Italian Hockey League, turno infrasettimanale. Si parte con l’anticipo Como–Valpellice. Giovedì il resto della 16esima Giornata

Italian Hockey League, turno infrasettimanale. Si parte con l’anticipo Como–Valpellice. Giovedì il resto della 16esima Giornata

Settimana importante per la IHL che tra mercoledì e giovedì manda in scena il 16esimo turno in infrasettimanale. In classifica le prime tre sembrano voler tentare la fuga anche se in questa giornata il Varese, attualmente 2°, sarà a riposo dunque non potrà muoversi dai suoi 33 punti. Dietro di loro comunque è tutto aperto con Appiano, Feltre ed Alleghe che si giocano due posti per il Master Round. Torna in pista il ValdiFiemme dopo il turno di riposo, alle sue spalle attenzione a un Como che vuole continuare a scalare posizioni.

Primo match in programma proprio quello di Casate, dove il Como ospita il Valpellice nell’anticipo di mercoledì alle 20.30. Partita di grande importanza per la squadra di Massimo Da Rin che vuole dare seguito al colpaccio di Bressanone e comunque a un periodo nel quale sta girando a mille, con due linee offensive molto efficaci e grande voglia di lottare su ogni disco. Solo una volta nelle ultime cinque partite i lariani non hanno fatto punti (lo stop casalingo col Feltre), avere il Fiemme potenzialmente a tiro può spingere ancora di più Ambrosoli e compagni. Di contro ci sarà un Valpellice che deve assolutamente risolvere il prima possibile i suoi problemi offensivi, visto che da oltre tre partite i Bulldogs non riescono a marcare. L’arrivo del finlandese Vuorio può aiutare la truppa di Dino Grossi, che anche nell’ultima partita contro il Pergine ha creato molto, pur non riuscendo a concretizzare, dimostrando una volta di più di avere buone capacità per colpire le difese avversarie. Chiudendo un’altra gara senza gol sarà però impossibile mettere fine a una striscia di sei sconfitte consecutive.

Giovedì si parte dalle 20 con Appiano-Bressanone. Dopo la sconfitta subita a Feltre i padroni di casa sanno di non poter sbagliare e sono di fatto condannati a vincere vista la classifica che vede il duo veneto (Feltre appunto e Alleghe) appena dietro. La squadra di Marttila ha comunque dimostrato grandi qualità in stagione e ha tutto per rialzarsi subito sfruttando il mix tra l’esperienza di alcuni suoi giocatori e la grinta dei tanti giovani che stanno trovando sempre più spazio. Di contro ci sarà un Dobbiaco ancora alla caccia del primo successo stagionale e reduce dall’opaca sconfitta casalinga contro il Varese. I pusteresi non sono riusciti a sfruttare le diverse occasioni create per andare oltre il singolo gol segnato, mentre in difesa è mancato qualcosa per tenere aperto il match che ha visto presto i lombardi scappare via. Indubbio comunque che la squadra di Vanek abbia le possibilità per sbloccarsi, serve però crescere sotto molti aspetti del gioco a partire da quello nel proprio terzo visti i tanti gol subiti.

Alle 20.30 inizia invece Pergine-Feltre, gara tra due formazioni assolutamente in grande forma. I trentini con quattro successi consecutivi si sono issati nella parte alta della classifica e, complice il turno di riposo del Varese, hanno la possibilità di sorpassare prendendosi il secondo posto. Anche nell’ultima vittoria di Torre Pellice si sono evidenziate le ottime capacità realizzative del Pergine, dimostratosi ancora una volta di più spietato con tanti dei suoi attaccanti molto freddi sottoporta. Lo shutout di Rigoni ha poi confermato le qualità del goalie biancorosso, atteso da una partita delicata contro la matricola terribile della IHL. Il Feltre infatti pur da neopromosso punta con decisione al Master Round, e per arrivarci vuole strappare punti anche in trasferta e su un campo difficile. Il successo in rimonta contro l’Appiano ha comunque messo la squadra di Erkt in ottima posizione, ed è arrivato grazie a una prova nella quale tutto il collettivo è riuscito a lottare su ogni disco per ribaltare l’1-2 col quale si è aperto il terzo periodo fino al 3-2 conclusivo.

Stessa ora per Alleghe-Fiemme, match nel quale entrambe le formazioni sanno di non poter sbagliare per non vedersi complicare la classifica. Le civette hanno perso tre delle ultime quattro gare e rallentato il loro percorso, ora serve uno scatto per non rischiare di rimanere fuori dal Master Round. La truppa di Scapinello, che ha cambiato moltissimo durante l’estate, può comunque riprendere il discorso con la vittoria vista la grande quantità di talento a disposizione, soprattutto del suo attacco, ma serve trovare il prima possibile una scossa su entrambi i lati della pista ghiacciata. Di contro ci sarà un Fiemme reduce dal turno di riposo e dunque più fresco rispetto agli avversari. Per i trentini questa rappresenta una delle ultime possibilità per provare ad agganciare le prime cinque posizioni, ma chiaramente è imprescindibile una vittoria nei 60 minuti per sperarci. I due successi contro Bressanone e Dobbiaco nelle ultime tre giornate hanno ridato ossigeno a un percorso che sinora ha visto i fiemmesi andare a intermittenza, questa di giovedì è sicuramente una bella possibilità per dimostrare di essere squadra da corsa.

Chiude il programma alle 20.30 Caldaro-Bressanone, una sorta di testa coda che vede i Lucci largamente favoriti. Miglior attacco e miglior difesa del campionato per la squadra di Suikkanen che sta viaggiando come un treno superando un ostacolo dopo l’altro. L’ultimo 5-1 rifilato all’Alleghe è valso l’ennesimo successo convincente e in pieno controllo per un Caldaro che non sembra avere alcun punto debole e sa sempre cosa fare nei momenti chiave di ogni partita. Sembra quindi complicato per il Bressanone immaginare di poter strappare punti, vista anche la poca esperienza dei giovani Falcons che sfidano una squadra rodata e organizzata sotto ogni punto di vista.

Ultime notizie
error: Content is protected !!