asiago supera il Milano dopo essere passato in svantaggio, Renon ha la meglio sul Val Pusteria al termine degli shootout proseguiti ad oltranza. Piste invertite per Gara2: Milano torna all’Agorà per aggiustare la serie, la Ritten Arena si appresta a ricevere i suoi Buam e i Lupi pusteresi.

milano-asiagoHockey Milano Rossoblu – Asiago Hockey 1935
Stadio Agorà di Milano – ore 20:30
Arbitri: Andrea Benvegnù, Michele Gastaldelli; Matthias Cristeli, Federico Pace
L’Asiago ha fatto sua gara1, meritatamente. Recuperando i due gol di svantaggio e facendo sua la pista per buona parte del match, l’Asiago conquista la prima gara mettendo a tacere le tante voci che lo davano in debito d’ossigeno e confusionario dopo la sofferta serie contro l’Appiano. E’ vero, contro i Pirati si è vista molta fatica, che sembra però in buona parte scomparsa dopo il match di Gara1, contro un Milano combattivo e determinato nel proseguire al meglio il suo ottimo campionato. I vicentini sono stati superiori nel gioco, e il computo dei tiri lo dimostra. Per il Milano è arrivato l’affanno dopo i due gol di vantaggio, notando l’avversario che si prendeva tutto il ghiaccio per dimostrarsi superiore dei Rossoblu rispettando i numeri sulla carta. Per il Milano ora è il momento di gara2, con il pubblico caloroso dalla propria parte. Un’occasione per pareggiare la serie, in un fortino dove l’Asiago ha già avuto difficoltà (sconfitta per 2-1 nell’ultima confronto del Master Round e teatro dell’eliminazione dalla coppa Italia). I Rossoblu si trovano però costretti a verificare le condizioni del difensore Murray dopo la discata allo zigomo, colpo che potrebbe allungare l’infermeria del Milano, dove già siedono Gron e Latin. Nell’Asiago rientrano A. Strazzabosco e Munari, precedentemente impegnati con l’U20, mentre sono ancora out Magnabosco per infortunio e DeVergilio per squalifica, con Stevan incerto dopo una carica subita in gara1. Il Milano, col suo “hockey alla svedese”, come l’ha definito il coach avversario John Parco prima dell’inizio delle semifinali, riuscirà a pareggiare la serie? O l’Asiago sarà abbastanza combattivo da portarsi sul 2-0? Face-off iniziale alle 20:30, diretta su RaiSport2 dalle 20:25.
Gara1: Asiago – Milano 5-2

renon-pusteriaRittner Buam – HC Val Pusteria Lupi 
Arena Ritten di Collalbo –ore 20:30
Arbitri: Luca Cassol, Claudio Pianezze; Cristiano Biacoli, Luca Zatta
Le due altoatesine, che assicureranno la presenza di un’equipe dell’Alto Adige nelle finali, dovranno lottare sino all’ultimo. Il 2-2 maturato sino al termine dell’overtime dimostra che gli equilibri sono stabili tra due squadre che ormai hanno preso l’abitudine a confrontarsi quando la posta in palio è alta. Per i Lupi però, Rittner Buam sta diventando sinonimo di anatema. Anche in Gara1 il Renon ha avuto la meglio, vincendo ai rigori al Lungo Rienza e facendo momentaneamente saltare il fattore ghiaccio. Si ricordi però la finale dello scorso anno: la squadra ospite espugnava la pista, sino a quella gara6 alla Ritten Arena che sancì la vittoria finale degli uomini, a quel tempo, di Rob Wilson. Ora, il Renon targato Raymond ha già un trofeo in bacheca, la Coppa Italia, ma davanti a sé ha anche un avversario ostico, aggressivo e capace di creare molto nel corso del match. Che il Renon abbia forse una marcia in più è possibile, ma non scontato. La serie si preannuncia interessante, e i Lupi vogliono dimostrare che non hanno paura di chi ultimamente ha saputo superarli a più riprese. L’altopiano si prepara per gara2. Tra i Buam ancora assenti Ploner e Scelfo, con decisione obbligata di uno straniero in tibuna (in gara1 è toccato a Di Benedetto), nel Val Pusteria mancano a referto Erlacher e Pichler.
Gara1: Val Pusteria – Rittner Buam 2-3 so