Val Pusteria: Wacey Rabbit, un centro per l’attacco pusterese

E’ l’attaccante Wacey Rabbit l’ultimo tassello del Val Pusteria. Nativo di Lethbridge (Alberta), il ventinovenne possiede sia il passaporto canadese che quello statunitense. Draftato nel 2005 dai Boston Bruins al quinto turno (154mo totale), la carriera del centro ha avuto inizio tra i professionisti in WHL con i Saskatoon Blades e i Vancouver Giants, con i quali vinse la Memorial Cup nel 2006/07: in sei stagioni Rabbit mise a segno 257 punti in 330 gare che gli hanno consentirono di  approdare in AHL, prima con i Providence Bruins e, successivamente con i Milwaukee Admirals. In Europa arrivò nel 2010 in EBEL ingaggiato dal Medvescak Zagabria, al termine della stagione ritornò oltreoceano giocando sia in AHL (San Antonio Rampage) che in ECHL (Cincinnati Cyclones).  Nel 2012 tornò nel Vecchio Continente unendosi ai norvegesi del Lørenskog, dove negli anni successivi incontrò l’ex Alleghe LoVecchio, con il quale, tre stagioni più tardi, passò ai Nippon Paper Cranes in Asia League. Durante l’estate è tornato in Europa, questa volta in Slovacchia con il Nove Zamky, tuttavia l’offerta del Val Pusteria l’ha convinto a trasferirsi in Italia.

Il giocatore arriverà a Bruinico domani sera e da giovedì sarà agli ordini di coach Holick. Il debutto in giallonero avverrà nell’amichevole di preparazione di venerdì, valida per l’ALperia Cup, contro il Bolzano.
Per l‘attaccante il Lungo Rienza non sarà una novità: alla Dolomiten cup del 2012 Rabbit realizzò un hattrick nella gara in cui il Lørenskog battè il Val Pusteria 6-0.

Statistiche