Mondiali TD SF: la Rep.Ceca travolge la Svezia e vola in finale

Mondiali TD SF: la Rep.Ceca travolge la Svezia e vola in finale

Con una prestazione esaltante, corredata dalle doppiette di Kubalik e Sedlak, la Rep.Ceca sconfigge nettamente per (7-3) la Svezia, guadagnandosi con pieno merito l’accesso alla finale dopo 14 anni dalla vittoria del 2010 in Germania.

Che la sfida molto sia sentita, lo si intuisce già dopo l’ingaggio di apertura, quando Kempe incassa 2’ di penalità  per lo sgambetto a Palat. L’occasione migliore se la procura però la Svezia, che impegna Dostal con un tiro insidioso di Marcus Johansson. Lo stesso attaccante dei Minnesota Wild ci prova nell’azione successiva e, sfruttando nel migliore dei modi il lavoro in balaustra di Eriksson Ek, realizza la rete del vantaggio al minuto 03:39. I cechi incassano  momentaneamente il colpo e, per un fallo inutile di Gudas ai danni di Burakovsky, sono costretti poco dopo ad affrontare un box-play. Dopo aver resistito con qualche affanno in inferiorità numerica, hanno però un pizzico di fortuna nel riuscire a realizzare la rete pareggio con una carambola di Kubalik, lesto ad anticipare Brodin nel tentativo di catturare il rimbalzo lasciato da Gustavsson sullo slapshot di Necas. La gioia dura lo spazio di soli 20”, il tempo necessario a Pettersson per battere nuovamente Dostal con la complicità di una deviazione di pattino di Krejcik. La spinta della O2 Arena aiuta subito i padroni di casa a riequilibrare il risultato, merito della conclusione centrale di Kampf che si infila alla destra del portiere. Prima della pausa, dopo una conclusione dalla distanza di Hedman trattenuta da Dostal, le due formazioni restano con un uomo in meno a causa della rissa tra Rutta e Eriksson Ek e, proprio in 4 contro 4, un gran diagonale di Kempe si stampa sul palo salvando i cechi.

Nel periodo centrale, una deviazione al volo di Pastrnak per poco non beffa subito Gustavsson.  L’attaccante ceco dei Boston Bruins mostra di essere il più incisivo del reparto offensivo e ci prova anche nell’azione successiva, ma, a rilanciare le azioni della formazione allenata da Rulik ci pensa invece Kase che, raccoglie l’assist di Sedlak dopo un disimpegno errato di Gustavsson, realizzando comodamente la rete del vantaggio ceco. Ma non finisce qui perchè, dopo soli 16”, dopo l’ennesimo ingaggio vinto da Kampf, la conclusione one-timer di Necas,  permette ai padroni di casa di portarsi addirittura sul (4-2). Dopo un duro check di Rutta che costringe Lundestrom a raggiungere momentaneamente gli spogliatoi, un’azione di contropiede, condotta a velocità devastante da Kempny e finalizzata da Kubalik, mette ulteriormente in ginocchio la formazione svedese che incassa il quinto gol. Hallam rimpiazza il frastornato Gustavsson con Ersson e la Svezia dopo qualche minuto torna a insidiare la porta avversaria, ma il palo ferma la conclusione ravvicinata di Zetterlund. Nell’azione seguente è invece Dostal a bloccare con grande sicurezza il diagonale di Hedman, segnale evidente che gli svedesi non sono per nulla intenzionati a mollare. Infatti, dopo una penalità fischiata a Hajek, autore di uno sgambetto ai danni di Raymond, gli scandinavi ritrovano puntualmente la via del gol grazie a Eriksson Ek. I cechi hanno adesso qualche difficoltà e anche Rutta, incomprensibilmente, commette un inutile fallo ai danni di Lundestrom.

Scampato volta il pericolo, i cechi hanno a loro volta l’opportunità di sfruttare una superiorità numerica per lo sgambetto di Dahlin nei confronti di Pastrnak, ma Ersson ferma con sicurezza la conclusione di Kase. Più avanti anche la Svezia non capitalizza la chance con l’uomo in più e, così, dopo aver intercettato in zona neutra un passaggio errato di Eriksson Ek, Kase lancia in contropiede solitario Sedlak che supera con un finta Ersson, mandando in visibilio la O2 Arena. Un duro colpo per le speranze di rimonta degli scandinavi, che, nel prosieguo, non sono più in grado di contrastare il dominio dei padroni di casa, che li mettono definitivamente al tappeto con un altro contropiede fulminante di Sedlak, che vale la meritata finale.

 

Svezia-Rep.Ceca 3-7 (2-2; 1-3; 0-2)

Marcatori: 03:39 (1-0) Marcus Johansson; 07:48 (1-1) Kubalik (Necas,Kundratek); 08:08 (2-1) Pettersson (Kempe,Eriksson Ek); 09:37 (2-2) Kampf (Necas); 26:05 (2-3) Kase (Sedlak); 26:21 (2-4) Necas (Kubalik,Kampf); 29:03 (2-5) Kubalik (Kempny,Necas); 35:30 (3-5) Eriksson Ek (Raymond,Dahlin) PP1; 45:40 (3-6) Sedlak (Kase); 52:42 (3-7) Sedlak

Penalità      : Svezia 3 x 2                   Rep.Ceca 6 x 2      

Arbitri        :  Andris Ansons (LET) – Kristian Vikman (FIN)

Linesman   : Kevin Briganti (USA) – Nick Briganti (USA)

Spettatori : 17413

Svezia :Gustavsson(Ersson), Heed-Hedman(A), Kempe-Eriksson Ek-Marcus Johansson, Pettersson-Karlsson(C), Raymond(A)-Holmberg-Burakovsky,  Brodin-Dahlin, Lundestrom-Zetterlund-Olofsson, Bengtsson-Sörensen,Linus Johansson-Fröden-Grundstrom. All.Hallam.

Rep.Ceca: Dostal(Mrazek), Gudas(A)-Krejcik, Zacha-Palat(A)-Pastrnak, Kempny-Rutta, Kampf-Kubalik-Necas, Hajek-Kundratek, Cervenka(C)-Sedlak-Kase, Spacek-Beranek, Stransky-Vozenilek-Tomasek. All.Rulik.

Ultime notizie
error: Content is protected !!