Recap

Ven 5 Ott 2007

Penguins – Hurricanes 1-4 (0-2; 0-2; 1-0)
Esordio amaro per tutta la truppa di Pittsburgh che ha giocato una partita molto brutta e priva di profondità mentre pronto riscatto per Carolina che si aggiudica meritatamente due punti. Da segnalare un Cam Ward in serata di grazia a cui fa da contraltare un Fleury opaco, sostituito ad inizio terzo tempo.

Ducks – Blue Jackets 0-4 (0-2; 0-0; 0-2)
Proseguono le trasferte dei campioni uscenti ed altro risultato negativo, con passivo limitato da Bryzgalov, ma comunque pesante. Per Columbus una partita tenuta sempre sotto controllo ed una stagione che vista la doppietta di Nash e il buon gioco espreso si prospetta sicuramente più roseo della scorsa stagione.

Islanders – Sabres 6-4 (3-3; 2-1; 1-0)
Si gioca a viso aperto a Buffalo e il risultato lo dimostra ampiamente. Il mercato di New York sponda Islanders sembra essere stato mirato, e i nuovi acquisti Comrie, Fedotenko e Guerin non deludono. Partenza falsa invece per Buffalo che incassa e guarda avanti.

Capitals – Trashers 3-1 (2-0; 0-1; 1-0)
Seconda partita giocata in maglia Capitals e primo gol messo a referto da Nylander nell’affermazione dei Capitals su Atlanta per 3-1. Ovechkin che sembra avere un conto aperto con i Thrashers avendo messo a segno contro di loro ben 29 punti in carriera, mette lo zampino nel terzo gol assistendo Kozlov. Di Erskine il terzo gol di Washington mentre il gol di Atlanta, messo a segno nel secondo periodo porta la firma di Little. Da segnalare anche l’esordio "bagnato" con un assit del rookie di Washington Backstrom.

Bruins – Stars 1-4 (0-1; 1-2; 0-1)
Vittoria facile per Dallas che sbriga la pratica Boston con un perentorio 4-1 che lascia poco spazio ai dubbi sull’andamento del match. Di Joel Lundqvist, Hagman, Morrow (per lui anche un’assist) e Zubov le reti di Dallas mentre il gol dei Bruins e’ di Bergeron

Sharks – Canucks 3-1 (3-0; 0-0; 0-1)
Buona affermazione esterna di S.Jose’ che batte a domicilio Vancouver 3-1 grazie alla doppietta di Roenick (il #27 di S.Jose’ e’ terzo tra i giocatori americani per numero di punti in carriera con 1.172;meglio di lui solo Modano con 1.227 e Housley con 1.232) e al gol di Joe Thornton.Per Vancouver il gol del 3-1 arriva nel terzo periodo dalla stecca di Brendan Morrison

Sab 5 Ott 2007

Maple Leafs – Canadiens 4-3 (1-1; 1-2; 1-0; OT 1-0)
Esordio stagionale all’Air Canada Centre per i Leafs che dopo un avvio di stagione tutto meno che brillante devono rialzarsi. In realtà è Montreal che sale in cattedra e sembra che la serata sarà molto tranquilla in quanto guidano già 3-1 quasi al termine del secondo periodo. Ci pensa però Ponikarovsky che assistito da Sundin (per lui 3 assist sabato) rimette tutto in discussione. Gli stessi due giocatori pareggiano i conti al 2’55’’ del terzo periodo. Con questo risultato termina la regulation e si passa all’overtime dove Toronto, ormai data per spacciata da tutti, si rialza e grazie a Kaberle segna il goal che regala la vittoria alla squadra dell’Ontario.

Rangers – Senators 0-2 (0-2 0-0 0-0)
Battuta d’arresto per le Blueshirts che si devono arrendere ai vice-campioni NHL di Ottawa che si affermano 2-0 nel match casalingo del Sabato e incamerano la terza vittoria consecutiva e rimangono imbattuti in questo iunizio di stagione; di Meszaros e Alfredsson i gol per i Flames mentre Gerber incamera il primo shutout stagionale grazie ai 35 salvataggi effettuati.

Sabres – Islanders 2-3 (1-0 0-1 1-2)
Sembra proprio, in questo primo scorcio di stagione, che il GM Newyorkese abbia di che fregarsi le mani: nonostante tutte le critiche piovute per aver lasciato partire giocatori del calibro di Blake e Smyth, la nuova linea d’attacco targata Comrie, Guerin, Fedotenko stende i detentori del President Trophy nonostante Buffalo abbia giocato una buona partita.

Hurricanes – Capitals 0-2 (0-1 0-1 0-0)
Dopo aver sorprendentemente surclassato Pittsburgh, Carolina si compiace un po’ troppo e lascia la scena ai rinnovati Washington che non lasciano neppure un goal, regalando lo shutout al tedesco Kolzig.

Devils – Panthers 4-1 (1-1 2-0 1-0)
Ancora una volta, la difesa si conferma essere il fiore all’occhiello di New Jersey anche se fra i pali non c’è Brodeur, ma il nuovo acquisto Weekes. Madden trascina con una doppietta i suoi, mentre a Nashville non serve il maggior numero di tiri in porta per portare a casa punti.

Ducks – Penguins 4-5 (1-1 1-2 2-2)
Partita combattuta tra i campioni in carica della NHL
e i Pens di Crosby e Malkin.Per il capitano di Pittsburg da registrare un’assist mentre per Sykora ci sono due reti ed una assistenza e due assist per Roberts.Ad Anaheim non basta la buona prova di Beauchemin autore di 3 assist e di Kunitz che realizza 2 reti ed un’assist.

Thrashers – Lightning 2-5 (0-1 1-2 1-2)
Vittoria schiacciante di Tampa e risultato più stretto di quel che poteva essere. La svolta della gara è da ricercarsi molto probabilmente nel gol in inferiorità siglato da Richards nella seconda frazione, proprio nel momento in cui Atlanta stava profondendo il massimo sforzo per raggiungere il pareggio. St. Louis si fa notare come suo solito per una tripletta di assist.

Flyers – Oilers 3-5 (0-0 3-3 0-2)
Partita con molti ex in campo: Sanserson, Pitkanen, Lupul e Smith. Il trade portato a termine dalle due franchigie lo scorso luglio però, almeno in questa occasione, premia Edmonton che sembra essersi dimenticata della disastrosa scorsa stagione. Decisivi sponda Oilers gli ex Philly: Sanderson e Pitkanen.

Stars – Predators 1-5 (0-1 0-2 1-2)
Nashville si garantisce i due punti messi in palio nell’incontro con una superba tripletta di David Legwand e un’ottima serata di Erat che marca tre assist. In casa Dallas a difendere la gabbia non c’è Turco, e la differenza si nota, il back-up Smith non è all’altezza della serata e la percentuale 0.809 non lascia dubbi.

Blue Jackets – Wild 2-3 (1-1 1-0 0-2)
Due tempi di buon gioco non bastano a Columbus per tornare da Minnesota con la vittoria, i padroni di casa sono sempre rimasti in partita e nel corso del terzo tempo hanno sferrato l’affondo decisivo per la vittoria. I Wild sembrano proseguire sulla falsa riga del finale della scorsa stagione, mostrando ulteriori progressi.

Red Wings – Blackhawks 3-4 (1-0 2-1 0-2 0-0OT 0-1)
Per la serie giovani stelle sul ghiaccio di Chicago, Patrick Kane, il talento draftato per primo nel 2007, consegna un punto aggiuntivo ai suoi compagni di squadra battendo sua maestà Dominik Hasek nel suo turno di shootout. Questa vittoria può essere segno di una progressione che da qualche anno si attende a Chicago.

Bruins – Coyotes 3-1 (2-0 0-1 1-0)
Anche in questa partita si può ricercare una svolta ben precisa nel corso della gara: nel corso del quarto minuto di gioco, Boston segna due reti, di cui una in inferiorità e spezza le gambe a Phoenix. Il neo arrivato Kapanen prova a riaprire la partita, ma Sturm chiude i conti e rimette a posto le cose per i Bruins.

Canucks – Flames 4-3 (0-1 3-0 0-2 1-0OT)
Un altro derby canadese va in archivio e ancora una volta le emozioni non sono mancate: la partita è stata vissuta su fasi altalenanti in cui a tratti sembrava si potesse intraprendere una direzione ben precisa, ma il finale è stato deciso agli overtime. Quando ormai un punto sembrava in cassaforte, a 5 secondi dagli SO, Daniel Sedin gela il pubblico di casa e arraffa l’intera posta.

Blues – Kings 5-3 (0-1 1-2 4-0)
Bel duello, giocato a viso aperto tra due team che hanno cambiato molto e alla nuova stagione chiedono una migliore classifica. Primi due frazioni di gioco in cui Los Angeles comanda le operazioni e si garantisce due lunghezze di distacco. Il terzo tempo però stravolge l’ordine delle cose e quattro gol, tra cui quello del sorpasso firmato Johnson, permettono ai Blues di uscirne vincitori.

Dom 7 Ott 2007

Sharks – Avalanche 2-6 (0-2; 1-0; 1-4)
E’ troppo tardi per il Calder trophy, ma Stastny sembra non curarsene è butta sul ghiaccio una serata da campioni, questa volta a disposizione della squadra: oltre alla soddisfazione personale del gol, aggiunge ben 4 assist che confermano quanto il suo utilizzo sia fondamentale nell’economia Colorado. Difficile giudicare San Josè che ad inizio terzo tempo becca 4 reti in meno di 8 minuti.