PyeongChang 2018: Finlandia, Svezia, Rep.Ceca e Canada rispettano il pronostico.

Tutto secondo pronostico nella seconda giornata del Torneo Olimpico di Hockey su Ghiaccio. Nel Gruppo C ottima partenza per Finlandia e Svezia. Nel Gruppo A in evidenza Canada e Repubblica Ceca. Delude invece la Svizzera.

La Finlandia debutta con un successo sulla Germania nel Torneo Olimpico di Pyeongchang. Dopo un inizio equilibrato in cui ambedue le squadre sfruttavano al meglio due situazioni di power-play realizzando rispettivamente con Lepisto e Macek , con il bianconero Lajunen in panca puniti, gli scandinavi prendevano decisamente il largo portandosi nuovamente in vantaggio grazie a una rete del centro in forza al Berna Pyörälä. La formazione allenata da Marjamaki chiudeva definitivamente i conti già nel periodo centrale, nel giro di poco più di un minuto, grazie ai gol di Tolvanen, autore di un gol e tre assist, e di Kukkonen. E’risultato tardivo il tentativo di rientrare in partita dei tedeschi che, dopo aver accorciato le distanze con Hordler, venivano nuovamente infilati da un gol in superiorità numerica di Kemppainen.

Finlandia-Germania 5-2 (2-1, 2-0, 1-1)
Marcatori : (1-0) 03.13 Lepisto (Kontiola-Toivanen) PP1 ; (1-1) 08.44 Macek (Erhoff-Wolf) PP1 ; (2-1) 15.30 Pyörälä (Lajunen-Manninen) ; (3-1) 37.22 Tolvanen (Hartikainen-Kemppainen) PP1 ; (4-1) 38.43 Kukkonen (Kontiola-Tolvanen); (4-2) 41.51 Hordler ; (5-2) 52.48 Kemppainen (Tolvanen-Lepisto)

Anche senza Rasmus Dahlin, i campioni del mondo in carica della Svezia non hanno avuto problemi a disporre con facilità della Norvegia. E’stata una sfida a senso unico, aperta già dopo cinque minuti da una rete di Lindholm ben servito da Omark, ex Zugo. Vista l’inconsistenza offensiva di Thoresen  e compagni, incapaci di farsi vedere dalle parti di Fasth, i gialloblu hanno avuto vita facile realizzando la rete del raddoppio con Lander. Nel periodo centrale, chiuso senza reti, sono state soprattutto le penalità a farla da padrone. A chiudere definitivamente la contesa ci hanno invece pensato nel giro di 20”, prima Everberg e quindi Wikstrand. Una rete giustamente annullata ai norvegesi per interferenza sul portiere, ha permesso a Fasth di guadagnarsi il meritato shutout.
Norvegia-Svezia 0-4 (0-2, 0-0, 0-2)
Marcatori : (1-0) 05.29 Lindholm (Omark-Moller) ; (2-0) 16.46 Lander (Bertilsson) ; (3-0) 48.42 Everberg (Omark-Fransson) ; (4-0) 49.04 Wikstrand (Omark-Everberg)

Classifica Gruppo C: Svezia p.ti 3; Finlandia p.ti 3; Germania p.ti 0; Norvegia p.ti 0

Chi pensava che la Corea del Sud fosse destinata ad essere la squadra materasso del Torneo farà bere a ricredersi dopo la prestazione contro la Repubblica Ceca che ha visto uscire sconfitti i padroni di ceca, ma solo di misura. Dopo il vantaggio iniziale a sorpresa firmato da Cho Min-Ho, i coreani sono stati prima raggiunti da un gol in power-play di Kovar, quindi scavalcati dal gol in shorthand di Repik, assistito dal friborghese Birner. L’ottima prestazione del goalie Matt Dalton, ha fatto sì che la partita rimanesse viva fino al fischio finale.
Rep.Ceca-Corea del Sud 2-1  (2-1, 0-0, 0-0)
Marcatori : (0-1) 07.34 Cho Min-Ho (Radunske-Swift) ; (1-1) 11.59 Jan Kovar (Repik-Sekac) PP1 ; (2-1) 16.18 Repik (Birner-Francouz) SH1 ;

Anche senza i giocatori impegnati con le rispettive franchigie NHL, il Canada non ha dovuto certo sudare le proverbiale “sette camicie” per avere ragione di una deludente Svizzera, partita per i Giochi Olimpici con non poche ambizioni. Non tutto è comunque perduto per la squadra allenata da Fischer che dopo soli 02:57 è andata subito sotto nel punteggio per via di una deviazione di Bourque, ben servito da Lee. Il raddoppio lo ha invece firmato in power-play il difensore bernese Noreau sfruttando la penalità a carico del suo “compagno” Rüfenacht. Nel periodo centrale, nel giro di pochi secondi, la situazione è diventata sempre più critica, in seguito alla seconda rete di Bourque e a quella di Wolski. Una punizione severa per i rossocrociati che hanno cercato di correre ai ripari sostituendo Genoni con Hiller. Una scossa che ha portato Moser a realizzare il gol della bandiera, con Roy in panca puniti per bastone alto. L’ulteriore tentativo di togliere dalla gabbia lo stesso Hiller, a più di cinque minuti dal termine, non ha sortito l’effetto sperato, con gli uomini di Desjardins  che andavano ancora a segno con la rete a porta vuota di Wolski.
Svizzera-Canada 1-5 (0-2, 0-2, 1-1)
Marcatori : (0-1) 02.57 Bourque (Lee-Roy); (0-2) 07.30 Noreau (Lee-Roy) PP1; (0-3) 25.00 Bourque (Roy) PP1; (0-4) 25.52 Wolski (Noreau); (1-4) 47.33 Moser (Rüfenacht-Ambühl) PP1; (1-5) 54.53 Wolski (Kelly-Ebbett) ENG;

Classifica Gruppo A: Canada p.ti 3; Repubblica Ceca p.ti 3; Corea del Sud p.ti 0; Svizzera p.ti 0

Tags: