2. giornata. Cade malamente l’Ambri a Ginevra

di gio

Ginevra/Servette-Ambri Piotta 8-4 (2-1;3-2;3-1)

1-0 07:34 Goran Bezina
1-1 16:29 Jean-Guy Trudel
2-1 19:58 Jakub Horak
3-1 24:57 Kevin Romy
3-2 28:58 Alain Demuth
3-3 36:19 Eero Somervuori
4-3 37:46 Jan Hlavac
5-3 38:41 Yorick Treille
6-3 41:46 Yanick Lehoux
6-4 47:30 Hnat Domenichelli
7-4 53:53 Yorick Treille
8-4 55:54 Jan Hlavac

La sfida tra le due squadre che non hanno subito reti nella prima giornata di campionato si è rivelata una partita dalle porte aperte. Il Ginevra ha disputato una buona partita e fino a quando il risultato è rimasto in bilico ha contrastato bene gli assalti degli attaccanti leventinesi. Il Ginevra non è il Basilea e l’Ambrì ha pagato gli errori difensivi che neppure il bravo Züger questa sera è riuscito a mascherare.

Basilea-Friborgo Gottéron 3-1 (0-0;2-1;1-0)

0-1 23:12 Frank Banham
1-1 26:58 Eric Landry
2-1 39:44 Eric Landry
3-1 59:58 Stefan Hellkvist

La sfida tra le due squadre più deboli del lotto secondo la stampa specializzata ha visto la prima vittoria stagionale del Basilea che dopo la scoppola rimediata la sera prima alla Valascia ha registrato meglio la difesa. Il Friborgo non ha approfittato degli attimi di smarrimento nel primo periodo dei renani e, complici le molte penalità, ha pagato dazio. Per questo Friborgo, che aveva inpressionato favorevolmente nel precampionato, il lavoro non manca.

Davos-Berna 3-2 dts (2-1;0-0;0-1;1-0)

1-0 11:34 Landon Wilson
1-1 17:17 Sébastien Bordeleau
2-1 18:43 Brett Hauer
2-2 47:06 Sébastien Bordeleau
3-2 64:34 Andres Ambühl

Il Davos che nel precampionato non aveva affatto impressionato rimanda a casa sconfitto un Berna che una volta ancora ha rimediato troppe penalità. Una rete nell’overtima di Ambühl a soli 26 secondi dal termine ha premiato la squadra che ha giocato meglio.

Zugo-Rapperswil/Jona Lakers 3-3 dts (2-1;0-1;1-2;0-0)

1-0 06:05 Gian Marco Crameri
2-0 18:11 Corsin Casutt
2-1 32:45 Claudio Micheli
3-1 44:24 Patrick Oppliger
3-2 47:47 Deny Bärtschi
3-3 52:46 Cyrill Geyer

Disputando la sua onesta partita il Rapperswil riesce a uscire imbattuto dalla difficile pista di Zugo. Partono bene i padroni di casa ma calano alla distanza permettendo agli ospiti di raggiungere il pareggio. A nulla è servito l’overtime giocato dai padroni di casa per due minuti in superiorità. La divisione della posta in paglio è stato il giusto premio per le due squadre.

Lugano-Kloten Flyers 2-1 dts (0-0;0-1;1-0;1-0)

0-1 21:07 Marcel Jenni
1-1 40:22 Jukka Hentunen
2-1 62:31 Sandy Jeannin

Un Lugano disordinato è riuscito a vincere una partita che gli aviatori non avrebbero meritato di perdere. Il Kloten, con i suoi giovani schierati regolarmente, ha messo più volte in difficoltà una difesa del Lugano tutt’altro che impermeabile. Passano in vantaggio ad inizio del secondo periodo gli ospiti in contropiede con l’ex di turno tornato dalla sua esperienza svedese Jenni che con una deviazione al volo sfrutta un assist di Rintanen e trafigge Rüeger. Il Lugano cerca di reagire ma la confusione regna sovrana nelle manovre bianconere e il Kloten ne approfitta per farsi pericoloso più volte dalle parti del portiere bianconero. Inizia il terzo periodo e il Lugano pareggia approfittando di un infortunio dell’ottimo portiere Stephan che si lascia sfuggire il puck alle sue spalle. La partita cambia e il Lugano comincia a lottare alle assi e prende il sovpravvento sugli ospiti che però si rendono pericolosissimi in contropiede ma il risultato non cambia e si va all’overtime. Il Kloten prova a vincere la partita e schiaccia il Lugano nel suo terzo di difesa ma in contropiede sono i bianconeri a realizzare con Jeannin che approfitta di una corta respinta del portiere ospite.
Un buon Kloten questo della nuova gestione che darà grattacapi a molte squadre e un Lugano che almeno stasera, a differenza della partita di Berna ha lottato nel terzo periodo per ottenere i due punti che calmano l’ambiente e permetteranno ai tecnici di lavorare un po più tranquillamente in settimana.

Tags: