NHL Trade Deadline: Nash non si muove gli altri sì…

E’ arrivata la Deadline per quanto riguarda la finestra dei movimenti di giocatori della NHL ma quello che sarebbe dovuto essere il “botto” di mercato non si è concretizzato; infatti Rick Nash, il capitano delle Blue Jackets, conteso almeno a parole da Rangers, Leafs, Canucks e Sharks non si è mosso nonostante il fuoco di fila a cui è stato sottoposto Howson, GM di Columbus, dopo che lo stesso Nash aveva chiesto di essere ceduto. Ricordiamo che Nash è legato alle Blue Jackets con un contratto con scadenza la stagione 2017-2018 da 7.8 milioni di Dollari a stagione e comprendente una No-movement Clause. I più accreditati a portarsi “in casa” il 27enne di Brampton (Ontario) erano i Rangers e gli Sharks ma di fronte alle richieste di Columbus entrambi i team si sono tirati indietro: i Rangers a fronte delle richieste “tecniche” (Del Zotto, Dubinsky o McDonagh); gli Sharks per motivi economici e di opportunità.

Dando invece uno sguardo nel complesso ai movimenti delle franchigie c’è da evidenziare il lavoro di Winnipeg, matricola di ritorno, che ha ceduto Johnny Oduya a Chicago in cambio di due Pick al Draft 2013 (Secondo e Terzo giro): questo, nelle intenzioni del GM dei Jets permetterà alla franchigia di assicurarsi una base per il futuro. Tra i nomi di spicco ad aver cambiato aria, Mike Commodore passato dai Red Wings ai Bolts in cambio di un pick “condizionato” al Draft (Settimo giro); altro affare andato in porto è quello che ha visto come protagonista il veterano di Columbus, Pahlsson, accasarsi a Vancouver in cambio di 2 quarte scelte a prossimo Draft. Cambia casacca anche Brian Rolston: per il  39enne si sono mossi i Boston Bruins, detentori della Stanley Cup, che lo hanno preso assieme a Mike Mottau in cambio di Yannick Riendeau e Marc Cantin, approdati a Long Island. Altro scambio molto vantaggioso per entrambe le franchigie è quello che ha visto Andrei Kostitsyn varcare il confine Usa-Canada direzione Nashville in cambio di due pick al draft 2013 (seconda scelta e quinta scelta condizionata). Sempre i Canucks si assicurano le ultime pedine portando in Canada Gragnani e Cassian dai Sabres in cambio rispettivamente di Alexander Sulzer e Cody Hodgson. A chiusura dei “colpi” dell’ ultimo giorno, c’è da segnalare il trade che ha portato Matt Gilroy in Ontario (sponda Senators) in cambio di Brian Lee, approdato al St. Pete Times Forum.
Passiamo ora a dare uno sguardo ai Trade di Febbraio: Dominic Moore ha cambiato casa passando dai Bolts, in cui ha disputato 59 match quest’anno (4+16 il suo bottino), agli Sharks insieme ad una settima scelta del Draft 2012, in cambio di una seconda scelta 2012. Anche i Flyers piazzano un colpo portando a casa Pavel Kubina sempre dai Bolts, “saccheggiati” durante il mercato, in cambio di Kalinski e due pick al Draft del prossimo anno (una seconda scelta ed una quarta condizionata). Altro Deal di rilievo quello che ha portato Steve Downie da Tampa (leggasi quanto detto prima) a Colorado in cambio di Kyle Quincey, subito girato a Detroit per Sebastien Piche e soprattutto una prima scelta al prossimo Draft.
Ultimi affari di cui dare notizia sono il passaggio di Jeff Carter da Columbus a Los Angeles in cambio di Jack Johnson più una prima scelta condizionata e “last but not least” il passaggio di Marek Zidlicky da Minnesota ai Devils in cambio di Nick Palmieri, Kurtis Foster, Stephane Veilleux e 2 pick (seconda scelta 2012 e terzo condizionata nel 2013).