Preview – 12ª giornata Regular Season

Il girone d’andata si è concluso appena due giorni fa, ma nel rush prima della pausa le squadre di Serie A Itas Cup scendono in pista anche martedì dando così il via al girone di ritorno di Regular Season, con una classifica che sorprende, viziata però dalle due partite in più di Renon, e dalla gara in più di Milano e Vipiteno (entrambe contro i Buam). Il calendario non si riavvolge, bensì va a ritroso, di conseguenza si riparte con le sfide di sabato a piste invertite.


fassa-milanoSHC Fassa – Hockey Milano Rossoblu
Stadio G.Scola di Alba di Canazei – ore 19:30

Arbitri: Claudio Ferrini, Luca Marri; Christian Cristeli, Marco Mori
Come nella giornata di sabato, la serata di hockey comincia con la sfida tra Fassa e Milano, terminata con la vittoria dei Rossoblu dopo una gara pirotecnica nei minuti finali. Il Milano ha così colto il settimo risultato utile consecutivo salendo momentaneamente ad un incredibile secondo posto, dichiarandosi ufficialmente come una sorpresa del torneo sino ad ora. La gara casalinga contro il Fassa è stata una sfida di sudore, perchè i ladini hanno venduto cara la pelle, perdendo a testa alta e con Tillanen uscito dolorante. Scola ha fatto quanto poteva. Nel Milano Lutz sconta l’ultima giornata di squalfiica e Terzago è ancora assente. Nel Fassa sempre assenti Chelodi, Casagranda, mentre sono da verificare le condizioni di Tillanen. Face-off alle 19:30, come da copione allo Scola di Alba di Canazei.
asiago-valpelliceSupermercati Migross Asiago – HC Valpellice Bodino Engineering
Stadio Odegar di Asiago – ore 20:30
Arbitri: Andrea Benvegnù, Michele Gastaldelli; Nicola Basso, Tommaso Facchin
Come il Milano, anche la Valpe attraversa un ottimo stato di forma, ed ha subito spazzato via la sconfitta in Val di Fassa prendendosi gioco dell’Asiago, impresa difficile a chiunque. Il 6-0 ottenuto al Cotta Morandini è un risultato eclatante che dimostra l’efficacia dei meccanismi di Pyle e mette a nudo i limiti di un Asiago che pochi giorni fa avevamo definito come la squadra più temibile del torneo. Forse i vicentini hanno subìto collettivamente lo shock dell’infortunio a Strazzabosco, o forse la Valpe è stata troppo determinata per dare spazi anche alla manovra degli Stellati. Per l’Asiago, disunitosi minimamente nelle ultime due gare, è già tempo di rivincita e di riprendere subito la corsa per il primo posto. Nella Valpe assente solo Nicoletti, nell’Asiago qualcuno in più: Michele Strazzabosco, Andrea Strazzabosco, Tessari e Mattivi.
pusteria-vipitenoHC Val Pusteria Lupi – SSI Vipiteno Weihenstephan
Stadio Lungo Rienza di Brunico – ore 20:30
Arbitri: Glauco Colcuc, Claudio Pianezze; Fabrizio De Toni, Omar Piniè
Alla Weihenstephan Arena è andato di scena il derby che non ti aspetti. Il Vipiteno regge l’invasione dei supporter gialloneri e regalando il primo shutout a Puurula, con una difesa scricchiolante, supera per 1-0 il favorito Val Pusteria. Broncos purtroppo esclusi dalla Coppa Italia a causa della classifica avulsa. Questo il verdetto del derby d’andata, e ora si aspetta il pronto ritorno alla Leitner Solar Arena, dove il Lupi chiamano vendetta. Il Vipiteno spera di rimettere in pista la prova concreta di sabato sera, mentre il Val Pusteria cercherà di tornare all’ottimo gioco che ha battuto l’Asiago in casa. Non si registrano defezioni per i Lupi, nel Vipiteno invece dramma Hackhofer: rottura dei legamenti crociati del ginocchio e stagione finita per il talentuoso difensore, che resterà fermo da sei a nove mesi.
caldaro-renonSV Caldaro Rothoblaas – Rittner Buam
Raiffeisen Arena di Caldaro – ore 20:30
Arbitri: Marco Bagozza Thomas Gasser; Maurizio Lorengo, Claus Unterweger
Il Renon nella scorsa gara ha ritrovato la vittoria alla Ritten Arena, ma ha anche visto un Caldaro in netta crescita, rinvigorito dalla presenza di Doug Janik e capace di lottare contro i campioni d’Italia, perdendo solo di una lunghezza. L’ultimo posto non giova ai Lucci, che forse meriterebbero di più seppur manchino di concretezza. Alla Raffaisen Arena sarà una sfida interessante, con gli ospiti favoriti e i padroni di casa motivati a migliorare come successo nelle ultime due partite, dove hanno creato problemi alla difesa milanese e dell’altopiano. Per i Rittner Buam in gioco l’opportunità di allungare in classifica e legittimare un primato che ora è viziato dalle due gare in più. Nessun assente nel Renon, dove forse tornerà Holt a difesa della gabbia, ma non ve n’è la certezza, mentre nel Caldaro è in forse Deanesi.
egna-appianoHC Egna Riwega – HC Appiano Roi Team Consultant 
Würth Arena di Egna – ore 20:30
Arbitri: Gregory Loreggia, Andrea Moschen; Marco Bettarini, Simone Mischiatti
Nel derby tra le vicine Appiano ed Egna hanno trionfato i Pirati, che hanno così conquistato l’ultimo pass per la Coppa Italia. Per gli uomini di Lefevbre è un momento positivo, dove sono maturate due vittorie, e la sfida della Wurth Arena è l’occasione per proseguirlo. L’Egna deve rivedere qualche schema, fatica ancora a creare un gioco solido ed è terz’ultimo, una posizione che in pochi si aspettavano alla griglia di partenza. Le Oche selvagge cercano un miglioramento, e la prima occasione del riscatto è nella replica del derby giocato sabato, anche se saranno assenti Dorigatti, Massar e Berry. Tutti a referto nell’Appiano.
 
gherdeina-cortinaHafro SG Cortina – HC Gherdeina 
Stadio Olimpico di Cortina – ore 20:30
Arbitri: Nadir Ceschini, Leandro Soraperra; Cristiano Biacoli, Luca Zatta
E’ stato detto più volte ma ne siamo sempre più convinti, il Gherdeina è una delle maggiori rivelazioni del torneo sino ad ora. Ha creato e raccolto punti importanti, e nell’ultima gara ha superato agevolmente un Cortina in difficoltà, pur orfano del top scorer Justin Maylan. Bisogna dire però che il difficile momento degli ampezzani è fortemente influenzato dalle assenze di Dingle e Gron, uomini da cui passano le più prolifiche azioni degli Scoiattoli. Di conseguenza, per il Cortina che cerca di uscire dalla crisi i conti con l’infermeria sono molto amari. Il Gherdeina tenterà di ripetersi al Pranives per rimanere nelle zone alte della classifica, dove si è stabilmente insediato da inizio campionato.
Classifica: Renon 29**; Milano 23*; Val Pusteria, Valpellice e Asiago 22; Gherdeina 21; Vipiteno 16*; Appiano e Cortina 14; Egna 11; Fassa 6; Caldaro 4.
Classifica per Coppa Italia (non tiene conto dei due anticipi giocati dal Renon contro Vipiteno e Milano): Renon 27; Val Pusteria e Valpellice e Asiago 22; Milano e Gherdeina 21; Appiano, Cortina e Vipiteno 14; Egna 11; Fassa 6; Caldaro 4.

Tags: