Il 60° Minuto: I Maple Leafs ci credono

di Nicola Tosin

11 partite giocate nella giornata del 73° compleanno di Duane Rupp, ottimo difensore dei pinguini dal 1969 al 1973.
I Maple Leafs e gli Hurricanes accorciano il distacco dai Sabres. I ragazzi di Ron Wilson portano a casa lo scontro diretto con i Sabres all’Air Canada Centre, mentre i ragazzi della Carolina del Nord espugnano, dopo rigori, la tana di Ovechkin e soci. Per quest’ultimi, vista la vittoria dei Flyers in casa dei Penguins e dei Bruins ai danni dei Blackhawks, non ci voleva. A chi andrà la prima seed? Si accettano scommesse.
La parte bassa del tabellone per la post season nella Western Conference resta un vero dilemma da risolvere.
Vittoria dei Kings ad Edmonton e dei Canucks a Nashville, mentre Dallas recupera un punto sui rivali Blackhawks, dopo aver perso gli SO in casa dei Coyotes.

I Risultati:
Buffalo Sabres @ Toronto Maple Leafs 3-4 (1-2,2-2;0-0)

Philadelphia Flyers @ Pittsburgh Penguins 5-2 (1-1;2-1;2-0)
Carolina Hurricanes @ Washington Capitals 3-2 SO (0-0;1-2;1-0)
Chicago Blackhawks @ Boston Bruins 0-3 (0-0;0-2;0-1)
Florida Panthers @ Columbus Blue Jackets 2-3 SO (0-1;1-1;1-0)
Atlanta Trashers @ Montreal Canadiens 1-3 (0-2;0-0;1-1)
Ottawa Senators @ Tampa Bay Lightning 2-5 (0-0;0-2;2-3)
Minnesota Wild @ St.Louis Blues 3-2 SO (1-1;0-0;1-1)
Vancouver Canucks @ Nashville Predators 3-1 (0-0;0-1;3-0)
Los Angeles Kings @ Edmonton Oiler 2-0 (0-0;2-0;0-0)
Dallas Stars @ Phoenix Coyotes 1-2 SO (0-0;1-1;0-0)

1.34 sul cronometro e una sassata dalla blu di Dion Phaneuf (MacArthur, Kulemin) pietrifica Ryan Miller.
La squadra di Lindy Ruff non impensierisce il goalie avversario fino al minuto 6:18, quando James Reimer si supera negando il pareggio a Mark Mancari.
Il raddoppio dei Maple Leafs arrivano al minuto 18:46, quando Darryl Boyce (Kadri, Crabb) porta a compimento una bellissima iniziativa di Kadri respinta da Miller.
I detentori momentanei dell’ottavo posto ad Est non ci stanno e accorciano le distanze a 12 secondi dalla chiusura del primo periodo, grazie a Thomas Vanek (Heicht, Stafford).
I Sabres non tornano sul ghiaccio con il coltello tra i denti e Toronto ne usufruisce, andando a segno con Clarke MacArthur (Kadri, Gunnarsson) dopo 05:06 sul cronometro.
Buffalo risponde al volo. Jason Pominville (Connolly, Sekera), grazie a un assist magistrale di Connoly, batte Reimer al minuto 6:25.
Patrick Kaleta, non contento di avere un gol di vantaggio, al minuto 6:55 decide di commentere un errore difensivo imbarazzante. Rob Niedermayer (Montador, McCormick) ringrazia e porta il match sul 3 pari.
Per svariati minuti i portieri non corrono rischi, fino al minuto 13:35 quando Grabovski (Kessel, MacArthur) fissa il risultato sul 4 a 3 per i Maple Leafs.
Durante il terzo periodo, i Sabres non creano grossi pericoli, anzi, rishiano di prendere il quinto gol in più di un’occasione.

Sfida sentita alla Jobing.com Arena di Glendale. I Coyotes vogliono la vittoria a tutti i costi, visto il calendario e loro sfavore per le partite in più già giocate. Lo stesso discorso lo si potrebbe fare per Dallas, visto che tra le pretendenti alla post season è quella con meno partite giocate e, indi, con notevoli prospettive di miglioramento.
Match abbastanza anonimo per quanto riguarda lo spettacolo, dove le reti sono arrivate in situazioni di PP durante il secondo periodo, e goalie assoluti mattatori della serata. A differenza delle statistiche finali (44 svalvataggi di Bryzgalov, contro i 27 di Lehtonen), il finlandese di Dallas ha dovuto sudare molto di più per portare la sfida agli SO.
Ray Whitney porta alla vittoria i Coyotes dopo 5 SO. Il punto portato a casa da Dallas strappa un sorriso a Marc Crawford. Meno 3 dai Blackhawks e una gara in meno.

Le tre stelle del 29 Marzo 2011 : Tim Thomas, Ville Leino e Dustin Brown.
Il goalie dei Bruins blocca l’arsenale dei Blackhawks; Ville Leino, con 2 reti e 1 assist, aiuta i Flyers ad espugnare la Consol Energy Center di Pittsburgh; Dustin Brown liquida gli Oilers con 2 reti ad Edmonton.

CURIOSITA’ DEL GIORNO
Il 30 Marzo del 1993, i Senators persero la loro 37a partita consecutiva in trasferta. Pareggiarono il loro stesso record che stava in piedi dal 1975. La striscia si fermò a 38 (attuale record).
La stagione 1992-93 è famosa anche per le 71 sconfitte degli Sharks.