I due anticipi si decidono – entrambi – ai tiri di rigore

I due anticipi si decidono – entrambi – ai tiri di rigore

(MG) I due anticipi del martedì sera, si concludono ai tiri di rigore e, in entrambi i casi, sono le formazioni ospiti ad ottenere la vittoria.

Alps Hockey League | 24.10.2023:

Lo Jesenice vince ai tiri di rigore un derby sloveno dall’esito incertissimo.

C’è mancato veramente un soffio che, alla Mestni Park di Celje, si ripetesse la Storia di Davide e Golia, descritta nella Bibbia e, successivamente, dipinta dal pittore veneto Tiziano Vecellio. Richiami biblici e artistici a parte, il Celje, fanalino di coda della classifica di Alps, ha fatto tremare i Campioni in carica, nonché seconda forza dell’attuale torneo, tenendo in scacco i “Red Steelers” fino a 3 minuti e mezzo dalla sirena. Dopo che le due formazioni avevano segnato un gol per parte ad inizio gara, i padroni di casa, al 16° minuto di gioco, passavano a condurre con il gol del diciannovenne Jakob Pecnik. I padroni di casa, difendevano bene il vantaggio anche grazie alla bravura del loro estremo difensore, Jakob Brandner. Ricordiamo solo che, il giovane portiere (22 anni appena compiuti), è uno dei soli tre stranieri della giovane formazione slovena. Per la cronaca, gli altri due sono il ventenne attaccante russo Denis Golynsky ed il 23 attaccante lettone Mikus Mintautiskis. Tornando al derby sloveno, c’è da dire che la formazione dell’Alta Carniola, Campione in carica, è riuscita ad impattare il risultato con un gol di Gasper Jensen che ha portato le due squadre all’Overtime. Nel supplementare gli ospiti sono stati maggiormente pericolosi e questa loro superiorità si è concretizzata ai tiri di rigori nei quali, Zan Jezovsek, nato e cresciuto proprio a Celje, ha realizzato il penalty decisivo condannando alla sconfitta, la formazione della sua città natale.

Martedì, 24.10.2023, Ore 19:00: Mestni Park di Celje

HK RST Pellet Celje – HDD SIJ Acroni Jesenice 2:3 SO (2:1, 0:0, 0:1, 0:0)

Arbitri: FAJDIGA, WIDMANN, Giudici di Linea: Bergant, Pötscher.

MARCATORI: 05:34 1:0 HKC Jakob Bernard (Sojer – Kepic); 08:38 1:1 JES David Planko (Logar – Lesnicar); 15:59 2:1 HKC Jakob Pecnik (Bernard – Jenko); 56:29 2:2 PP1 JES Gasper Sersen (Selan – Jezovsek); SO 65:00 2:3 JES Zan Jezovsek.

——————————————————————————————————————————————-

Il Cortina recupera il risultato sul finale e riesce a primeggiare ai tiri di rigore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grande prova di carattere del Cortina Hafro che riesce a recuperare un doppio svantaggio nei minuti finali della gara, ribaltando poi il risultato agli shoot-out. La sfida tra la quinta in classifica (Cortina) e la sesta (il Bregenzerwald) è stata estremamente avvincente ed ha tenuto col fiato sospeso i quasi 400 spettatori presenti sugli spalti dello Stadio della Fiera di Dornbirn. Il Bregenzerwald era passato in vantaggio con un gol di Julian Zwerger, un attaccante austriaco, ventiseienne, cresciuto nelle giovanili del Rheintal U15 un team svizzero del Cantone di San Gallo. Zwerger, approdato al Bregenzerwald dal lontano 2016 ed oramai punto fermo del team nero-verde, ha poi insaccato anche il 2:0 a sei minuti dalla sirena. A quel punto per il Cortina la strada si faceva, molto, in salita. Il Team ampezzano, dopo un primo tempo un po’ sofferto, aveva peraltro mostrato le cose migliori sul ghiaccio ed il 2:0 pareva, a quel momento della gara, un risultato davvero stretto per la formazione di De Bettin. Gli scoiattoli, sul doppio svantaggio, hanno avuto la bravura di sfruttare un grossolano errore del pur esperto difensore finlandese Henri Auvinen che, nel tentativo di liberare il suo terzo, ha spedito il puck fuori dal rettangolo ghiacciato, “beccandosi” una penalità di 2 minuti per “Ritardo del Gioco”. Tutto ciò accadeva (sul 2:0 per gli austriaci) al minuto 53:55, appena 11 secondi dopo che Julian Zwerger aveva segnato il 2:0. Gli ampezzani ringraziavano sentitamente per il gentile regalo e, in Power Play, impiegavano appena 32 secondi per accorciare le distanze con un gol di Capitan Francesco “Bombo” Adami che riapriva – clamorosamente – il match. A quel punto, entrava in scena quel giocatore che, perdurando la pesantissima assenza di Diego Cuglietta, ha spesso tolto le castagne dal fuoco alla formazione della “Perla delle Dolomiti”. Ecco così che ad un minuto dalla sirena, il ventisettenne canadese Greg Di Tomaso trovava il pertugio giusto per battere il giovane Alexander Schmidt ed allungare la sfida. All’Overtime, nessuna delle due formazioni sopravanzava l’altra e tutto era rinviato agli shoot-out nella trasformazione dei quali – ancora una volta – era Di Tomaso a brillare regalando ai suoi la meritata e soffeta vittoria.

Martedì, 24.10.2023, Ore 19:30: Messestadion Dornbirn

EC Bregenzerwald – S.G. Cortina Hafro 2:3 SO (1:0, 0:0, 1:2, 0:0)

Arbitri: HOLZER T., SCHAUER, Giudici di Linea: Jäger, Matthey.

MARCATORI: 25:14 1:0 ECB Julian Zwerger (Ossipov – Ranftl); 53:44 2:0  ECB Julian Zwerger (Embrich – Lipsbergs); 54:27 2:1 PP1 SGC Francesco Adami (Ronny De zanna – Greg Di Tomaso); 57:58 2:2 SGC Greg Di Tomaso (Jason Seed – Ronny De zanna); SO 65:00 2:3 SGC Greg Di Tomaso.

———————————————————————————————————————————————————–

CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA:

Ultime notizie
error: Content is protected !!