Il Lugano si prende il 2 di “Picche”

(C.S. HC Lugano) – Un Lugano poco ispirato s’inchina alla distanza a Huttwil contro l’Assät Pöri, compagine con molti giocatori giovani del massimo campionato finlandese allenata da Pekka Rautakallio.
Se nei primi due tempi i bianconeri avevano comunque saputo tenere la partita sotto controllo, trovando due volte la via della rete con Sannitz e con un bolide di Hamilton in doppia superiorità numerica, nell’ultimo periodo due reti incassate in boxplay hanno esaltato gli avversari.
Una sconfitta per certi versi preventivabile dopo la scintillante prestazione di lunedì contro la Dynamo Mosca. Un risultato che servirà ad evitare voli pindarici ed a far capire che nulla è acquisito, che il cammino per costruire una squadra solida sotto tutti i punti di vista è ancora lastricato di duro lavoro.

Bene tra i pali Terrazzano, da segnalare anche il rientro alle competizioni di Brady Murray. Sabato alla Resega (17.15) contro i Lakers i tifosi attendono una squadra più attenta e concentrata.

Assät Pöri-Lugano 4-2 (1-1, 0-1, 3-0)
Lugano: Terrazzano; Hirschi, Nummelin; J. Vauclair, Akerman; Nodari, Chiesa; Domenichelli, Robitaille, Lemm; Sannitz, Hamilton, Murray; Kostovic, Romy, Näser; Chiriajev, Conne, T. Vauclair; Schlagenhauf, Jörg
Reti HCL: 18.16 Sannitz (Murray, Hamilton) 1-1, 23.36 Hamilton (Sannitz, Akerman 5 c. 3) 1-2
Penalità: 4 x 2′ contro l’Assät Pöri, 8 x 2′ + 10′ (Conne) contro il Lugano
Note: Lugano senza Helbling (riposo precauzionale), Profico (Under 20)

Area Comunicazione Hockey Club Lugano