9ª giornata di relegation round e 6ª di master round alla sirena

Di Franca P.

MASTER ROUND

Primi verdetti per il girone delle prime della classe: Ritten Sport matematicamente al primo posto che ai quarti di finale si troverà come avversario il Valpusteria, oramai condannato all’ultimo posto in classifica della relegation round. Bolzano, Milano e Fassa chiudono rispettivamente al terzo, secondo e quarto posto.

FASSA – RITTEN SPORT: 4 – 7 Partita ricca di goal quella andata in scena al GianMario Scola di Canazei; i ladini non hanno vinto nemmeno un incontro in questo master round e l’attacco nonostante le quattro reti si è dimostrato ancora una volta avaro d’idee ed invenzioni decisive. I lupetti dell’altopiano hanno rischiato grosso nel primo tempo, ma nel secondo tempo grazie alla serata di grazia di Rottensteiner e Olson il Ritten Sport è riuscito a ribaltare la situazione e a chiudere l’incontro con la vittoria che vale oro.

MILANO – BOLZANO: 6 – 3 Match stellare come il solito pieno d’emozioni e d’adrenalina a non finire, in cui le due formazioni si sono date battaglia a non finire. Le vipere sono partite subito in quarta, poiché alla fine del primo drittel erano già sul due a zero. I bolzanini però non hanno mollato la presa e l’ex di turno Zisser ha una piccola speranza ai suoi dimezzando lo svantaggio. Nel terzo drittel però non è bastato il bel goal di Jardine per ridare animo alla squadra, che si è vista superare dalle grandi prestazioni di Mazzacane ed Insam, che insieme a Iannone, hanno atterrito le speranze del Bolzano di agguantare almeno il pareggio.

RELEGATION ROUND

La penultima giornata di relegation round sancisce già che il Valpusteria è matematicamente ultimo, poiché la prossima giornata osserverà il suo turno di riposo, quindi non avrà possibilità di recuperare punti sull’Alleghe che lo procede. Partita molto equilibrata invece tra Pontebba ed Asiago, in cui l’unica nota stonata è stata la “protesta” silenziosa degli ultras giallo rossi, che hanno assistito alla gara in silenzio. Solo una decina di fans estranei al gruppo "Cimbri Armati" ha salutato la squadra a fine gara, perché in ogni caso i giallo rossi lo meritavano per quanto fatto fino a ieri.

ASIAGO – PONTEBBA: 0 – 2 I giallo rossi non avevano niente da perdere essendo già estromessi dai play off, ma hanno comunque disputato una gara tecnicamente molto piacevole, ricca d’azioni e spettacolo, anche se il Pontebba ha saputo meglio trasformare in goal le azioni a loro capitate. Portieri attenti e sicuri per entrambe le formazioni, infatti, il primo goal del Pontebba ad opera di Burgess avviene in superiorità numerica, mentre la seconda rete arriva a fine terzo tempo praticamente, quando l’Asiago ha tolto l’estremo Bellissimo per tentare la vana rimonta.

VALPUSTERIA – ALLEGHE: 6 – 7 Senza dubbio la sfida tra i giallo neri e le civette è stata la più interessante della giornata, infatti, tutto è stato in bilico fino alla fine del match. I lupi giallo neri sembravano già aver chiuso la partita sul tre a zero, di fronte ad un Alleghe irriconoscibile. Nella seconda frazione cresce come un fungo la voglia di riscatto dei bellunesi, che pareggiano grazie alla doppietta di Lang e rimandano la contesa finale al terzo drittel. Succede poi il finimondo, il Valpusteria sembra potercela fare, ma l’Alleghe grazie alla zampata vincente di Job regala i due punti ai suoi e si toglie dall’ultima posizione.

RIPOSO: Cortina

Tags: