Lo SKA vince la battaglia e legittima la prima posizione

La tanto attesa battaglia tra Armate Rosse, al vertice della Conference Ovest, è finalmente terminata. E l’attesa è stata premiata con una delle partite più belle della stagione, risolta a sette minuti dalla fine con una rete da cineteca, dopo 53 minuti di hockey su ghiaccio eccezionale.

Ilya Kovalchuk contro Alexander Radulov – Le due Armate Rosse, prime nelle rispettive Division, avevano nei due capitani gli uomini chiave. E, nonostante le strette marcature avversarie, entrambi sono riusciti a guidare le rispettive squadre  con giocate mozzafiato.
Sono bastati meno di quaranta secondi al CSKA per sbloccare la partita, con Radulov a bersi l’intera difesa casalinga smarcando Panin e DaCosta, il quale serve per un indisturbato Grigorenko che insacca a porta vuota. A metà del primo drittel, lo sloveno Jan Mursak è costretto ad uscire per una dubbia carica da dietro in balaustra: l’attaccante biancorosso non farà ritorno sul ghiaccio e l’assenza di penalità va ad infiammare ulteriormente la partita. Il pareggio rossoblù arriva al 14° minuto, quando in situazione di superiorità numerica Andrei Kutekin va a bucare Galimov con un preciso slapshot dalla linea blu su assist di Ilya Kovalchuk.
La seconda rete capitolina è un one-man-show di Alexander Radulov, il quale riesce a fermare un wrist shot di Stephane Da Costa quando il disco era praticamente già in bocca a Ivannikov, controllarlo e infliarlo nella gabbia avversaria in backhand, senza venire minimamente disturbato. Non passa nemmeno un minuto e Denisov raddoppia il vantaggio, quando in situazione di powerplay buca Ivannikov dalla blu per la sua seconda rete stagionale, grazie all’assistenza del solito capitano.
Sotto di due reti a metà partita, Vyacheslav Bykov striglia i suoi e Ilya Kovalchuk prende in mano le redini della partita. Al trentunesimo minuto, dopo un’insistita azione in superiorità numerica, il capitano rossoblù riesce ad infilare Galimov, sfruttando le difficoltà del penalty killer avversario Andronov, rimasto senza stecca. L’occasione del pareggio arriva appena due minuti dopo, quando Kovalchuk viene fermato irregolarmente mentre era lanciato a rete. Sul successivo penalty shot l’ex Atlanta e New Jersey non riesce a stupire Galimov, che respinge senza troppi problemi. Lo SKA non ci sta però a concludere il drittel in svantaggio ed è sempre Kovalchuk ad agguantare il pareggio a tre minuti dalla fine del secondo periodo, con un preciso one-timer su pregevole assist di Shipachyov, ancora in situazione di powerplay.
La rete decisiva, come anticipato, arriverà a sette minuti dalla fine, quando un assist telecomandato di Kadeikin arriverà a Panarin, il quale infilerà un wrist shot supersonico oltre Galimov, rendendo vana l’interferenza di Denisov. La gara si chiuderà poi con una penalità partita all’ultimo secondo di gioco per Alexander Radulov, risparmiatagli dalla quaterna arbitrale per tutti i sessanta minuti regolamentari dopo le veementi proteste per alcune penalità commiate dagli arbitri contro la sua squadra.
Lo SKA legittima così la testa della Kontinental Hockey League 2014/15, allargando a tre lunghezze il divario dagli immediati inseguitori.

“L’altro” scontro al vertice – Oggi si è giocato un altro scontro al vertice, quello per il comando della Kharlamov Division e quindi della testa della Conference Est. A contendersi la prima piazza Metallurg Magnitogorsk e AK Bars Kazan, che oramai fanno Divsion a sé, potendo contare su ben 24 punti di distacco dal Traktor terzo classificato. Il match, che ha visto le due squadre barricate sulla difensiva e attente a studiarsi ed attendersi, si è risolto solamente ai tiri di rigore. I sessanta minuti regolamentari avevano regalato poche emozioni ai 7.200 spettatori di Magnitogorsk, terminando sull’1:1; entrambe le reti sono arrivate nei 15′ finali. Ai rigori, marcatura decisiva di Danis Zaripov, andato a segno in entrambi gli shootout in cui è stato impegnato.

Gioie biancorosse – Seconda vittoria filata per il Vityaz Oblast’ di Mosca: dopo la strepitosa rimonta di martedì, quando i biancorossi hanno capovolto lo 0:2 con cui il Torpedo li stava superando in un 3:2 nel giro di soli undici minuti (rete decisiva di Maxim Afinogenov con soli sei secondi sul cronometro) – i “pugnali” hanno superato oggi il Metallurg Novokuztnesk con un autorevole 5:2. L’Avangard Omsk si riprende la testa della Chernyshev Division con la vittoria nell’importantissimo scontro diretto con i rivali del Salavat Yulaev: sei reti a due il risultato finale e doppiette per Wandell e Mozer.

Saltano altre panchine sul fondo della Eastern – In settimana sono saltate le panchine dei due teams che più di altri stanno faticando nella Conference Est. Il Neftekhimik, quattro vittorie su quindici partite, ha deciso di rinunciare a coach Heikkila. Leonov, coach dell’Amur  vittorioso solamente tre volte su diciotto gare, è stato sostituito dal Finlandese Jukka Rautakorpi, ex allenatore del Tappara. Nonostante il cambio di allenatore, le tigri sono state sconfitte oggi dalle matricole di Sochi per due reti a zero.

Conference Ovest

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
18
17
0
0
0
0
1
83-37
51
2
18
16
0
0
0
0
2
65-25
48
3
18
12
2
0
0
1
3
62-44
41
4
17
11
1
0
1
0
4
45-35
36
5
18
7
0
2
2
2
5
52-44
29
6
15
6
2
0
3
0
4
39-36
25
7
16
7
0
1
0
1
7
44-52
24
8
19
6
0
2
2
0
9
55-58
24
9
16
6
0
1
2
0
7
45-45
22
10
16
6
0
1
1
0
8
38-44
21
11
18
6
0
0
0
0
12
39-60
18
12
18
5
0
0
2
1
10
37-54
18
13
15
4
0
2
0
1
8
41-47
17
14
14
4
0
0
0
1
9
24-46
13

Conference Est

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
18
13
0
2
0
0
3
66-27
43
2
18
11
0
0
1
1
5
61-38
35
3
18
11
2
1
2
0
2
55-36
41
4
18
10
1
0
0
0
7
58-42
32
5
18
7
1
2
3
0
5
56-46
30
6
15
6
2
0
0
0
7
40-38
22
7
17
4
1
2
0
2
8
31-56
20
8
17
3
0
3
1
1
9
37-57
17
9
16
4
1
0
1
1
9
41-44
16
10
17
4
0
1
1
1
10
36-51
16
11
17
3
2
1
0
1
10
35-49
16
12
16
4
0
1
0
0
11
43-64
14
13
15
2
1
1
1
2
8
44-59
13
14
18
2
0
1
1
0
14
31-69
9

 

Bobrov division

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
18
17
0
0
0
0
1
83-37
51
2
18
12
2
0
0
1
3
62-44
41
3
15
6
2
0
3
0
4
39-36
25
4
16
6
0
1
1
0
8
38-44
21
5
18
6
0
0
0
0
12
39-60
18
6
18
5
0
0
2
1
10
37-54
18
7
15
4
0
2
0
1
8
41-47
17

Tarasov division

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
18
16
0
0
0
0
2
65-25
48
2
17
11
1
0
1
0
4
45-35
36
3
18
7
0
2
2
2
5
52-44
29
4
16
7
0
1
0
1
7
44-52
24
5
19
6
0
2
2
0
9
55-58
24
6
16
6
0
1
2
0
7
45-45
22
7
14
4
0
0
0
1
9
24-46
13

Kharlamov division

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
18
13
0
2
0
0
3
66-27
43
2
18
11
2
1
2
0
2
55-36
41
3
17
3
0
3
1
1
9
37-57
17
4
16
4
1
0
1
1
9
41-44
16
5
17
4
0
1
1
1
10
36-51
16
6
17
3
2
1
0
1
10
35-49
16
7
15
2
1
1
1
2
8
44-59
13

Chernyshev division

Team GP W OTW SOW SOL OTL L G PTS
1
18
11
0
0
1
1
5
61-38
35
2
18
10
1
0
0
0
7
58-42
32
3
18
7
1
2
3
0
5
56-46
30
4
15
6
2
0
0
0
7
40-38
22
5
17
4
1
2
0
2
8
31-56
20
6
16
4
0
1
0
0
11
43-64
14
7
18
2
0
1
1
0
14
31-69
9

Tags: