Cortina – Alleghe: agli agordini il primo derby stagionale

di Alberto Manaigo

CORTINA-ALLEGHE 1-2 (0:0; 0:0; 1:2)

Cortina contro Alleghe. Un classico dell’hockey italiano. Questa sera le due formazioni bellunesi si incontrano all’Olimpico di Cortina. Unico assente della partita Enrico Chelodi costretto a seguire (ancora per questa volta soltanto) i suoi compagni dalla tribuna a causa dell’ormai nota squalifica di 15 giorni inflittagli dal Giudice Sportivo. Il ritmo è buono sin dai primi minuti: Lorenzi tenta di sorprendere Maund con un tiro dalle poche pretese, mentre sull’altro versante è Souza che tenta l’azione personale girando attorno alla porta di Askey e concludendo di poco a lato in backhand. E’ Francesco Adami a procurare il primo brivido ai proprio tifosi: il giovane ampezzano recupera un bel disco e serve un assist che Cote non tocca per un soffio. Nell’Alleghe, invece, uno dei più attivi è Clarke: il canadese tira spesso verso Maund creando qualche grattacapo all’estremo difensore ampezzano. Al 12:28 azione insistita di Deschenes: puck recuperato nell’angolo e assist per Savoia il cui disco finisce di poco a lato.

La prima frazione termina col tabellino immacolato nella colonna delle marcature.

Il secondo tempo ricalca l’andamento del primo e, dunque, un conseguente sostanziale equilibrio. La prima occasione capita sulle stecche ampezzane: Da Corte tira dalla blu e Deschenes abbassa la traiettoria del disco che, però, termina a lato di un soffio. Al 4:43 un bel tiro di Harder viene parato da Maund, costretto al doppio lavoro sul rebound di Nicola Fontanive. Sarà l’ultima azione della partita per il giovane alleghese, costretto poco dopo a lasciare il ghiaccio per una distorsione alla caviglia.
I cambiamenti di fronte si susseguono senza portare, però, risultati concreti a nessuna delle due formazioni.

Nella terza ed ultima frazione il Cortina ha la ghiotta occasione di giocare in 5 contro 3 ben 66 secondi, ma Jacobsen e Bilotto possono rientrare sul ghiaccio senza che la porta di Askey venga violata dall’attacco ampezzano.
La netta sensazione è che la prima squadra ad andare a segno farà suo il risultato: all’8:54 Harder, appena uscito dal penalty box riceve sulla blu, entra nel terzo offensivo e lascia partire un gran tiro che si infila nel sette alla sinistra di Maund. Ora gli equilibri vengono inevitabilmente meno. Il Cortina tenta di riequilibrare le sorti dell’incontro, ma cosi facendo presta il fianco ai contropiedi avversari. Proprio in seguito ad uno di questi Lino De Toni riesce a battere per la seconda volta Maund. I ragazzi di Gosselin provano a reagire ed accorciano le distanze al 17:52 con Deschenes che tocca sotto rete un assist di Souza ottimamente pescato da Da Corte.
Il coach ampezzano chiama il time out, prova a richiamare Maund in panchina ed il Cortina va vicino alla rete del pareggio con Savoia, ma saranno Ivany ed i suoi a gioire a fine partita.

Seconda sconfitta consecutiva per gli ampezzani che dopo essere caduti a Bolzano, lasciano i due punti anche all’Alleghe. Nel prossimo incontro all’Olimpico arriverà il Pontebba mentre l’Alleghe farà visita al Brunico al Lungorienza.