Aria coreana per l’ex fassano Van Hoof

La formazione sud coreana dell’High1 ha iniziato la campagna acquisti col botto. Farà parte della compagine rosso-nera l’ex difensore del Fassa Jeremy Van Hoof, 28enne canadese di Lindsay giunto in Europa per la prima volta portato da Liberatore&C in due occasioni: nel 2006/07 e due anni più tardi dopo una buona stagione in CHL. Draftato nel 2001 da Tampa Bay al 7° giro, ha partecipato a due camp con i Bolts e i Pittsburgh Penguins.

Van Hoof giocherà in squadra con Trevor Gallant, forte centro giunto ad Asiago nel 1999 in piena carriera dopo aver vestito la maglia del Team Canada e del Tappara in SM-Liiga. Successivamente Gallant ha giocato nel campionato inglese per l’opulenta Manchester, in DEL e per finire l’anno scorso nei Vienna Capitals in EBEL.

La formazione coreana di Chuncheon (capoluogo di 265.000 abitanti della regione del Gwandong) l’anno scorso è giunta quinta eliminata al primo turno dei play off dai Nippon Paper Cranes, che hanno poi conquistato il titolo.
La High1 è stata fondata nel 2004 col nome di “Kangwon Land”, società dell’omonima Corporation che gestisce nel Kangwon-do alberghi, casinò, campi da golf e piste da sci.
Dopo una stagione nel campionato coreano la Kangwon Land sceglie la partecipazione nell’Asia League e ingaggia 5 stranieri e i migliori giocatori dalle altre squadre coreane, tra cui Tongwon e Hyundai. Nella stagione 2005-06 i coerani del Kangwon Land raggiungono le semifinali ma vengono eliminati dalla giapponese Kokudo, che poi cambierà nome in “Seibu Prince Rabbits”.
Nel 2006-2007, con l’arrivo del difensore giapponese Tomohito Okubo, i rossoneri stavolta non raggiungono le semifinali play-off e vengono eliminati ai quarti dalla 5 volte campione coreana Anyang Halla. Quell’anno all’Eui Am Ice Rink dell’High1 giocano anche due nostre vecchie conoscenze: l’ex alleghese Steve McKenna e il neo meranese Pontus Moren. Nel 2007 la Kangwon Land cambia il nome in “High1 Ice Hockey Team” ed arriva il turno di Buddy Smith, eccentrico attaccante a Bolzano nel 2006, sbarcato in Corea con il fratello Tim.