Intervista al canadese ex Mastino Jason Chimera

di Fiorenza Zanchin

MOSCA – Sul ghiaccio della della Arena Khodynka di Mosca, nel mitico team Canada c’è un giocatore molto noto al popolo giallonero targato Mastini: Jason Chimera. Al suo esordio con la maglia della foglia d’acero, Jason ha militato nella scorsa stagione nelle file del club della Nhl dei Columbus Blue Jackets, dove peraltro era approdato dopo l’esperienza italiana a Varese. “Certo che ho dei bei ricordi di Varese! Sai, è totalmente diverso da una squadra professionistica della Nhl, ma per me venire a Varese è stata senza dubbio un’esperienza positiva.” Ovviamente il mondo dell’hockey oltreoceano non assomiglia mimimamente a nessuna delle realtà societarie italiane: organizzazione perfetta e i giocatori devono solo pensare a passare il puck con la stecca al compagno di squadra. “Qui a Mosca ho incontrato i miei ex compagni di squadra: Carter Trevisani e Jon Pittis che sono impegnati con la nazionale italiana, sono stati dei bei momenti… ci siamo ricordati quello che succedeva negli spogliatoi a Varese… A big fun! Ed è anche molto strano incontrarli proprio qua…!” La domanda di rito è senza dubbio: torneresti a Varese? “Perché no? Però prima finisco la mia carriera possibilmente giocando nella National Hockey League poi se qualcuno mi chiamerà, tornerò molto volentieri a Varese, magari con una squadra un po’ piu competitiva…! La città e splendida, c’è tutto e poi sei a due passi da Milano, dal mare e dalla montagna… senza considerare la zona dei laghi che è stupenda!”

Riguardo il Canada, Jason si sente a proprio agio: “La mia squadra del Canada quest’anno è molto affiatata… mi trovo bene con i miei compagni anche se con parecchi di loro non ho mai giocato…” Chimera è quasi la stella del team Canada di quest’anno: è quasi sempre sul ghiaccio e si mostra molto agguerrito in ogni incontro. “La squadra canadese è formata principalmente da giocatori molto giovani che hanno tanta voglia di dimostrare quello che sanno fare sul ghiaccio, con l’inserimento di altri giocatori con maggiore esperienza. Siamo venuti qui in Russia con l’obiettivo della medaglia d’oro ma dovremo confrontarci anche con i padroni di casa che quest’anno sono veramente forti.” Jason afferma inoltre di aver seguito la nazionale italiana alla tv tra una partita e l’altra: “Penso che l’Italia abbia fatto un’ottima figura quest’anno… hanno un’ossatura della squadra che in futuro potrà dare ottimi risultati. Nella partita contro la Lettonia non hanno sbagliato nulla… peccato aver perso le altre nonostante ill grande impegno di tutti. Essersi qualificati per il girone successivo è senza dubbio un grande traguardo.. sono contento per i miei due ex compagni di squadra Carter e Jon!” Il futuro per l’ex Mastino durante la prossima stagione è tornare a vestire la maglia dei Columbus Blue Jackets.

Tags: