Alto Adige imbattibile. L’Agazzi è ancora suo

L'Alto Adige vince il memorial Agazzi per l'undicesima volta su 16 edizioni

di Marco Depaoli

Per il sesto anno consecutivo l’Alto Adige si aggiundica il Memorial Giancarlo Agazzi, torneo under 15 con protagoniste le selezioni regionali. In pista tutti i migliori giocatori del nostro movimento divisi in 5 squadre per due giorni intensi di gare. L’uggioso weekend meneghino senz’auto, sostenuto da una buona presenza di genitori e appassionati di questo sport che dopo aver festeggiato il Milano si sentono persi, l’Alto Adige ha sconfitto tutti dimostrando di rimanere un gradino sopra. Molto evidente la differenza di fisico e la qualità del gioco di squadra grazie al maggior numero di risorse umane e di ore ghiaccio a disposizione per poter lavorare seriamente tutto l’anno. Perdendo subito lo scontro diretto al prologo, il Veneto non ha potuto far altro che alzare ancora la coppa del secondo posto davanti a Trentino e Lombardia che all’ultima partita hanno offerto spettacolo. Ultimo il Piemonte che tuttavia non merita lo zero in classifica. Velocità, grinta e buon gioco, forse solo un po’ di sfortuna.

Classifica  P.ti V-N-P  gol  +/- PIM
Alto Adige     8 4-0-0 20-1  +19  40
Veneto         6 3-0-1  8-5   +3  24
Lombardia      3 1-1-2  9-14  -5  46
Trentino       3 1-1-2  4-16 -12  30
Piemonte       0 0-0-4  8-13  -5  38

Nelle prossime ore su hockeytime la gallery del torneo

Le partite

Veneto-Alto Adige 0-1 (0-1, 0-0)
La “finale” del Memorial Agazzi come tutti gli anni è programmata come prima sfida. L’Alto Adige di Kasslatter va subito in vantaggio con Pirri ma rischierà il pareggio (come l’anno scorso) fino alla sirena di chiusura. Gran lavoro del goalie asiaghese Stevan che mantiene la gara tirata fino alla fine. Staffetta invece tra i due portieri altoatesini: Andergassen e Stuffer.
Marcatori: 2.47 Pirri (Delueg)
Penalità: 2-4
Migliori giocatori: Basso Michele (V) – Wenter Christoph (A)

Piemonte-Veneto 3-4 (1-2, 2-2)
Veneto subito in pista per sfidare il Piemonte di Salati. Sono proprio i piemontesi a portarsi avanti al 7° rendendo la vita difficile al Veneto che però ribalta tutto già al primo riposo. Nel secondo tempo i veneti allungano due volte ma il Piemonte resta col fiato sul collo della squadra di Barnabò andando vicino il pareggio con due minuti di powerplay nel finale di partita.
Marcatori: 6.40 (1-0) Arlotta (Gardiol), 9.42 (1-1) Basso, 14.32 (1-2, PP) Larcher (Pesavento, Dal Sasso), 26.48 (1-3) Sanna (Longo), 30.12 (2-3, PP) Gardiol, 36.47 (2-4, PP) Martini, 37.23 (3-4) Pilone
Penalità: 4-4
Migliori giocatori: Gardiol Paolo (P) – Mertini Erwin (V)

Alto Adige-Lombardia 5-0 (4-0, 1-0)
La Lombardia di Walter Manni crolla nella seconda parte del primo tempo. Alto Adige in vantaggio al terzo minuto alla prima occasione di poweroplay. Nonostante 5 situazioni di powerplay (tra cui un 5-3) i lombardi invece non riescono a bucare la difesa altoatesina rimanendo a bocca asciutta.
Marcatori: 3.09 (1-0, PP) Pirri, 12.50 (2-0) Ebnicher (Polita, Wenter), 16.10 (3-0) Moroder, 17.26 (4-0, PP) Tschimben, 37.50 (5-0) Tschimben (Berard D.)
Penalità: 12-8
Migliori giocatori: Tschimben Felix (A) Succetti Samuele (L)

Andrea Valcanover osserva il "suo" Trentino

Veneto-Trentino 2-0 (1-0, 1-0)
Partita molto contratta con due squadre che faticano a creare gioco. Il capitano Dal Sasso, asiaghese, mette la firma sulle due reti; la prima subito in avvio di partita, la seconda con uno slalom personale partendo dalla propria difesa.
Marcatori: 0.30 (1-0) Dal Sasso (Martini), 31.20 (2-0) Dal Sasso (Basso)
Penalità: 8-10
Migliori giocatori: Larcher Emanuele (V) – Lorenz Marco (T)

Lombardia-Piemonte 5-4 (2-2, 3-2)
Gara intensa e ricca di sorprese. 4 reti lombarde di Alessandro Sorarù, milanese di origini alleghesi con già esperienza internazionale per aver partecipato due anni con il Veneto alla spedizione canadese del Pee Wee. Lo scorso anno non venne convocato per l’Agazzi causa una squalifica in campionato. Sorarù è freddo nell’uno contro zero che sblocca il punteggio al secondo minuto. I piemontesi pareggiano al 4° ma Sorarù riporta ancora i lombardi in vantaggio 25 secondi dopo. Il capitano piemontese Gardiol tra il primo tempo e l’avvio di ripresa ribalta il risultato prima che il “rossoblu” Sorarù torni a segnare una doppietta per il 4-3. Una disattenzione del portiere Ulessi rimette in corsa il Piemonte che però subisce la rete del ko a un minuto dalla fine.
Marcatori: 1.43 (1-0) Sorarù. 3.19 (1-1, PP) Meirone (Gardiol), 3.44 (2-1) Sorarù (Alario), 14.42 (2-2, PP) Gardiol, 21.18 (2-3) Gardiol (Leuzzi), 25.02 (3-3) Sorarù, 33.30 (4-3) Sorarù (Marini), 34.11 (4-4, PP) Calabrò, 37.36 (5-4) Marini
Penalità: 18-16
Migliori giocatori: Sorarù Alessandro (L) – Leuzzi Jacopo (P)

Trentino-Alto Adige 0-11 (0-5, 0-6)
Il Trentino affronta i più quotati corregionali con grinta, mordendo nelle prime battute, ma i ragazzi della provincia di Bolzano trovano al 3.00 la rete dell’uno a zero, cogliendo il goalie avversario non pronto. Il Trentino si demoralizza e in un minuto l’Alto Adige ne segna altri due chiudendo la partita. Valcanover sostituisce il portiere che regge fino al 16°. Quattro le reti di Delueg.
Marcatori: 3.00 (1-0) Delueg (Trenkwalder), 3.18 (2-0) Delueg, 4.19 (3-0, PP) Trenkwalder (Wenter), 15.15 (4-0) Berard J. (Buratti, Tschimben), 18.23 (5-0) Moroder, 28.55 (6-0, PP) Wenter (Berard D.), 32.54 (7-0) Delueg (Pirri), 34.53 (8-0) Tschimben (Buratti), 35.53 (9-0) Pirri (Delueg), 38.43 (10-0) Delueg (Pirri), 39.17 (11-0) Ebnicher (Pitschieler, Polita)
Penalità: 8-8
Migliori giocatori: Marzolini Marco (T) – Delueg Michael (A)

Piemonte-Trentino 0-1 (0-0, 0-1)
La rete in avvio di secondo tempo basta a dare i due punti al Trentino e condannare il Piemonte all’ultimo posto. Shutout di Marco Lorenz del Fassa.
Marcatori: 20.23 Marzolini
Penalità: 8-4
Migliori giocatori: Steemberger Ruben (P) – Vigl André (T)

Walter Manni con Paolo Della Bella istruisce i ragazzi lombardi

Lombardia-Veneto 1-2 (1-1, 0-1)
Il Veneto va a prendersi il secondo posto faticando contro la Lombardia. Alla rete di Sorarù risponde un minuto dopo capitan Dal Sasso. Qualche colpa del portiere Ulessi che si riscatta poi con numerosi interventi miracolosi che fanno penare l’attacco veneto, in rete nel secondo tempo con Dall’Agnol del Feltre. A due minuti e mezzo dalla fine il lombardo Gobbi ha un’occasione ghiotta per pareggiare ma si fa ipnotizzare da Stevan, subentrato a De Silvestro uscito al 29.50 per un leggero infortunio in uno scontro di gioco.
Marcatori: 5.19 (1-0) Sorarù (Alario), 6.56 (1-1) Dal Sasso, 23.54 (1-2) Dall’Agnol
Penalità: 12-8
Migliori giocatori: Ulessi Matjas (L) – Longo Gabriele (V)

Alto Adige-Piemonte 3-1 (1-1, 2-0)
L’Alto Adige è già campione, vista la vittoria all’esordio nello scontro diretto col Veneto, mentre il Piemonte non può evitare l’ultimo posto per gli stessi motivi di scontri diretti. Tuttavia ne esce una bella partita col Piemonte che mette in serie difficoltà la corazzata sudtirolese. I piemontesi vanno in vantaggio con un gol fantasma (il disco si infila sotto l’incrocio dei pali ma sulla rete fuori dalla porta), tuttavia il vantaggio sarebbe comunque meritato. Scosso l’Alto Adige si infila nel terzo d’attacco con più determinazione e rimette le cose a posto prima dell’intervallo con un tapin in corsa di Pitschieler in situazione di powerplay. Nella ripresa la truppa di Kasslatter va per la prima volta in vantaggio ancora in powerplay ma il Piemonte non si arrende fino alla fine.
Marcatori: 10.23 (0-1, PP) Meirone, 18.23 (1-1, PP) Pitschieler (Polita), 25.54 (2-1, PP) Delueg (Moroder), 36.14 Polita
Penalità: 16-18
Migliori giocatori: Andergassen Alex (A) – Zecchinato Luca (P)

Lombardia-Trentino 3-3 (2-0, 1-3)
Una vera e propria finale terzo/quarto posto. Il Trentino doveva vincere per avere la meglio sulla Lombardia, vista la differenza reti compromessa dallo 0-11 contro l’Alto Adige. I trentini vanno in gol a metà primo tempo ma la rete viene annullata per bastone alto. Il gol di Alario (su errore del terzino trentino che da ultimo uomo voleva rilanciare il gioco tirandogli però addosso) invece è valido e porta in vantaggio i lombardi al 17°. Allo scadere della prima metà di gara Sorarù segna il 2-0, sua sesta marcatura personale, con un tiro a tagliare che sorprende Lorenz. Nella ripresa il Trentino si fa sotto con il gol di Dagostin e la partita offre occasioni su entrambi i fronti. Il pareggio non arriva e anzi a 5 minuti dalla fine Gobbi realizza il 3-1. Il Trentino però non si arrende e torna ad attaccare con più cattiveria. A tre minuti e mezzo De Luca realizza un gol imparabile scavalcando con un tiro il terzino lombardo in scivolata e insaccando con il tintinnio della traversa. Valcanoner si gioca il tutto per tutto e per affrontare il powerplay toglie il portiere. Mossa azzeccata perché il Trentino non perde il disco e Marchesini fa partire uno shut preciso che fa 3 a 3. A un minuto dalla fine De Luca non finalizza il colpo del KO e la Lombardia può festeggiare il terzo posto.
Marcatori: 16.24 (1-0) Alario, 19.53 (2-0) Sorarù, 24.02 (2-1) Dagostin, 34.50 (3-1) Gobbi, 36.21 (3-2) De Luca (Decarli), 37.48 (3-3, PP) Marchesini (Marzolini)
Penalità: 8-8
Migliori giocatori: Marini Matteo (L) – De Luca Miran (T)

La formazione del Veneto

Premio Fair Play:
Veneto

Targa ”Vittorio Bolla” (miglior portiere):
Stevan Luca (Veneto)

Targa ”Alfio Tuzzi” (miglior difensore):
Wenter Markus (Alto Adige)

Targa ”Tino Crotti” (miglior attaccante):
Gardiol Paolo (Piemonte)

Targa ”Amici di Aga” (miglior attaccante della Lombardia):
Bazzaco Marco

Regolamento (PDF)

Albo d’oro:
2012 Alto Adige
2011 Alto Adige
2010 Alto Adige coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano
2009 Alto Adige
2008 Alto Adige
2007 Alto Adige coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano
2006 Trentino
2005 Alto Adige
2004 Veneto coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano
2003 Veneto
2002 Alto Adige
2001 Veneto
2000 Alto Adige coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano
1999 Lombardia
1998 Alto Adige
1997 Alto Adige

coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano Il Trofeo Memorial Agazzi viene conquistato dalla squadra che si classifica al 1° posto della manifestazione per 3 anni (anche non consecutivi).

Formazioni

Alto Adige
Portieri: Andergassen Alex e Stuffer Lukas
Difensori: Nocker Patrick, Wenter Christoph “C”, Berard Dominik, Trenkwalder Markus, Scoz Stefano
Attaccanti: Berard Johannes, Buratti Stephan, Delueg Michael, Ebnicher Michael, Moroder Samuel, Pirri Patrick, Pitschieler Simon, Polita Matteo, Tschimben Felix
Coach: Kasslatter Gottfried – Ass. Coach: Parth Elmar – Team-Leader: Huber Hannes – Accompagnatore: Frank Harald

Veneto
Portieri: De Silvestro Diego e Stevan Luca
Difensori: Basso Michele, Bianchi Alessio, Longo Gabriele, Raccanelli Marco, Spiller Andrea, Tura Andrea
Attaccanti: Cagnati Lorenzo, Dal Sasso Davide “C”, Dall’Agnol Matteo, Gentilini Federico, Larcher Emanuele, Martini Erwin, Nachtigal Riccardo, Pesavento Michele, Pompanin Giacomo, Sanna Marco
Coach: De Biasio Paolo – Team Leader: Barnabò Federico – Attrezzista: Del Monego Fabio – Accompagnatore: Franceschini Claudio

Lombardia
Portieri: Ulessi Matjas e Crippa Matteo
Difensori: Bernini Davide, Codebò Riccardo, Gallarotti Yan, Guanella Guglielmo, Leccardi Matteo, Marini Matteo
Attaccanti: Alario Mattia “C”, Bazzaco Marco, Boesch Marc Walter, Borghi Pietro, Brasca Federico, Formentini Matteo, Gobbi Andrea, Sorarù Alessadro, Succetti Samuele
Coach: Manni Walter – Ass. Coach: Della Bella Paolo – Team Leader: Misani

Trentino
Portieri: Lorenz Marco e Rizzi Gianluca
Difensori: Brezzi Nicola, Cimadom Alessandro, De Simone Paolo, Herbst Stefano, Marchesini Leonardo, Marzolini Marco “C”
Attaccanti: Colombini Daniele, Dagostin Daniel, De Luca Miran, Decarli Francesco, Pangrazzi Thomas, Salomon Fabio, Valorz Francesco, Vigl Andrè, Zanett Massimo
Coach: Valcanover Andrea – Team Leader: Ciurletti P.

Piemonte
Portieri: Steemberger Ruben e Zecchinato Luca
Difensori: Bellone Edoardo, Bertin Alex, Calabrò Juri, Pologruto Matteo, Stringat Daniel
Attaccanti: Arlotta Daniele, Carcerano Alessio, Gardiol Paolo “C”, Leuzzi Jacopo, Meirone Gianluca, Morel Arianna, Pilone Kevin, Rostan Fabio, Tron Alessandra, Viarizzo Michael
Coach: Salati Daniele – Team Leader: Bertin A.