Quarti di Finale: Svizzera fuori, passa la Svezia

Quarti di Finale: Svizzera – Svezia 2-6 (1-2, 0-3, 1-1)

di Davide:

si aprono senza sorprese i quarti di finale del torneo di hockey, con la netta vittoria della Svezia sulla Svizzera: troppo ampio il divario tecnico dei singoli, anche se gli elvetici si sono confermati un’ottima squadra ed escono da questa competizione a testa alta, non riuscendo a compiere la terza impresa, dopo aver ottenuto gli “scalpi” di Canada e Repubblica Ceca. L’assenza di una pedina fondamentale come Thomas Ziegler, infortunatosi contro l’Italia e rimpiazzato da Ambühl, si è fatta sentire in difesa, ma in generale, come detto, la differenza nella qualità dei singoli è stato l’aspetto decisivo. Trovato un vantaggio abbastanza casuale con Henrik Sedin dopo 3 minuti, gli svedesi sono rimasti in difficoltà solo nel primo periodo: subito il pareggio con una bella conclusione del capitano Mark Streit, i gialloblu si riportano avanti con Fredrik Modin in power play (fuori Thierry Paterlini), prima di scavare il solco decisivo nel secondo periodo, con tre reti nel giro di 10 minuti – segnano Henrik Zetterberg e due volte Mats Sundin – vantaggio difeso bene da Henrik Lundqvist, autore di un paio di ottimi interventi sul finire del tempo.

Con la gara ormai segnata, l’ultimo drittel si apre con il 2-5 di Romano Lemm, svelto nel riprendere una respinta su conclusione di Ivo Ruthemann, e poi si sviluppa su un predominio territoriale svizzero, saranno 14-2 i tiri in porta totali, che però non produce altre reti. In una delle due conclusioni superano, invece, ancora Martin Gerber gli svedesi, con una bella azione di attacco, finalizzata da Samuel Pahlsson, pedina oscura ma fondamentale negli schemi della Svezia, per il 6-2 finale.
Svezia che vola in semifinale, svizzeri che escono con onore.