Mondiali TD Gr. B: niente miracolo per la Lettonia

Mondiali TD Gr. B: niente miracolo per la Lettonia

Non ce l’ha fatta la Lettonia ad avere lo spunto finale per conseguire il successo sugli USA entro i tempi regolamentari, unico risultato utile per poter nutrire la speranza del passaggio del turno. Come da pronostico nel Gruppo B passano dunque Svezia (imbattuta), USA, Germania e Slovacchia.

 

La prima partita dell’ultima giornata del girone eliminatorio del Gruppo B ha visto la Germania, alla caccia di un possibile 2° posto nel girone, opposta alla Francia già salva. I transalpini hanno avuto un avvio scoppiettante e sono passati in vantaggio con Claireaux ben servito al centro da Addamo al termine di un’azione di rimessa (1-0). A 55” dalla fine del tempo, risponde la Germania con Michaelis da posizione molto angolata (1-1). Nel periodo centrale la Francia prova a prendere il largo due volte con Rech e capitan Treille, ma complice anche una difesa traballante viene sistematicamente ripresa nel punteggio dagli avversari Germania grazie alle marcature di Kalble e Stachowiak (3-3). Da metà gara in avanti, il maggior tassi tecnico e la maggior freschezza atletica dei tedeschi (i francesi hanno giocato la loro seconda partita in 24 ore) hanno la meglio, e i transalpini subiscono altre 3 reti tra le quali brilla la doppietta di uno Stachowiak scatenato. 3-6 il punteggio finale che vale alla Germania il 3° posto nel girone, mentre la Francia torna a casa con una vittoria in sette partite e il biglietto in tasca per la Top Division del prossimo anno.

Francia-Germania 3-6 (1-1; 2-3; 0-2)
Marcatori: (1-0) 16:49 Claireaux (Addamo, Perret); (1-1) 19:04 Michaelis (Kahun, Ehliz); (2-1) 21:09 Rech (Boudon, Chakiachvili); (2-2) 25:56 Kalble (Stachowiak, Peterka); (3-2) 26:18 Treille (Bozon, Guebey); (3-3) 31:01 Stachowiak (Reichel); (3-4) 31:23 Kastner (Michaelis, Szuber); (3-5) 41:19 Stachowiak; (3-6) 44:50 Reichel (Sturm, Pfoderl) PP1.

 

La flebile speranza del passaggio del turno della Lettonia sbatte, nel pomeriggio di Ostrava, contro il muro degli Stati Uniti. I lettoni avrebbe avuto bisogno di una vittoria con gli USA ai tempi regolamentari per avere una possibilità di andare avanti nel torneo. Nella scorsa edizione dei Mondiali l’impresa riuscì nella finale per il bronzo (4-3 OT), ma questa volta è sembrato incolmabile il divario tra le due squadre. Gli americani partono concentrati e nei primi 20’ infilano due dischi nella rete lettone con Tkachuk, alla sua settima marcatura nel torneo, e Werenski (0-2). Nonostante un Gudlevskis in gran serata tra i pali, nel secondo periodo gli USA passano per terza volta in power play grazie ad un bel assist di Boldy che libera nello slot la stella dei Montreal Canadiens Caufield che non sbaglia la conclusione (0-3). Passa 1’, e la Lettonia risponde con un polsino di Krastenbergs che batte Lindgren alla sua prima apparizione in porta a questi Mondiali (1-3). Il drittel finale inizia con un’altra marcatura in superiorità degli americani con un rovescio di Boldy (1-4), punteggio che da agli statunitensi una certa tranquillità. Forse troppa, visto che con un guizzo di soli 16”, la Lettonia spara un uno-due che riapre incontro e qualificazione. Prima è Tralmaks ad esplodere un diagonale che Lindgren tocca ma non abbastanza per evitare la marcatura (4-2), poi è il turno di Mamcics che devia in porta un tiro dalla distanza di Daugavins (4-3), goal che spinge coach Hynes a chiamare time out per ristabilire la giusta concentrazione tra i suoi ragazzi. L’operazione riesce, e infatti pochi minuti più tardi Caufield firma la sua doppietta conquistando un disco dietro la gabbia avversaria e infilandolo all’incrocio dei pali (3-5). Vani i tentativi lettoni di ridurre lo svantaggio, e nel finale l’empty net di Farabee in short handed fissa il risultato finale sul 3-6. Gli USA chiudono così il girone al secondo posto e incontreranno i padroni di casa della Repubblica Ceca.

Lettonia-USA 3-6 (0-2; 1-1; 2-3)
Marcatori: (0-1) 01:23 Tkachuk (Caufield); (0-2) 13:20 Werenski (Caufield, Pinto); (0-3) 22:34 Caufield (Boldy, Tkachuk) PP1; (1-3) 23:35 Krastenbergs (Tralmaks, Gudlevskis); (1-4) 40:15 Boldy (Werenski, Jones); (2-4) 44:44 Tralmaks (Zile, Lavins); (3-4) 45:00 Mamcics (Daugavins); (3-5) 48:46 Caufield (Pinto); (3-6) 59:15 Farabee SH1, EN.

 

I risultati delle altre partite hanno fatto un po’ cadere l’interesse per la gara serale tra la Svezia e la Slovacchia già promosse ai quarti di finale. In particolar modo gli slovacchi hanno mantenuto un ritmo moderato di cui hanno approfittato gli svedesi per mettere al sicuro il risultato con un goal iniziale in power play e tre nel tempo centrale (4-0). La Slovacchia nel primo periodo ha sofferto l’uscita di Pospisil a seguito di un impatto con la balaustra, incidente che rischia di far saltare il quarto di finale a quello che al momento è il secondo marcatore della squadra. Nell’ultimo periodo la doppietta di Eriksson Ek e il goal della bandiera di Ivan perfezionano il risultato sul 1-6. Il risultato non ha avuto alcun impatto sulla posizione di nessuna delle due squadre nel Gruppo B: la Svezia chiude a punteggio pieno e incontrerà la Finlandia ai quarti, mentre alla Slovacchia, quarta, toccherà il Canada.

Svezia-Slovacchia 6-1 (1-0; 2-0; 3-1)
Marcatori: (1-0) 02:20 Raymond (Hedman, Kempe) PP1; (2-0) 27:31 Karlsson (Holmberg, Raymond); (3-0) 32:38 Burakovsky (Karlsson, Zetterlund) PP1; (4-0) 33:15 Lundestrom (Olofsson); (5-0) 49:15 Eriksson Ek (Brodin) SH1; (5-1) 50:49 Ivan (Tatar, Slafkovsky); (6-1) 57:35 Eriksson Ek (Karlsson, Dahlin).

 

Classifica Gruppo B: Svezia p.ti 21 (7 gare), USA 16 (7), Germania 15 (7), Slovacchia 12 (7), Lettonia 9 (7), Kazakistan 6 (7), Francia 4 (7), Polonia 1 (7).

Ultime notizie
error: Content is protected !!