KHL: Lokomotiv sempre più capolista, Yekaterinburg ed Omsk comandano a Est

di Marco Meneghetti

Nuovo appuntamento con il massimo campionato russo, che nelle ultime settimane ha fatto parlare di sè non solo sul ghiaccio ma anche a bordo di esso: parliamo naturalmente delle recenti estromissioni occorse in alcuni dei più importanti club della KHL, che hanno dovuto dire addio ai loro coach.
Nazarov, incaricato di allenare i campioni in carica dello SKA San Pietroburgo a partire da questa stagione, è stato sollevato da suo ruolo a causa dei risultati raggiunti finora dal club, sulla carta non eccessivamente catastrofici (si parla comunque di posizioni a metà classifica nella Western Conference) ma sicuramente inferiori alle aspettative della dirigenza.
Sul fronte Metallurg Magnitogorsk, invece, è Mike Keenan a dover abbandonare la panchina: il primo allenatore della storia ad aver vinto sia la Stanley Cup che la Gagarin Cup ha infatti dovuto abbandonare il suo team a causa di uno stile di gioco ritenuto “non appropriato”. La voci secondo le quali Keenan fosse in procinto di richiedere la cittadinanza russa in modo da poter candidarsi al ruolo di nuovo coach della nazionale è stata smentita dalla stessa federazione locale. Sia Sergei Zubov che Ilya Vorobyov, i due sostituti, hanno iniziato bene la loro avventura, con SKA e Metallurg vittoriosi al debutto sotto la guida dei nuovi allenatori (rispettivamente contro Lada Togliatti e Traktor Chelyabinsk).
A livello divisionale, lo Jokerit continua ad essere alla testa della Bobrov Conference, seguito da Medvescak (distaccato di un solo punto) e dal suddetto SKA, vittorioso in due su tre delle partite giocate sotto la guida di Zubov; la Tarasov Division è invece guidata da un sempre più sicuro Lokomotiv Yaroslavl, con CSKA e Torpedo a chiudere il terzetto di testa. Il Loko ha ben otto punti di distacco sul club dell’Armata Rossa (che lo segue anche al secondo posto della classifica di Conference), con diciannove vittorie su venticinque incontri disputati.
Ad est, Avtomobilist e Avangard hanno il controllo delle rispettive divisioni, nonostante il primo sia stato sconfitto ieri in overtime dallo Spartak Mosca per 2 a 3; tutto bene per Omsk invece, che ha trionfato a Bratislava con tre reti a zero su un demotivato Slovan.

West Conference, Regular season

East Conference

Tags: ,