Russian Superleague 2007/08: le prime partite dei playoffs

di Alessandro Seren Rosso

Si sono disputate in giornata le prime partite degli ottavi di finale. Non sono mancate le sorprese.

Salavat Yulajev Ufa – Amur Khabarovsk 2 – 1 (serie 1 – 0)

Il Salavat Yulajev ha dovuto faticare più del previsto per avere ragione di un agguerrito Amur che si è appoggiato completamente sul portiere canadese Tyler Moss, autore di ben quarantotto parate. La squadra di casa si è portata in vantaggio nel secondo periodo con un gol da due passi di Volkov dopo un bel passaggio di Grigorenko. Nella terza frazione l’Amur ha pareggiato momentaneamente i conti con Krysanov, ma il Salavat è tornato avanti cinque minuti più tardi con un contropiede in inferiorità numerica di Tereschenko, che ha convertito in rete una grande azione personale di Taratukhin.

Metallurg Magnitogorsk – Neftekhimik Nizhnekamsk 4 – 1 (serie 1 – 0)

Facile vittoria per il Metallurg nella prima partita degli ottavi di finale. Il match è iniziato con un’ora di ritardo a causa delle cattive condizioni atmosferiche che hanno costretto il Neftekhimik ad atterrare all’aereoporto di Chelyabinsk per raggiungere Magnitogorsk in pullman.
I padroni di casa sono passati in vantaggio dopo meno di dieci minuti con un tiro dalla blu in powerplay di Varlamov, per essere raggiunti dopo cinque minuti da un tiro di Bernatsky dalla sinistra che ha sorpreso Scott. In chiusura di secondo periodo Mirnov ha siglato in fuga solitaria il gol rivelatosi decisivo. Nel terzo tempo il Metallurg ha amministrato ed allungato con un tiro nel sette destro di Mamin e una botta dalla distanza dello slovacco Strbak. Ancora fuori per infortunio i fuoriclasse cechi Marek e Kudrna.

CSKA Mosca – Traktor Chelyabinsk 6 – 0 (serie 1 – 0)

Vittoria senza fatica anche per il CSKA che dopo due periodi era su già 5 – 0 con i gol di Saprykin, Suglobov, Artyukhin, Pollock e Schastlivy. Nel terzo periodo molte penalità e il sesto gol del CSKA, ancora con Schastlivy. Il CSKA però ha perso Epanchintsev a causa di un infortunio al piede, non si sa ancora di quale entità.

Khimik Mytischi – Severstal Cherepovets 3 – 4 ot (serie 0 – 1)

Gol e spettacolo a Mytischi, dove i locali del Khimik perdono all’overtime dopo una clamorosa rimonta sotto di tre gol. Il Severstal si è infatti portato avanti sul 3 – 0 con Soin e due gol di Yakubov. Al ventottesimo però la musica cambia e il Khimik riapre la partita con Poperechny, poi Vlasenkov e Mozyakin portano la partita al supplementare, dove gli ospiti vanno a segno al sessantasettesimo con Gubin aggiudicandosi il primo round della serie più incerta insieme ad Avangard – Dinamo.

Lokomotiv Yaroslavl – Lada 4 – 1 (serie 1 – 0)

Nessuna sorpresa a Yaroslavl, dove il Lokomotiv si scrolla di dosso il Lada con una doppietta di Nepryaev e un gol a testa per Irgl e Konkov. La partita inizia in discesa per i padroni di casa con un gol in superiorità numerica di Nepryaev, abile a saltare Pujacs e a mettere in rete. Il centro della nazionale si ripete in chiusura di primo periodo: Yashin lo serve dietro porta, Nepryaev porta il disco in avanti e buca Fontaine con un tocco raso ghiaccio sulla sinistra. Al trentaquattresimo il Lada riapre i conti con un siluro dalla blu di Vorobiev, ma il Loko si riporta avanti di due reti con un tiro non irresistibile di Irgl dal cerchio destro, ancora su suggerimento di Yashin. Il Lada è in bambola e venti secondi più tardi Konkov da due passi fissa il risultato sul 4-1. Buona la prestazione di Semen Varlamov a difesa della gabbia del Lokomotiv.

SKA S. Pietroburgo – Spartak Mosca 3 – 0 (serie 1 – 0)

L’SKA si impone facilmente su uno Spartak mai in partita per 3 – 0 secondo pronostico, grazie ai gol di Nemirovsky, Johansson e Makarov. “Non ci aspettiamo di certo che la seconda gara sarà come questa. I nostri avversari giocheranno più in velocità e ci presseranno fin dal primo minuto”, ha dichiarato il gol-scorer Nemirovsky al corrispondente di gazeta.ru.

Ak Bars Kazan – HC MVD 6 – 2 (serie 1 – 0)

Facile vittoria anche per i vicecampioni che battono in casa l’HC MVD con una convincente vittoria per 6 – 2 con i gol di Zaripov, K. Petrov, Zinoviev, O. Petrov (due) e Medvedev. Per gli ospiti a segno Krovopuskov per il momentaneo 1 – 1 (pareggio durato soltanto tre minuti) e Chernov in doppia superiorità numerica.

Avangard Omsk – Dinamo Mosca 3 – 4 ot (serie 0 – 1)

Splendida partita ad Omsk, che ha visto la Dinamo imporsi soltanto dopo un supplementare. È l’Avangard ad aprire le danze con un gol in velocità di Cherepanov dopo una splendida apertura di Titov. La Dinamo pareggia al diciassettesimo con Yachmenev, bravo a finalizzare un bel passaggio di Landry. Nel secondo periodo l’Avangard si porta di nuovo in vantaggio con Babchuk, ma ancora una volta il merito va all’assistman Svitov che prima di servire il compagno si è bevuto mezza squadra avversaria in velocità. Ma la Dinamo non si arrende e prima pareggia con Landry, poi si porta in vantaggio al quarantacinquesimo con un bel tiro dell’ex Detroit Markov. A un minuto dalla fine però Eremeev non trattiene un tiro di Rosa e Kalyuzhny si avventa sul rimbalzo pareggiando i conti. Nel supplementare botta dalla blu vincente di Vyshedkevich e la serie inizia bene per la Dinamo. “È stata una partita dura, ma non ci sono partite facili nei playoffs. Oggi abbiamo perso, ma non conta niente. Per vincere la serie bisogna vincere tre partite e c’è ancora tempo” – ha dicharato dopo il match Anton Babchuk. “La partita è stata bella, equilibrata. Loro hanno segnato all’ultimo minuto togliendo il portiere, ma i miei ragazzi non si sono arresi e abbiamo vinto. Almeno la fortuna è stata dalla nostra” – così l’allenatore della Dinamo Vladimir Vujtek.

Tags: