IHL: la quarta settimana

logo_ihl2Quarta settimana della regular season della International Hockey League, che ha visto il primo storico shutout dei Dayton Gems, grazie Ryan Mior che sabato nella partita contro i Flint Generals ha parato 32  tiri, partita chiusasi 1-0 grazie alla rete di Michael Mullen; mentre è notizia di oggi che i Gems hanno ottenuto il difensore Justin Dacosta dai Muskegon Lumberjacks in cambio di considerazioni future.

Sabato sera è anche arrivata la prima sconfitta intera dei Port Huron Icehawks, superati dai Bloomington Prairie Thunder per 5-1, Praire Thunder che si sono così vendicati della sconfitta di venerdì ai rigori. Le uniche squadre imbattute tra le mura amiche rimangono così Bloomington e Fort Wayne, rispettivamente prima e quarta della classifica.

In coda troviamo sempre la rinata franchigia dei Quad City Mallards, che trova nella linea composta da Terry Harrison, Mike Zbriger e Patrick Levsque praticamente l’unico proprio sbocco offensivo, avendo realizzato 9 dei 14 gol di squadra e 19 dei 38 punti totali. Harrison è stato anche nominato giocatore della settimana, avendo realizzato 3 gol e 3 assist nelle 3 partite giocate.

Poco più di una settimana fa, il 2 novembre, i Flint Generals hanno messo sotto contratto Bryan Smolinski, giocatore da 1056 partite in NHL con 274 gol e 377 assist. Il suo impatto con la nuova maglia non si è fatto attendere e nelle prime 3 partite ha messo a segno 1 gol e 2 assist.

Rookie della settimana è stato nominato Steve Silver, dei Flint Generals, firmato giovedì scorso. Trovatosi subito a suo agio, Silver, difensore, ha messo a segno un gol (contro Fort Wayne) venerdì ed un assist il giorno dopo contro i Mallards, mentre il miglior portiere è Andrew Martin dei Bloomington Prairie Thunder che ha chiuso la settimana con un record di 1-1-0-1, una percentuale di parate del 94,7% e soli 5 reti subite.