Coppa Italia, il tris del Milano

I Vipers superano 2-0 un Cortina falcidiato dalle assenze e si aggiudicano per la terza volta la coccarda tricolore

HC Junior Milano Vipers – SG Cortina Segafredo Zanetti 3-0
(0-0; 2-0; 1-0)

Marcatori: 2 t. 3’11” Tkaczuk PP1; 11’41” Felicetti (Helfer); 3 t. 2’03” M. Molteni (Peca)

HC Junior Milano Vipers: Eriksson (Della Bella); Borgatello, Helfer, Joseph, Lehtonen, Mansi, Peca, Strazzabosco; Busillo, Chitarroni, Christie, Di Stefano, Felicetti, Lysak, A. Molteni, M. Molteni, Savoia, Tkaczuk. Coach: Adolf Insam.
SG Cortina Segafredo Zanetti: Alberti (Valle Da Rin); Bernardi, Casparsson, Ciglenecki, Da Corte, Mulick, Signoretti, Zandonella; Fe. Adami, De Bettin, Ekelund, Giuliano, Grossi, Hammar, Hult, Menardi, Meneghetti, S. Stevanoni. Coach: Rolf Nilsson
Arbitri: Pianezze, De Toni, Soia
Penalità: Milano 38’ (4’; 20’; 14’) – Cortina 8’ (4’; 4’; 2’)

Milano si conferma capitale dell’hockey su ghiaccio nazionale aggiudicandosi la Coppa Italia 2005-2006, la terza della sua storia, battendo sul ghiaccio amico dell’Agorà il Cortina per 3-0. Grazie a questo successo i Vipers raggiungono l’Asiago nell’albo d’oro del secondo trofeo nazionale.

Colpo di scena al momento di leggere i roster delle due squadre. Tra gli ospiti, infatti, oltre agli annunciati Gordon, Tuzzolino e Francesco Adami, manca anche il goalie titolare Francois Gravel, alle prese con un problema muscolare ad una spalla. Coach Nilsson è dunque costretto a gettare nella mischia il back up Andrea Alberti, e a portare in panchina il giovanissimo (appena 16 anni) Martino Valle Da Rin, figlio del “mitico” Gianfranco. Per rimpolpare il roster gli ampezzani attingono anche dal farm-team Pontebba, inserendo nel line-up Felice Giuliano e Sasha Meneghetti. Nessuna assenza, invece, in casa Vipers.
Cortina imposta una partita prettamente difensiva, cercando di chiudere ogni spazio in zona neutra, e Milano fatica a costruire gioco. De Bettin ha addirittura il disco buono per portare il Cortina in vantaggio, ma non è preciso nella deviazione. Dall’altra parte sale invece in cattedra Andrea Alberti, che si fa sempre trovare pronto: da applausi, in maniera particolare, una “pinzata” di puro istinto su tiro di Andrea Molteni da breve distanza.
“Fort Alberti” regge sino al terzo minuto del secondo tempo, quando Tkaczuk trova la rete del vantaggio in power-play sfruttando un rebound corto concesso dalla difesa ampezzana. Cortina ha subito l’occasione per riportarsi in parità con Casparsson e Da Corte, che non trovano però la porta. La svolta al match arriva poco dopo il giro di boa del 30esimo minuto: Helfer serve Felicetti nello slot, e l’attaccante italo-canadese mette a sedere Alberti con una finta e lo supera in back per la rete del 2-0. Cortina accusa il colpo, e rischia di crollare sotto i “morsi” delle vipere (da standing ovation un coast to coast di Tkaczuk), ma in chiusura di periodo va vicinissimo al gol che riaprirebbe la partita in situazione di doppia superiorità numerica. Eriksson è però straordinario nel chiudere la porta alla fiondata a botta sicura di Hammar, e sul tiro successivo Casparsson non inquadra la gabbia.
L’imprecisione del Cortina in power-play viene pagata a carissimo prezzo in apertura di terzo e ultimo tempo, quando arriva il gol che chiude il match: ancora terza linea milanese protagonista, con il tiro di Peca dalla blu deviato alle spalle di Alberti da parte di Matteo Molteni. Gli ampezzani non hanno più la forza di reagire, ma prima di dare il via ai festeggiamenti per la terza Coppa Italia della sua storia, i Vipers hanno la possibilità di fare poker. Pianezze assegna infatti un rigore ai padroni di casa, e Alberti si guadagna la palma di Mvp della serata per la sua squadra fermando il tentativo di Chitarroni. Con la sirena di fine partita inizia la festa per i circa 3mila tifosi rossoblù. La finale di Coppa Italia Milano-Cortina sarà trasmessa martedì sera, a partire dalle ore 21.30, sull’emittente satellitare Sky Sport 2 con la telecronaca affidata alla coppia Pietro Nicolodi-Martin Pavlu.

COPPA ITALIA – ALBO D’ORO
’91-’92 Caoduro Asiago Hockey AS
’97-’98 HC Courmaosta Lions
’00-’01 Supermercati A&O Asiago Hockey
’01-’02 Supermercati A&O Asiago Hockey
’02-’03 HC Junior Milano Vipers
’03-’04 HC Forst Bolzano Foxes
’04-’05 HC Junior Milano Vipers
’05-’06 HC Junior Milano Vipers

Michele Bolognini
Ufficio Stampa Settore Hockey