Mondiali TD Gr. B: vincono le favorite. Svezia qualificata ai playoff

Mondiali TD Gr. B: vincono le favorite. Svezia qualificata ai playoff

Si apre alle 12,20 la nona giornata dei campionati del mondo di Top Division. Sul ghiaccio Svezia contro Lettonia. La Svezia con una vittoria si garantisce la matematica partecipazione ai play-off e vittoria è stata. Svezia 7 Lettonia 2. I Lettoni, invece, con questa sconfitta si complicano molto la vita rischiando di non accedere al girone finale. La partita vede partire forte la Svezia che già al 4,50  grazie a Dhalin passa in vantaggio e subito dopo al 6,57 con Brodin, dalla blu raddoppia. Tenta di reagire la Lettonia creando qualche occasione degna di nota, ma senza riuscire a capitalizzare. Si va verso la fine del periodo senza altre azioni pericolose e al 19,00 la Lettonia va in inferiorità, ma anche qui senza subire più di tanto. Si apre il secondo periodo con la Svezia in superiorità per un minuto, ma anche stavolta non sfrutta, anzi è la Lettonia che prende la gestione del gioco ed immediatamente, al 22,54 con Daugavins accorcia. Ingaggio, disco ai Lettoni e al 23,17 Mamcics pareggia. Si innervosisce la Svezia e al 26,39 Dahlin commette una brutta carica e meritatamente prende penalità partita costringendo i suoi ad un inferiorità di cinque minuti che però un impeccabile fase difensiva non consente ai Baltici di poter sfruttare l’occasione. Si torna in parità e sulla Lettonia si abbatte l’uragano si scatenano letteralmente gli Svedesi e al 32,59 con Zetterlund, al 33,16 sempre con Zetterlud ed infine al 33,25 con Eriksson la Svezia si porta sul 5 a 2. 43 secondi per realizzare tre gol, se non è un record a questi livelli, poco ci manca. Non si rilassano gli uomini del coach Hallam e al 35,36 anche Pettersson partecipa alla festa realizzando la sesta rete. finisce qui la partita, il terzo tempo non ha nulla di cui menzionare, solo al 58,51 Johansson fa 7 a 2.Troppo forte la Svezia mentre invece la Lettonia non è più quella del 2023.
Svezia-Lettonia 7-2 (2-0) (4-2) (1-0) 
Marcatori: 4,50 (1-0) Dhalin (Brodin) 6.57 (2-0) Brodin (Johnsson) 22,54 (1-2) Daugavins (Komuls) 23,17 (2-2) Mamcics (Batna) 32,59 (3-2) Zetterlund (Lundestrom) 33,16  (4-2) Zutterlund 33,25 (5-2) Eriksson (Joahnsson) 35,36 (6-2) Pettersson (Burakovsky 58,51 (7-2) Joahnsson (Holmberg)

Ore 16,20 seconda partita, si sfidano Germania contro Polonia. Primo tempo, inguardabile, lenti senza intensità senza fisicità nessuna azione di rilievo, sembra un amichevole di fine stagione, e dire che entrambi si giocano molto, i play-off per i Tedeschi e la salvezza per i Polacchi comunque incommentabile. Il secondo tempo si apre sulla falsa riga del primo, forse un po’ più di intensità da parte della Germania. Polonia non pervenuta. L’unica differenza rispetto al primo tempo è che qualche azione pericolosa si vede e al 25,14 con un bel tiro dallo slot Ehl porta in vantaggio i Tedeschi, si prosegue con la Germania che fa possesso del disco e al 35,17 grazie ad un fallo di Dziubinski che lancia il bastone nel tentativo di fermare il disco diretto in porta, tra l’altro riuscendoci, guadagna un penalty che tira Peterka e realizza. Germania 2 Polonia 0 finisce qui il secondo tempo. Terzo periodo e finalmente si vede hockey, quello vero, le due squadre scendono sul ghiaccio con tutto quello che è mancato nei primi due periodi. Parte forte la Germania, subito al 44,28 con Ehliz si porta sul 3 a 0 e qui si vede finalmente anche la Polonia che cerca di rimettersi in corsa pressa e al 53,13 accorcia grazie a Wajada per poi al 53,13 con Komorski portarsi sotto di un gol. Continua il pressing polacco che però lascia, ovviamente, spazi aperti e al 56,11 in contropiede la Germania con Zabolotny mette la parola fine realizzando il gol del 4 a 2. Che dire Germania molto sottotono, anzi decisamente deludente, la Polonia è quello che è.
Germania- Polonia 4-2 (0-0) (2-0) (2-2)
Marcatori: 25,14 (1-0) Ehl (  Kastner) 35,17 (2-0) Peterka 44,28 (3-0) Ehliz (Pfoderl) 53,13 (3-1) Wajada (Lyszczarczyk) 55,19 (3-2) Komorski (Kostek) 56,11 (4-2) Peterka ( Reichel)

Ore 20,20 terza partita della giornata Slovacchia contro Francia. Partita molto equilibrata con le due formazioni che si affrontano senza remore. bel primo tempo azioni da ambo le parti con i due portieri che salvano a più riprese il risultato quando ormai si aspettava il fischio della sirena a 4 secondi dalla fine una saetta dalla blu di Regenda trafigge l’incolpevole Ylonen. Finisce il primo periodo con la Slovacchia in vantaggio per 1 a 0 sulla Francia  Inizia il secondo tempo ed è subito la Slovacchia  al 22,35 a raddoppiare grazie a Hudacek. Non cambia l’andamento del match con gli Slovacchi che continuano a gestire il gioco ed a sfruttare le occasioni che creano e al 29,56 ancora Hudacek fa 3 a 0. Reagiscono i galletti e finalmente concretizzano al 35,44 con Treille. si arriva così al termine del periodo con la Slovacchia in vantaggio per 3 a 1. Terzo periodo. La Francia cambia il goalie, entra Papillon al posto di Ylonen, la Slovacchia segna. Al 48,24 Grman realizza il quarto gol, ancora una volta la Francia non ci sta e reagisce furiosamente ma senza riuscire a scardinare la gabbia Slovacca fino al 59,53 quando Chakiachvili realizza il secondo gol per i francesi. Buona Francia ma troppo forte la Slovacchia.
Slovacchia- Francia 4-2 (1-0) (2-1) (1-1)
Marcatori: 19,56 (1-0) Regenda (Grman) 22,35 (2-0) Hudacek (Nemec) 29,56 (3-0) Hudacek 35,44 (3-1) Treille (Bozon Tim) 48,24 (4-1) Grman (Tatar) 59,53 (4-2) Chakiachvili (Rech)

Classifica: Svezia p.ti 15 (5 gare); Germania p.ti 12 (6); Slovacchia p.ti 11 (5); USA p.ti 10 (5); Lettonia p.ti 7 (5); Francia p.ti 4 (5); Kazakistan p.ti 3 (5); Polonia p.ti 1 (6)

Ultime notizie
error: Content is protected !!