Mercato rovente: protagonisti assoluti Jokerit e Lukko

di Davide:

mai negli ultimi anni si era visto un mercato dei trasferimenti così vivace: tutte le squadre si sono praticamente già rinforzate per la prossima stagione, pochi giorni dopo la conclusione dei playoffs. Protagonista assoluto di questo scorcio di mercato lo Jokerit, e non poteva essere altrimenti vista la disastrosa stagione vissuta, che ha messo a segno i colpi più altisonanti, cercando di coprire tutti quei ruoli – attacco e soprattutto portiere – che sono stati il tallone di achille quest’anno. Come detto la dirigenza non ha badato a spese, assicurandosi il meglio o quasi di ciò che ha offerto quest’anno la SM-Liiga.
Dai cugini dell’HIFK sono arrivati il coach canadese Doug Shedden (giocatore del Bolzano all’inizio degli anni ’90) che ha lavorato molto bene con i "gatti" e l’attaccante classe ’82 Kim Hirschovits (14 reti quest’anno). Volti nuovi in difesa, con l’ingaggio di Mikko Kuparinen dagli svedesi del Brynäs IF e di Marko Tuulola che rientra dal Rapperswil. In attacco arrivano due grossi nomi: Jani Rita dai Pittsburgh Penguins e la rivelazione Jyrki Louhi dai campioni dell’HPK. Ma il vero colpo è in gabbia: i "giullari" hanno infatti vinto l’asta per Juuso Riksman, rivelazione assoluta della SM-Liiga con l’Ässät finalista, eletto miglior portiere dell’anno. Per ora solo tre le partenze, tutte in attacco: Toni Dahlman finito al Lukko

e l’ex Friborgo Hannes Hyvönen, uno dei pochi a salvarsi l’anno scorso, andato al Kärpät e Ilari Filippula ceduto al JYP Jyväskylä
Se lo Jokerit può permettersi spese folli, le altre grandi dell’hockey finnico non stanno di certo a guardare.
Il KARPAT ha colmato i vuoti lasciati dalla partenza di Petr Tenkrat (al Berna),come detto, con l’arrivo di Hyvönen ed in previsione del quasi scontato addio di Lasse Kukkonen (NHL in vista per lui) ha prelevato dai campioni dell’HPK Jukka-Pekka Laamanen, miglior difensore (proprio assieme a Kukkonen) della SM-Liiga. Non ancora colmate in attacco, invece, le pesanti perdite di Juha-Pekka Haataja e Pekka Saarenheimo, finiti entrambi all’ambizioso Lukko da cui è arrivato l’ex nazionale junior Teemu Normio. Nuovo backup, infine, per Backstrom: dallo Jukurit (Mestis) arriva Jaakko Suomalainen.

I campioni dell’HPK perdono pedine fondamentali come Jukka-Pekka Laamanen,Jyrki Louhi,Pasi Nielikäinen (HIFK) e Jukka Voutilainen (HV71 – Svezia),praticamente l’ossatura della csquadra campione, rimpiazzati da giocatori certamente non dello stesso valore: sono arrivati fino ad ora gli svedesi Jonas Andersson dall’Ilves e Fredrik Svensson dall’Ambrì, Antti Pihlström dal SaiPa e lo svizzero Philippe Seydoux dal Kloten. Discorso a parte per quelli che sembrano gli arrivi di maggior qualità: Aki Uusikartano dall’Ässät, uno dei migliori giocatori quest’anno, e il prolifico Joonas Vihko dal SaiPa. Basteranno? Sarà davvero dura riconfermare il titolo se il mercato finisse qui.
Detto dell’HIFK, che sceglie di rimpiazzare Shedden con l’ex coach dei Phoenix Coyotes Bob Francis e firma Pasi Nielikäinen e Mika Niskanen (ex HV 71) e del TPS TURKU, che sembra aver scelto il Nord America come terreno di caccia: arrivano infatti Aki-Petteri Berg (Toronto), Jani Hurme (Portland AHL),Teemu Kesä (Albany River Rats – AHL)più il difensore Jesse Saarinen dall’Ässät, chiudiamo questa panoramica con l’altra protagonista del mercato: il Lukko Rauma, altra squadra reduce da una stagione negativa, che ha deciso di fare le cose in grande: a partire dalla panchina, affidata all’artefice del miracolo Ässät Mika Toivola, la dirigenza giallonera ha poi firmato, come detto, due colonne del Kärpät come Juha-Pekka Haataja e Pekka Saarenheimo, Toni Dahlman dallo Jokerit,Henrik Juntunen e Marko Luomala dall’Ilves, il difensore Jiri Hunkes dai cechi del Trinec, i portieri Pasi Häkkinen dai danesi dell’Herning e Markus Korhonen (ex Karpat)dal Brynäs, il promettentissimo difensore classe ’86, nazionale juniores Esa Lehikoinen dallo Jokipojat Joensuu, il veterano Kari Martikainen dallo Jokerit, Petri Tähtisalo, difensore classe ’81 che ha finalmente una importante chance in SM-Liiga dopo anni passati al TuTo Turku in Mestis ed infine Mikko Viitanen, di ritorno dagli USA (Lovell Lock in AHL)ed il ceco Josef Straka dallo Sparta. Tra le partenze da notare quelle della punta Sami Ryhänen al SaiPa e dei portieri Antti Bruun e Antti Jokela finiti entrambi in Svezia, rispettivamente al Mora e al Nybro.

I movimenti delle altre squadre in un prossimo articolo