Milano passa all’Odegar

di Davide Trevisan

ASIAGO-MILAN0 2-3 (1:2; 1:1; 0:0)

Ultima partita casalinga per l’Emisfero Ipermercati Asiago che ha incrociato le stecche, davanti ad una buona cornice di pubblico, con i rivali di sempre del Milano. Ospiti che si portano via l’intera posta in palio ma Asiago che ha giocato l’intero incontro alla pari, a fare la differenza sono state due autentiche perle messe a segno da Stephenson e Scandella.
Per i padroni di casa ancora assente l’influenzato De Marchi mentre fa il suo esordio stagionale Lucio Topatigh in campo con la sua magica maglia numero 27. Ospiti invece con l’intero roster a disposizione di coach Insam. Numerosi gli ex della partita, tutti nelle fila meneghine: Szuper, Strazzabosco, Trevisani, Iannone e Scandella.
Asiago che parte a spron battuto e dopo 43 secondi è già in vantaggio grazie a Borrelli che fa secco Szuper. Un minuto dopo è Parco a “bersi” la difesa meneghina e ad impegnare il portiere sul palo lontano; tocca poi a Rodeghiero rendersi pericolosissimo da distanza ravvicinata. Poi è il Milano a salire di tono grazie anche ad un calo dell’Asiago. Al 7’ Scandella saggia due volte i riflessi di Bellissimo. Al 9’ i due minuti di penalità comminati a Simon non frenano la crescita costante del Milano che al 14’ trova il meritato pareggio. Brutto errore in disimpegno dell’Asiago e prontamente Strazzabosco serve Scandella che fredda Bellissimo a mezza altezza. Pochi istanti dopo entra in pista Topatigh e per lui neanche 20 secondi sul ghiaccio che Pianezze gli commina 2+10 per carica scorretta. Nel successivo powerplay nulla di fatto per i meneghini con la difesa asiaghese che si destreggia alla grande. Poi Surma sfiora il vantaggio con la sua conclusione che si perde sul fondo di pochi centimetri. Al 18’ prodezza di Stephenson che mette il puck all’incrocio dei pali in maniera imparabile.

Ripresa che inizia con l’Asiago vicino alla marcatura con Surma. Poi è Stanley a liberarsi in area ma Szuper si oppone. Al 23’ Defrenza va via solitario ed è atterrato da un difensore, per il capo arbitro Pianezze è tiro di rigore. Del tentativo di trasformazione se ne incarica Surma che fa secco l’ex-Asiago con il puck che si infila nell’angolino basso. Un minuto dopo brutta carica su Rodeghiero con il giocatore costretto a lasciare il ghiaccio. Pianezze però non sanziona il fallo con il pubblico dell’Odegar che insorge contro il direttore di gara. Nel successivo ingaggio Scandella si inventa un numero dei suoi eludendo un difensore e mettendo il puck imparabile nell’angolo alto. Asiago che prova a reagire affidandosi a Surma che esalta ancora una volta il portiere meneghino. Nel finale di tempo dubbia penalità a Testa.
Terza ed ultima frazione che inizia con gli ospiti in superiorità numerica ma Bellissimo non corre pericoli. Al 45’ invece questa volta con l’Asiago in powerplay è DeFrenza ad andare vicino al pareggio con Szuper a compiere una prodezza in due tempi. Padroni di casa che fanno la partita e Milano chiuso in difesa. Al 47’ Surma tira da posizione defilata con il puck che si ferma sulla linea di porta senza che nessun compagno ne approfitti. Tre minuti dopo discesa di Parco, ottimamente assistito da Benetti, con Szuper che sventa in due tempi. La partita si trascina verso gli ultimi secondi senza nessuna azione degna di nota; così al 58’ Camazzola si gioca la carte del sesto uomo di movimento in più richiamando Bellissimo in panchina. I padroni di casa però non riescono ad imbastire l’offensiva e la penalità comminata a Plastino a 30 secondi dal termine mette la parola fine alla partita.

MARCATORI: 0.43 Borrelli (Johnson, Parco); 14.07 Scandella (Strazzabosco);18.40 Stephenson (Scandella, Evans); 23.43 Surma Penalty; 25.29 Scandella (Stephenson,

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: Bellissimo, Pavone; Basso, Johnson, Loya (A2), Plastino, Rossi, Testa; Benetti, Borrelli, Busa, Defrenza, Parco (C), Rodeghiero (A1), Stanley, Strazzabosco, Surma, Tessari M, Tessari N, Topatigh.
Allenatore: Jimmy Camazzola

MILANO VIPERS: Della Bella, Szuper; Kelly, Kurtz, Lehtinen, Mair, Raymo, Strazzabosco (C), Trevisani; Caletti, Evans (A2), Iannone, Insam, Lefebvre, Mantovani, Mazzacane, Migliore, Scandella (A1), Simon, Stephenson.
Allenatore: Adolf Insam

ARBITRI: Pianezze (De Toni, Soia)

Tags: