Cortina – Val Pusteria: la cronaca

di Alberto Manaigo

CORTINA – VALPUSTERIA 4-5 (1:2)(2-1)(1:1)(0:1)

Il Cortina torna a giocare sul Ghiaccio dell’Olimpico: avversario di turno il Val Pusteria di Mair che si presenta al gran completo. Nel Cortina torna sul ghiaccio Luigi Da Corte.
La prima occasione è a favore dei padroni di casa: dopo soli 28 secondi De Bettin sfutta un assist di Wilde che fa sponda sulla balaustra per iniziare a saggiare i riflessi di Guard. Il Gol ampezzano non tarda, però, ad arrivare in situazione di powerplay all’1:29 con McLeod bravo a farsi trovare al posto giusto sull’assist di Watson ed a battere Guard che non trattiene il tiro di polso del canadese.
Due minuti più tardi è il Val Pusteria ad andare a segno, ancora con l’uomo in più sul ghiaccio: il disco gira bene e Vodrazka è bravo a finalizzare il lavoro di Iannone. L’incontro è interessante e la prima linea ampezzana delizia gli spettatori dopo 7 minuti con un’azione che meriterebbe il gol: Krestanovich serve McLeod che vede con la coda dell’occhio l’accorrente Watson e lo serve facendosi passare il disco tra le gambe. Anche in questa occasione Guard è, però, attento. Alla metà della prima frazione arriva il vantaggio ospite: nel corso di un’azione viziata da un fuorigioco non rilevato, Bosio manda in panca puniti McLeod e fa riprendere il gioco con un ingaggio all’interno del terzo ampezzano. I ragazzi di Mair giocano bene il powerplay che ne scaturisce ed infilano Maund con un tiro preciso di Iannone che termina nel sette alla sinistra dell’estremo difensore ampezzano.

I ragazzi di Adey cercano di reagire creando diverse occasioni la più pericolosa delle quali vede gli scoiattoli andare al tiro per 3 volte con Robitaille, McLeod e Krestanovich senza, però che il disco varchi la linea di porta. Ultimo brivido al 16:10 quando McLeod pesca benissimo Krestanovich che batte a botta sicura trovando, però la pinza di Guard grazie ad un ottimo senso della posizione.

Inizia bene il Val Pusteria nella frazione centrale: i ragazzi di Mair iniziano forte con diversi tiri contro Maund. Al 3:27 è Bernakevitch ad impegnare l’estremo difensore ampezzano e subito dopo ci prova Barber girandosi su se stesso e nascondendo il disco fino all’ultimo momento. Il Cortina fatica ad uscire dal terzo e il Val Pusteria prova ad allungare, ma trova sempre l’opposizione Ampezzana. Ottima azione della terza linea cortinese all’ottavo minuto che va vicina al pareggio. Iannone con un buon tiro al 10:29 e Bona con la sua velocità impensieriscono Maund prima che, alla seconda vera azione del secondo periodo, il Cortina pareggi nuovamente in powerplay: Bosio sta per chiamare un’altra penalità ai danni del Val Pusteria e Gallace con un tiro di polso che passa tra una selva di gambe infila Guard. Il pareggio da una scossa al Cortina che torna a giocare sui livelli del primo tempo. Dura poco meno di 3 minuti la gioia ampezzana: al 17:01 infatti un’ottima incursione di Barber fredda Maund. E’ ancora bravo il Cortina a reagire: un tiro di Wilde viene deviato sotto misura da Krestanovich che riagguanta il pareggio.
L’ultimo brivido al 19:25: ottima azione della prima linea Cortinese con Watson che serve Krestanovich in cui passaggio è diretto all’accorrente McLeod che manca l’aggancio di un soffio e nel tentativo di ribattere a rete finisce addosso a Guard che è costretto a lasciare il ghiaccio al suo backup Ploner.

Nella prima metà del terzo tempo non succede molto: alcune azioni per parte ad opera di Barber e Watson da una parte e McLeod e Krestanovich dall’altra. Il gol del vantaggio Pusterese arriva al 15:31 ad opera di Iannone bravo a concretizzare un’azione in velocità di Bernakevitch. Anche in questo caso la reazione del Cortina non tarda ad arrivare con Souza che infila nel sette un assist di De Bettin. Il Brunico pattina molto, fa un forechecking esasperato sugli ampezzani ed imbriglia i ragazzi di Adey che non riescono quasi mai a tirare in porta. Nell’Overtime i ritmi si abbassano, ma il Val Pusteria continua a pressare gli ampezzani e riesce a mettere a referto il gol della vittoria a meno di un giro di lancette dai tiri di rigore con Watson che regala la vittoria ai suoi grazie ad e fa patire al Cortina la seconda sconfitta stagionale.