Pergine: ecco la nuova squadra degli allenatori

Due conferme, un ritorno e due importanti novità formano lo staff degli allenatori che oggi la società desidera rendere noti.
Andrea Ambrosi non ha più bisogno di molte presentazioni: è stato l’atleta più rappresentativo del’Hockey Pergine; da giocatore ha militato nelle più importanti squadre italiane, ha vinto titoli con la maglia del Bolzano, è stato più volte in nazionale e ha partecipato ad un mondiale con la maglia azzurra. Rientrato nella squadra dove era cresciuto è stato per anni il nostro capitano sul ghiaccio prima di passare, durante la stagione scorsa, a dirigere gli ex compagni dalla panchina. Per preparazione, passione e impegno è sicuramente una figura chiave del presente e del futuro di Hockey Pergine. Anche per la prossima stagione, accanto all’impegno prevalente per la squadra senior, continuerà a contribuire anche alla crescita del settore giovanile biancorosso.

Altra conferma quella di Giuseppe Viliotti nel ruolo di preparatore atletico, dove si è fatto apprezzare da tutti per competenza, passione e rigore nel lavoro, sia a favore degli atleti più giovani, come di quelli già adulti.
Ritorna in biancorosso per seguire il settore giovanile Jaromir Korotvicka. Originario di Brno, in Repubblica Ceca, dopo una carriera internazionale da giocatore e gli studi da allenatore compiuti in patria ha poi allenato in Svizzera, Italia e Repubblica Ceca. Con Hockey Pergine ha collaborato, sia per il settore giovanile che per la squadra senior negli anni 2011-2017, contribuendo in maniera decisiva alla crescita di molti nostri atleti.

Le due importanti novità sono costituite da Murajica Pajic e da suo figlio Rock.
Murajca Pajic, classe 1961, originario di Jesenice, è stato giocatore dapprima jugoslavo e poi sloveno dai primi anni ’80 fino al 1998. Intrapresa la carriera di allenatore è stato sulla panchina di squadre come Gardena, Milano, Maribor, e Pontebba, per poi contribuire in maniera decisiva alla crescita del settore giovanile dell’Appiano negli anni 2013-2019. Apprezzato per la sua capacità organizzativa, per le indubbie qualità tecniche e l’impegno fuori e dentro ghiaccio si dedicherà alla crescita e allo sviluppo del settore giovanile di Hockey Pergine.
Al suo fianco avrà il figlio Rock, per anni giocatore con diverse squadre in Slovenia , Repubblica Ceca, Italia (Pontebba, Val Pusteria, Bolzano) e Gran Bretagna; ha vestito più volte la maglia della nazionale slovena partecipando anche a diversi campionati del mondo. Dal 2019 ha incominciato ad Appiano ad affiancare l’impegno di giocatore con quello di allenatore, per passare poi definitivamente al ruolo di assistente negli ultimi due anni sulla panchina del Renon.
“Le scelte fatte rappresentano certo un grande impegno da parte della società” – dicono dalla dirigenza biancorossa – “sia dal punto di vista economico che organizzativo, ma siamo sempre conviti che investire soprattutto per la crescita del settore giovanile sia una scelta vincente. Ai nostri bambini e ai nostri giovani atleti vogliamo dare tutto quanto serve per poter sviluppare, potenziare ed esprimere al meglio le loro capacità!”