Euro Hockey Tour – Fase Svedese – Seconda giornata

Nella seconda giornata della Fase Svedese dell’Euro Hockey Tour erano in programma le partite Finlandia – Repubblica Ceca e Russia – Svezia. Ricordiamo che entrambe le gare sono "inutili" in quanto Svezia e Russia sono già qualificate per la finale assoluta dell’Euro Hockey Tour in programma lunedì a Stoccolma.
La prima partita giocata è stata Finlandia – Repubblica Ceca conclusasi per 5-1 in favore dei primi grazie ai gol di Ville Peltonen, Kaller Kerman, Jukka Hentunen, Jari Viukhola, David Vyborny per la Repubblica Ceca e Tommi Santala. Soltanto 1268 gli spettatori, davvero pochi soprattutto a confronto con gli 8386 che hanno assistito al festival del gol tra Svezia e Russia, partita conclusasi con il poco frequente punteggio di 7-6. Ad aprire le danze è Evgeny Malkin che devia in rete una conclusione dalla distanza di Koltsov. Pochi minuti dopo la Russia si porta sul 2-0 con un capolavoro di Semin in inferiorità numerica, ma la Svezia non ci sta e al quindicesimo accorcia le distanze con Jorgen Jonsson. Passano due minuti e la Russia torna in vantaggio di due reti con Zaripov bravo ad approfittare di un bel passaggio di Nikulin dopo una leggerezza della difesa delle Tre Corone. Il primo tempo però non va ancora in archivio perchè c’è ancora tempo per il secondo gol dei padroni di casa con Jonas Nordquist che sfrutta un’azione dietro la porta di Tony Martensson.

Ma è il secondo periodo che si rivelerà decisivo: la Svezia infatti riesce ad andare a rete ben quattro volte, tutte in superiorità numerica. Il pareggio è siglato da Jesper Mattson, il 4-3 da Magnus Johansson con una botta dalla distanza, il 5-3 ancora da Jesper Mattson (in doppia superiorità numerica), il 6-3 da Christian Berglund.
Nel terzo periodo la Russia si catapulta in avanti alla disperata ricerca del pareggio e accorcia le distanze con Zaripov, poi però la Svezia, ancora in PowerPlay, si porta ancora avanti di tre con Stefan Petterson. In finale di partita la Russia riesce a segnare ancora due volte, con Mikhnov e con Semin, ma non è abbastanza e la Svezia porta a casa la vittoria con merito.