Ingolstadt batte il Bolzano, proprio sul filo di lana

Ingolstadt batte il Bolzano, proprio sul filo di lana

(m.g.) Una rete della vecchia volpe Charles Bertrand, a sessantanove secondi dalla fine della gara, regala ai suoi la vittoria nel match conclusivo della 6° Edizione della Vinschgau Cup 2022. La gara è stata, tosta, ben giocata da due formazioni che non volevano ammettere la sconfitta ed anche il numero delle sanzioni disciplinari, sette per i bavaresi e sei per gli altoatesini, ci dice che fra le Panthers ed i Foxes è stata “partita vera”.

La gara che conclude la coppa della Val Venosta si disputa tra Ingolstadt ed il Bolzano, formazioni deluse dalla prima giornata nella quale, entrambe, hanno perso contro Val Pusteria e Norimberga.
Nei Panthers rispetto a venerdì ci sono tre cambiamenti nel roster: Michael Garteig sostituisce Kevin Reich tra i pali, mentre Ben Marshall e Marko Friedrich tornano in formazione, al posto di Enrico Henriquez e Maury Edwards lasciati a riposo. La partita non potrà concedere a nessuna delle due formazioni la vittoria finale del torneo, andata alle Tigri del ghiaccio di Norimberga che, dopo aver battuto ieri il Bolzano e si sono assicurati il ​​primo posto con una vittoria per 5:3 sull’HC Pustertal eppure le due formazioni, con una vittoria – oggi – hanno ancora la possibilità di assicurarsi il secondo posto in Coppa di Val Venosta.
Parte forte l’Ingolstadt che nei primi minuti riesce a mettere costantemente sotto pressione gli altoatesini. Dopo una bella conclusione di Wayne Simpson, il gioco del Bolzano cresce ed ottiene una buona possibilità con Mike Dalhuisen, la cui conclusione è controllata da Michael Garteig. La formazione bavarese passa in vantaggio al minuto 11:00, allorquando, dopo aver perso un ingaggio in zona offensiva, Charles Bertrand ha conquistato prepotentemente il disco lo ha passato a Fabio Wagner che lo ha servito Mirko Höfflin, il quale, libero davanti alla porta, ha segnato il vantaggio dell’Ingolstadt. Un miuto più tardi i Foxes potrebbero pareggiare. Emil Quaas perde il disco dietro la propria porta e prima Angelo Miceli poi Matt Frattin costringono Michael Garteig a due difficili parate.
Al 18:20,Tye McGinn ha una buona opportunità ma Harvey Samuel salva. Al 18° arriva la prima penalità della gara ai danna di Luca Frigo, per colpo di bastone. Nel periodo di inferiorità numerica, il Bolzano ha una buona occasione per pareggiare i conti, l’attacco dei bavaresi balbetta e (18:25) Daniel Frank spara sopra la traversa al termine di una bella azione in controfuga. La prima frazione di gioco si chiude sul meritato vantaggio dei bavaresi.
Nel secondo tempo il Bolzano gioca meglio ed al 28° giunge al meritato pareggio. Il gol nasce da una bella discesa di 1 : 1 – Scott Valentine, servito da Dustin Gazley. Il difensore mette il disco nel mezzo dove, ben appostato, Brad McClure insacca a mezz’altezza sul secondo palo.
L’Ingolstadt si riporta avanti al minuto 35:00. Il goal nasce da una iniziativa di Justin Feser, bravo a conquistare il disco dietro la porta altoatesina, e scambiarlo con Frederik Storm che serve il capitano Fabio Wagner che si ritrova un bello spicchio libero della porta, nel quale può facilmente tirare e realizzare il gol del momentaneo vantaggio.

Dopo un inizio di drittel molto nervoso, con diversa penalità, finalmente si torna a giocare e si registra un tiro di Marshall al minuto 48°. Una nuova penalità, questa volta a Cameron Ginetti, per colpo di bastone, ridà fiato al gioco dei bavaresi. appena rientra dalla penalità Ginetti, è subito il turno del difensore olandese Mike Dalhuisen ad andare in panca puniti. I bianco-rossi resistono ad ambedue le inferiorità numeriche ed, alla prima occasione di superiorità numerica sul ghiaccio, trovano il gol del pareggio con una bella conclusione di Mitch Hults, servito da Ryan Culkin. Proprio quando sembra che il match sia destinato all’overtime, quando il cronometro sta per iniziare il suo ultimo giro di lancette, i bavaresi trovano il gol della vittoria. L’azione è confezionata dalla prima linea e conclusa alla grande dal francese Charles Bertrand. Il Bolzano, colpito nell’orgoglio toglie il portiere e, a venticinque secondi dalla sirena avrebbe l’occasione per ritornare in partita ma il portiere bavarese salva su Brad McClure con un intervento miracoloso. Vince l’Ingolstadt ma il Bolzano, pur sconfitto, non ha demeritato e – sicuramente – ci è piaciuto di più rispetto alla precedente gara contro Norimberga.

Vinschgau Cup – 28 agosto 2022 ore 18:00 Iceforum di Laces/Latsch.
HCB SÜDTIROL FOXES – Bolzano – ERC INGOLSTADT 1:2 (0:1, 1:1, )
Marcatori: 11:00 0 : 1 – Mirko Höfflin (Charles Bertrand, Fabio Wagner); 28:00 1 : 1 – Brad McClure (Scott Valentine, Dustin Gazley); 35:00 1 : 2 Fabio Wagner (Justin Feser, Frederik Storm); 54:00 2 : 2 – Mitch Hults (Ryan Culkin); 59:00 2:3 Charles Bertrand (Jerome Flaake, Leon Huttl).
Arbitri: Aleksander Polaczek, Benjamin Hoppe
Spettatori 500 circa.
Massimo Gasperi

Ultime notizie
error: Content is protected !!