Stanley Cup Playoff: Vittoria della speranza per i Blackhawks

Los Angeles Kings @ Chicago Blackhawks 4-5 OT (2-3, 2-0, 0-1, 0-0, 0-1) / Serie 3-2 Kings

Serve il secondo tempo supplementare ai Blackhawks per stoppare il primo match point in favore dei Los Angeles Kings, con le penne nere che possono quindi ancora sperare in una rimonta tutt’altro che improbabile.

L’avvio di match è scoppiettante per la formazione di casa: prima la “tipica” azione di Powerplay con lo slapshot di Seabrook che sblocca il risultato dopo solo minuto e 13 secondi, poi due minuti più tardi Oduya finalizza un contropiede di Kane per il momentaneo 2-0. Stoll prova ad accorciare al giro di boa del secondo periodo, però Saad, con il gran contributo di Kane, riporta a + 2 il vantaggio in favore dei padroni di casa, che però capitolano prima del finale di secondo periodo sul tiro di Gaborik che trafigge Crawford per il 3-2.

Nel secondo periodo ancora emozioni tutte di “marca” Kings e buio assoluto per gli Hawks, che in due minuti prima subiscono il pareggio con Brown e poi vanno addirittura sotto con Pearson, Il match a questo punto si fa difficile, Quick sembra insuperabile e i Kings si fanno sempre più padroni dell’incontro.

La scossa arriva però nel secondo intervallo: i Blackhawks scendono sul ghiaccio con il coltello tra i denti e, dopo solo 1 minuto e 17, trovano il pareggio con Smith che finalizza un contropiede con il 4-4 momentaneo. Poche emozioni fino al termine del match che, di fatto, manda la gara all’overtime.

Overtime contratto ed emozioni che si contano sulla punta delle dita con i portieri insuperabili. Le occasioni principali sono di marca “hawks”, con Seabrook e Hossa, ma Quick non si fa sorprendere. In avvio di secondo periodo però arriva la doccia fredda per i Kings: Kane recupera un ottimo disco in zona neutra, Saad regala un assist al bacio per Handzus che mette a terra Quick e infila all’incrocio un “back-hand” stratosferico, mandando la serie a gara 6. Il re-match sarà venerdì 30 maggio a Los Angeles, con i Kings che avranno ancora a disposizione un match point da sfruttare sul ghiaccio amico.

Marcatori: 01.13 Seabrook (0-1), 03.40 Oduya (0-2), 09.49 Stoll (1-2), 11.06 Saad (1-3), 13.16 Gaborik (2-3), 31.08 Brown (3-3), 33.08 Pearson (4-3), 41.17 Smith (4-4), 82.04 Handzus (4-5)