Klouda è il nuovo regista dei Broncos

(com. stampa SSI Vipiteno) – L’SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan è felicissimo di annunciare l’ingaggio del centro slovacco Peter Klouda.
Klouda è nato l‘1 giugno 1978 a Poprad (SVK) ed è dotato di un fisico possente che distribuisce 94 kg su impressionanti 193 cm di altezza. La stecca mancina è un playmaker di pura razza dotati di ottime mani e di una grandissima intelligenza di gioco, il quale riesce a trovare i suoi compagni con sicurezza anche nel traffico intenso.
Klouda approda in Wipptal dallo HK SHP Poprad, formazione del massimo campionato slovacco, ed in Italia non è uno sconosciuto, in quanto due anni fa giocava in seconda lega per l’HC Milano. Seppur seppe convincere sotto la madonnina, non riuscì a sfruttare del tutto il suo enorme potenziale per la mancanza di compagni di pari livello. Ciò che sa fare lo si intuisce dalle statistiche delle sue ultime cinque stagioni nella Extraliga slovacca, dove, eccezion fatta per un anno, si piazzò sempre i dieci migliori scorer del campionato, raggiungendo addirittura un secondo e un terzo posto. In questi anni in 265 partite mise a segno 61 reti ed impressionanti 210 assist per uno score complessivo di 271 punti.

In tutto Klouda con Poprad, Zvolen, Bartislava e Zilina ha giocato ben 718 partite di regular season e 102 gare di playoff nella massima serie slovacca, segnando 171 reti e 423 assists per 594 punti ed incassò anche 959 minuti di penalità. Quest’ultimo dato dimostra che non si tira indietro anche quando il gioco si fa duro, ma non c’è dubbio sul fatto che preferisce il fioretto alla sciabola.
Egon Gschnitzer, direttore sportivo dei Broncos, è felicissimo di questo nuovo ingaggio:

“Peter Klouda è esattamente il tipo di giocatore di cui abbiamo bisogno. Se ci sarà un pochino d’intesa tra lui e T.J. Caig, allora con questi due avremo una coppia pericolosissima, perché T.J. è un cecchino purosangue e di Peter si sa che riesce a far passare il disco anche attraverso un buco della serratura. La sua visione di gioco e la sua creatività ne fanno un giocatore preziosissimo anche nel powerplay. 19 assists solo nel powerplay in 60 partite parlano chiaro. Anche le informazioni che abbiamo avuto da alcuni ex compagni sul suo carattere sono molto positive, senza alcuna eccezione. Sono davvero contento che la trattativa sia andata a buon fine, era senza dubbio il nostro candidato preferito.”

Anche Zdenek Travnicek è sicuro del fatto che i Broncos in Klouda abbiano trovato l’uomo giusto.

“Non sarà il pattinatore più veloce, ma per un uomo della sua stazza si muove onestamente. Quello che spicca di più è il fatto che sia un vero leader, e ovunque abbia giocato era sempre un giocatore importantissimo. È alto e non si tira indietro, e un giocatore della sua stazza è difficile da muovere, per non parlare di staccarlo dal disco. Con la sua visione di gioco sarà importantissimo per portare avanti il nostro gioco, ha tantissima esperienza ed ha già giocato in Italia. Di sicuro sarà un perno centrale nel nostro attacco.”

Stats su Eliteprospects – Eurohockey