Varese: la salvezza forse passa per l’HC Lugano

Forse è presto per parlare di una soluzione della difficile situazione del Varese ma l’incontro con gli esponenti ticinesi dell’HC Lugano lascia sicuramente aperta la strada della speranza.
Si sta dunque formando una cordata nel tentativo di portare la società bosina all’iscirizione al massimo campionato a cominciare dagli esponenti del gruppo “SOS Varese” che sono in prima linea dall’inizio della crisi e che hanno tenuto costantemente i contatti con il Comune di Varese nella persona dell’Assessore Caccianiga che si presenta come vero e proprio punto di riferimento collante tra le istituzioni cittadine ed i “nuovi arrivati”.
Già perchè è proprio da questo aspetto che arrivano le notizie più interessanti. La società ticinese infatti ha preso contatti diretti partecipando alla riunione con il proprio staff dirigenziale.

La presenza del presidente del consiglio di amministrazione Beat Kaufmann e dell’assistant coach della prima squadra Ivano Zanatta evidenzia un elevato interesse sia dal punto di vista commerciale che sportivo.
Per l’HC Lugano la possibilità di gestione e amministrazione del PalaAlbani potrebbe risultare un’importante sbocco anche dal punto di vista commerciale e dell’immagine della propria società.
Manca però ancora un tassello che è quello delle istituzioni sportive che regolano l’hockey su ghiaccio a livello nazionale ma a Varese ormai la ruota è in movimento e già mercoledì gli esponenti della FISG saranno a Varese per rendersi conto in prima persona degli ultimi sviluppi.