Stupenda prova del Valpusteria contro il Bolzano

di Ivan

HC VALPUSTERIA – HC BOLZANO 10:4 (3-0, 2-4, 5-0)

Ultima partita del secondo girone d’andata ed al Lungorienza va di scena il classico derby altoatesino tra il Valpusteria ed il Bolzano. Spalti gremiti fino all’ultimo posto (2200 spettatori) e grande attesa per un Valpusteria che nelle ultime partite casalinghe ha fatto vedere delle cose egregie. Il Bolzano dal canto suo invece arriva con la bellezza di 16 gare consecutive imbattute è vuole sicuramente difendere il primato della classifica. Nel Valpusteria ancora assente Marchiori (dovrebbe rientrare fra una settimana), mentre il Bolzano deve fare a meno di Lewis, squalificato per 3 giornate dal giudice sportivo per i noti fatti di Milano.
Il Valpusteria parte subito bene e sul primo affondo riesce a trovare subito il vantaggio con Kelly che è bravo a depositare il disco in porta dopo una corta respinta di Namouvs su un tiro dalla blu di Mair. La reazione del Bolzano non si fa aspettare ed è veemente. Specialmente quando al 7° il Bolzano si trova in superiorità è rimane per quasi tutti i due minuti in zona offensiva per Ottosson che è bravo a respingere i vari tentativi. Al 10° Pichler manda fuori per due minuti Faggioni ed un minuto dopo Ramoser Florian e così i lupi gialloneri trovano il 2-0 in doppia superiorità con un bel tiro dalla media distanza di Mair, che non lascia scampo a Namouvs. La partita è bella e molto combattuta, anche se spesso si intravede la differenza di classe tra le due compagini. Però il Valpusteria stasera mette sul ghiaccio tutta la sua grinta ed il suo cuore ed anche la fortuna sta dai pusteresi, quando Namouvs riesce a respingere con bravura due conclusioni consecutive di Bona e Mair, ma il disco rimane fermo davanti allo slot e Moger è il più veloce a spingere il disco dietro la linea. Con il risultato di 3-0 in favore dei padroni di casa si va al periodo centrale ed il Bolzano si porta subito in avanti nell’intento di accorciare le distanze. Ci riesce anche subito con un tiro dalla media distanza di Insam e subito dopo il Bolzano usufruisce di una superiorità numerica per un fallo di Mair. La pressione del Bolzano è forte e ci sono parecchie conclusione verso la porta del Valpusteria. E proprio su un tiro di Insam dalla blu il Bolzano trova la seconda rete e si rimette in partita. Passano 3 minuti e comincia una serie di penalità a carico del Bolzano, che stasera si mostra molto falloso. Con Ramoser Roland e Bahen in panca puniti il Valpusteria trova la rete del 4-2 con Moger, che in girata spara un tiro verso Namouvs, che non lascia scampo all’estremo bolzanino. Intanto Mike Omicioli si è beccato 10 minuti per cattiva condotta ed anche Faggioni e Coleman hanno preso posto sulla panca puniti. Così il Valpusteria si trova ancora una volta in doppia superiorità e va ancora in rete con il forte difensore Mair, che spara una bomba dalla blu, che si insacca nell’angolino basso. Sembra che il Valpusteria abbia di nuovo in mano le redini della partita, ma così non è. Il Bolzano non si da per vinto e negli ultimi 2 minuti del periodo centrale riesce a riaprire la partita con due marcature, portando il risultato sul 5-4. Prima Bouchard trova l’angolino basso con un bel tiro in backhand e a 13 secondi dalla fine Bahen e lesto ad approfittare di una corta respinta di Ottosson su un tiro di Ramoser Roland.

Si va al periodo conclusivo ed il pubblico si aspetta un forcing del Bolzano per raddrizzare la partita, ma a sorpresa di tutti la partita prende un piega totalmente diversa. Passano appena 38 secondi ed il Valpusteria si porta sul 6-4 con la rete più bella della serata. Moger dalla propria zona difensiva lancia su Bona appostato sulla blu offensiva, entra in zona e passa in mezzo per Eriksson che solo davanti a Namouvs finta il tiro per poi superarlo in backhand. Lo stadio è in delirio e la sensazione sembra essere sempre più vicina. Specialmente quando Moger trova la rete del 7-4 con una deviazione volante su un tiro dalla blu di Johnson. Il Bolzano prova un sterile reazione, che però non da i frutti sperata e d’ora in poi sembra che la compagine bolzanina non ci creda più. Il lupi dal canto loro invece continuano a macinare gioco e sembrano essere in una giornata di gloria. Cosi il Valpusteria prima va sul 8-4 con Aquino che gira la porta e beffa Namouvs sul primo palo, poi a due minuti dalla sirena finale Kelly in doppia superiorità trova la 9° marcatura con un bel diagonale nell’angolo. Passano appena 45 secondi ed è il giovane Trenker che riesce a portare le marcature a 10 su un bell’assist di Johnson. Il Lungorienza sembra un bolgia e tutto lo stadio è in festa per una delle più belle prestazioni dei lupi gialloneri nella loro storia. Per il Bolzano invece uno stop imprevisto dopo 16 turni con una sonora sconfitta,forse a causa di aver sottovalutato l’avversario.

MARCATURE:
1-0 Kelly (02:10 = Oberrauch, Mair)
2-0 Mair (12:07 = Eriksson, Kelly)
3-0 Moger (19:14 = Mair, Bona)
3-1 Insam (21:24 = Omicioli Mike, Ramoser Roland)
3-2 Insam (23:56 = Omicioli D., Omicioli M.)
4-2 Moger (28:50 = Bona, Mair)
5-2 Mair (31:32 = Kelly, Bona)
5-3 Bouchard (37:30 = Nelson, Insam)
5-4 Bahen (39:47 = Ramoser Roland, Faggioni)
6-4 Eriksson (40:38 = Bona, Moger)
7-4 Moger (48:18 = Johnson, Eriksson)
8-4 Aquino (54:39 = Oberrauch, Kelly)
9-4 Kelly (58:14 = Eriksson, Bona)
10-4 Trenker (58:59 = Johnson, Willeit)

PENALITA’: Valpusteria 8 – Bolzano 44

TIRI IN PORTA: Valpusteria 36 – Bolzano 32