CHL: ribaltoni di Rögle, Jukurit e Mountfield

Negli incontri di ritorno degli ottavi di finale, Rögle, Jukutit e Mountfield sono le uniche squadre in grado di prendersi la rivincita sulle rispettive rivali e ad accedere ai quarti di finale. Concedono il bis Luleå, Frölunda Goteborg e Skellefteå AIK. Pareggio del Tappara Tampere a Davos.
Il quadro degli ottavi di finale si completa mercoledì 23 novembre con il match tra gli svizzeri dello Zugo e i tedeschi del Monaco.

Il ritorno degli ottavi di finale si aprono con il successo all’overtime per 4-2 del Mountfield; un risultato che consente ai cechi di eliminare il Färjestad. Gli slavi partono forte e in 8’ raggiungono il doppio vantaggio per effetto delle reti di Kevin Klima e Lukas Cingel, in powerplay. Il buon momento prosegue anche nel secondo tempo con il 3-0 firmato al 29’ da Radek Pilar; gli svedesi non ci stanno a passare per vittima sacrificale: al 37’ Oscar Lawner accorcia le distanze, mentre Michael Lindqvist sfrutta una delle poche superiorità concesse dagli avversari per dirimere la questione del passaggio del turno al supplementare, risolto al 68’ da Cingel.

Termina in pareggio, invece, l’incontro tra il Tappara Tampere e il Davos: nonostante gli elvetici abbiano il controllo delle operazioni di gioco nei primi due periodi, la rete del vantaggio matura solo al 39’ dalla stecca di Enzo Corvi. In un terzo tempo più equilibrato, Valtteri Kemiläinen e Oskari Luoto ribaltano il punteggio a favore dei finlandesi. L’ipotetico 3-1 potrebbe maturare poco più tardi durante la penalità comminata a Michael Fora per sgambetto, tuttavia un powerplay gestito male, innesca Corvi per la rete del pareggio in inferiorità. Grazie al successo dell’andata i vicecampioni del Tappara Tampere passano il turno.

Ai campioni in carica del Rögle bastano meno di 30’ per cancellare la sconfitta dell’andata e staccare il pass dei quarti di finale; malgrado il prolungato forechecking degli svedesi nel primo tempo, l’attacco produce il solo goal di Ludvig Larsson. Va meglio nella frazione centrale, quando il powerplay manda in rete Adam Tambellini e Marco Kasper, nel mezzo il momentaneo 3-0 di Oliver Tärnström. Nella stessa situazione di gioco Thomas Raffl “sporca” il clean sheet di Atte Toivonen. Nel terzo tempo Larsson, dopo aver aperto le marcature, ha il compito di chiuderle in superiorità al 43.12.

Contro il Grizzlys Wolfsburg il Luleå si ripete anche nel ritorno ottenendo un altro successo di misura, questa volta per 2-1. Chiuso il primo tempo a reti bianche, i tedeschi tentano lo sgambetto al 31’ per mano di Tyler Morley. Nel terzo tempo le situazioni speciali tradiscono i teutonici, i quali devono incassare il pareggio in situazione di cinque contro quattro di Konstantin Komarek e il sorpasso di Oscar Engsund in inferiorità e a porta vuota.

Ipotecata la qualificazione agli ottavi di finale con il 4-0 dell’andata, il Frölunda espugna anche la pista del Straubing Tigers. In una partita avara di conclusioni, il botta e risposta tra Ryan Lasch e Brandon Manning apre le marcature nel primo tempo. L’equilibrio sul ghiaccio dell’Eisstadion am Pulvertum è confermato anche nel secondo periodo dalle reti di Marcel Brandt, in doppia superiorità, e Patrik Carlsson, ma è spezzato al 57’ da Frederik Dichow, a segno a porta vuota.

Se lo Zurigo nutriva speranze di qualificazione, dopo la sconfitta di misura per 5-4 dell’andata, lo Skellefteå AIk le ha spente nel secondo tempo della gara di ritorno. Chiuso sullo 0-0 il primo tempo, a determinare il parziale di 3-1 dopo 40’ sono i rispettivi powerplay: Filip Sandberg e Andreas Wingerli regalano il doppio vantaggio agli scandinavi, i quali, incassata la rete di Chris Baltisberger, ristabiliscono le distanze con Pår Lindholm. A 1’17” dalla sirena Richard Hugg fissa il risultato sul definitivo 4-1.

Tra le otto sfide degli ottavi di finale, quella in cui il discorso qualificazione è rimasto a lungo in bilico è quella tra Friborgo e Jukutit Mikkeli; il pareggio si materializza a lungo anche alla BCF Arena: terminato il primo tempo sullo 0-0, Patrik Puistola e Nathan Marchon chiudono la ripresa sull’1-1. Quando l’overtime sembra una certezza, Jarkko Immonen beffa gli svizzeri al 56.59.

 
Ottavi di finale                                andata    ritorno
                                              (15-16/11) (22-23/11)
Grizzlys Wolfsburg (GER) – Luleå Hockey (SWE)     2-3       1-2
Jukurit Mikkeli (FIN) – Friborgo-Gottéron (SUI)   1-1       2-1
Frölunda Goteborg (SWE) – Straubing Tigers (GER)  4-0       3-2
Färjestad Karlstad (SWE) – Mountfield HK (CZE)    4-3       2-4 ot
Red Bull Monaco (GER) – Zugo (SUI)                1-5       —
Davos (SUI) – Tappara Tampere (FIN)               0-1       2-2
Red Bull Salisburgo (AUT) – Rögle Ängelholm (SWE) 3-1       1-5
Skellefteå AIK (SWE) – ZSC Lions Zurigo (SUI)     5-4       4-1

Gli accoppiamenti dei quarti
(andata 6-7/12, ritorno 13/12)
Mountfield (CZE) – Monaco (GER)/Zugo (SUI)
Rögle Ängelholm(SWE) – Tappara Tampere (FIN)
Jukurit Mikkeli (FIN) – Luleå Hockey (SWE)
Skellefteå AIK (SWE) – Frölunda Indians (SWE)

Tags: