Alvise Di Canossa presenta il Milano

di Nick

Nel nuovo Vipers Shop dell’Agorà i Vipers Milano presentano la stagione 2004-05.
Alvise Di Canossa fa gli onori di casa in compagnia di Migliore e Insam oltre all’importante presenza dell’assessore allo sport di Milano Brandirali.
In una conferenza stampa a 360° il presidente parla della squadra, dei nuovi progetti e dei nuovi obiettivi della società rossoblu.
Si inizia con la presentazione del Vipers Shop, negozio in cui la società “vende” il proprio marchio.
Situato all’interno dell’Agorà vi sarà possibile acquistare tutti i prodotti ufficiali del Milano.
Si passa poi alle altre iniziative del Milano in materia di comunicazione.
Ad un rinnovato Vipers Magazine verrà affiancato un bimestrale dedicato ai giovani tifosi: il nome di questa rivista è V-junior e sarà affiancato da un’altra iniziativa editoriale diretta al mondo delle scuole. Per quanto riguarda i media confermato l’accordo di collaborazione con radio reporter mentre per la televisione la FISG ha preso contatti con Sky e con Sport Italia per la realizzazione di un contenitore dedicato al campionato di serie A.

Si è poi passati al discorso sponsorizzazioni: sono da segnalare le conferme di marchi importanti quali Credem, Nike Timing e Saturn e l’ingresso di aziende come la Opel (attraverso la concessionaria Autosud) e Norda.
C’è stato inoltre un avvicinamento tra Milano e Agorà nel senso che anche grazie all’intervento dell’amministrazione comunale sono stati pianificati degli interventi strutturali per migliorare il palazzetto di via dei Ciclamini. Agorà intanto ha provveduto a migliorare l’impianto dotandolo delle nuove balaustre.
Ancora una volta Di Canossa ha parlato delle ambizioni europee del Milano. Ha ribadito l’impegno e la volontà di portare la città sul tetto d’Europa pur ammettendo alcune difficoltà legate al tipo di competizione che la IIHF mette di anno in anno a punto. I Vipers hanno espresso le proprie perplessità sulla nuova Continental Cup direttamente alla federazione internazionale: in particolar modo è stata contestata la formula ad invito che garantisce l’accesso alla finale a 4 a due squadre di fascia A (Dinamo Mosca e Zvolen) e ad una di fascia C (Alba Volan).
Parlando di squadra la voce è poi passata a Migliore e Insam.
Il roster è stato rivoluzionato cambiando metà dei giocatori a disposizione del coach e ringiovanito avendo abbassato l’età media di circa tre anni. Si è deciso di puntare su giocatori provenienti da campionati di buon livello, scegliendo di non intraprendere appieno la strada degli NHLers, pur confermando l’interesse e i contatti con altri giocatori per il dopo Amiens nel caso il lock-out dovesse protrarsi. Di Canossa ha parlato anche della vicenda Beattie confermando che il mancato accordo con il giocatore oriundo è stato sulla durata del contratto e ipotizzando un suo prossimo arrivo a Bolzano.
E’ stato inoltre fatto notare come la squadra sia stata costruita tenendo sempre d’occhio il bilancio e mantenendolo nell’ordine di circa 2milioni di euro per tutte le attività legate alla società.
E’ toccato quindi ai giocatori Busillo e Adams descrivere le loro sensazioni poche ore prima del via ufficiale della stagione: in particolare il neo capitano milanese ha parlato di una squadra capace già in allenamento di avere un ritmo più sostenuto rispetto a quello della scorsa stagione. Il tutto mentre simbolicamente Alvise Di Canossa gli consegnava la nuova divisa dei Vipers: molto simile a quella usata dall’HC Milano ad inizio anni 90 con bande tricolori lungo le maniche e logo Vipers ben visibile al centro.