Il 60° Minuto: Bene così Nashville, Montréal e Calgary

Doppio appuntamento in NHL particolarmente vario ad iniziare dalla prima posizione in vetta alla Lega di Nashville figlia delle ottime prestazioni del fenomenale rookie Filip Forsberg, dallo sweep consegnato dagli Habs ai rivali bostoniani per poi chiudere con la rivelazione Calgary, giunta sino in seconda piazza nella Pacific Division.

Domenica 8 Gennaio
Giornata per palati sopraffini quella di Domenica in NHL ad iniziare dallo sweep  di RS servito da Montréal contro gli arci-rivali storici di Boston a trovare la quarta vittoria stagione in altrettante uscite contro i Bruins in stagione, piegati al TD Garden per 3-1 (1+1 Pacioretty) con i rispettivi mirabolanti goalie protagonisti della sfida con Price (34sv!) alla 208ma W con la gloriosa maglia dei Canadiens (quarto portiere più vincente di tutti i tempi al pari di Bill Durnan) ad aver la meglio sul collega Rask fermo a sole 31 con rete sicurezza degli Habs arrivata in EN; solo panca per il fratellino minore di PK Subban (Malcolm) e rispedito nuovamente in AHL per il rientrante Svedberg.

Chiudono in pareggio le newyorkesi con gli Islanders a trovare il sorriso contro la cenerentola Buffalo (3-2,0+2 Hamonic) con i Sabres rientrati (stranamente) in partita nel terzo centrale nonostante le sole 10(!) conclusioni verso lo slot di Halak in 60’; una magia di Ales Hemsky in OT consegna a Dallas il sorriso al Madison Square Garden di NY contro i Rangers (privi del portierone Lundqvist per almeno un mesetto) piegata dai texani sul 3-2 con Jason Spezza protagonista assoluto con 1+2.
Saldo neutro anche per le franchigie della Florida con i ‘Cats piegati agli SO da Nashville, brava a rimontare dal doppio passivo nell’ultima frazione, per poi metter la freccia col rookie delle meraviglie Forsberg a consegnare in pregevolezza la prima piazza della Lega per la truppa di Laviolette approfittando dello scivolone di Anaheim piegata @ Tampa per 5-3 (doppio Boyle, 1+2 Filppula) nonostante la 200ma rete messa in carriera da Capitan Getzlaf, al rientro dopo 2 giornate ai box.
Non basta la 33ma rete stagionale di Ovechkin alla causa Capitals (solamente 14 conclusioni in porta!) fermati in casa da Phila vittoriosa per 3-1 (0+2 Giroux) nonostante lo strano infortunio rimediato da Steve Mason a metà partita durante il time-out di Washington (stiramento?).
Solamente due uscite all’Ovest con Chicago a trovare in quel di St.Louis il sorriso per 4-2 con doppio Marian Hossa mentre Winnipeg arresta la propria sequela di KO consecutivi a 6 nel successo interno per 5-3 contro Colorado con Perreault e Byfuglien protagonisti assoluti con 1+2.

Risultati di Domenica 8
Boston-Montréal 1-3
Buffalo-NY Islanders 2-3
NY Rangers-Dallas 2-3ot
Florida-Nashville 2-3so
Tampa Bay-Anaheim 5-3
Washington-Philadelphia 1-3
Winnipeg-Colorado 5-3
St.Louis-Chicago 2-4

Trade nostalgico nel mezzo dei due turni in NHL col ritorno a casa allo Shark Tank dell’ormai 39enne goalie Evgeni Nabokov dai Bolts (per future considerazioni) nella sua San Jose dove ha militato per 14 splendide stagioni a difesa dello slot degli squali, cui seguirà mercoledì in conferenza stampa verosimilmente l’annuncio del ritiro dello storico portierone Kazako dalle platee mondiali.

Lunedì 9
Solamente 5 uscite in Nordamerica con fattore ghiaccio casalingo quasi sempre sovvertito ad iniziare da Newark gli Edmonton Oilers a ricordarsi come si vince superando i Devils, senza troppe fatiche, con solamente 14 tiri verso Scrivens nel 2-1 dei petrolieri con rete vincente della meteora Yakupov in PP a metà partita; la 1000ma partita di Scott Hartnell nella Lega viene rovinata dai LA Kings corsari sul ghiaccio di Columbus per 4-3 con Carter e King autori entrambi di 1+1 con l’ex giocatore dei Flyers a referto nel suo personalissimo milestone-match.
Minnesota a trazione Dubnyk (22sv) continua a vincere sbarazzandosi senza troppi patemi di Vancouver piegata per 5-3 (Koivu 0+3) con sfida (e Ryan Miller) andata in archivio ancor prima della metà partita con i Wild doppiamente a rete al minuto 27; mille e più emozioni in quel di Chicago con i Blackhawks fermati dal ritorno in auge del veterano Mike Smith di Arizona autore di ben 36 interventi, di cui uno al limite dell’impossibile in OT con puck fuori dalla linea di rete per questione di millimetri (e negata dopo il replay video) con i Coyote del deserto ad espugnare lo United Center per 3-2 agli SO nonostante la seconda doppietta consecutiva dell’eterno ragazzino Marian Hossa.
Doppia vittoria invece per Calgary in quel di San Josè con i ragazzi del Mago Hartley a vincere per 4-1 (1+1 Bouma) merito dell’ottima prestazione in gabbia di Hiller (33 interventi) ed a scavalcare proprio al secondo posto della Pacific Division gli squali californiani.

Risultati di Lunedì 9
New Jersey-Edmonton 1-2
Columbus-Los Angeles 3-4
San Jose-Calgary 1-4
Minnesota-Vancouver 5-3
Chicago-Arizona 2-3so