IHL: al Valdifiemme il big match del Master Round. Nel Qualification Round crollano le lombarde

Nel Master Round non bastano 60’ a Valdifiemme, tornato capolista in solitaria, e Alleghe per avere ragione di Caldaro e Pergine. Nel Qualification Round Dobbiaco e Appiano stendono Varese e Como.

Il Valdifiemme centra la seconda vittoria consecutiva: se contro l’Unterland erano serviti i rigori, nella partita di cartello della terza giornata ai fiamazzi sorride l’overtime. Il risultato rimane inchiodato sullo 0-0 per 29’, al secondo powerplay a favore, Enrico Chelodi lo sblocca. Nella stessa situazione di gioco Jonas Oberrauch trova il goal dell’1-1 al 34’. La partita s’infiamma al 53’ con il botta e risposta tra Bastian Andergassen e Andrea Odorizzi, anch’egli a segno in superiorità. Nel supplementare la parola fine al match è messa da Nicola Ghizzo.

L’Alleghe mantiene vive le speranze di entrare nella lotta per le prime posizioni espugnando la pista del Pergine; protagonista della serata è Miika Kiviaranta: il finlandese apre le marcature al primo affondo delle Civette. Le Linci rispondono in apertura della frazione centrale con l’uno-due di Connor Sanvido e Jozef Foltin che ribalta il punteggio. Quando la partita sembra avviata a decretare la vittoria dei biancorossi trentini, al 58.04 coach Alessandro Fontana si gioca la carta dell’uomo di movimento in più, venendo premiato 10” più tardi dal pareggio di Joshua Berger. Agli shootout decide Kiviranta.

Altro match cruciale della terza giornata è l’incontro tra Dobbiaco e Varese; i pusteresi vendicano la sconfitta casalinga subìta nell’ultima giornata della stagione regolare imponendosi 5-2 e staccano i Mastini nella classifica del Qualification Round. Agli altoatesini servono 27’ per piegare le resistenze giallonere: nei successivi 6’ Schweitzer realizza una doppietta intervallata dal momentaneo 2-0 di Patrick Rizzo. Dal 36’ il canovaccio della gara si svolge senza soluzione di continuità: alla doppietta di Marcello Borghi, rispondono Lukas Crepaz e Matthias Profunser.

L’Appiano centra il primo successo nel Qualification Round trascinati da un Daniel Arnost nel doppio ruolo di allenatore-giocatore e un hattrick a referto. Il Como, in attesa di poter utilizzare i neoacquisti Nick Dinicola e Michael Cecere, paga il lungo periodo senza gare e una difesa rabberciata, formata da quattro uomini di ruolo, e un attacco rimpolpato da alcuni giocatori del Milano Bears. Lorenzo Vola illude i lariani aprendo le marcature dopo 67” dall’ingaggio iniziale. Le penalità incassate costano il sorpasso dei Pirati a segno grazie a Tobias Engl e Arnost, a cui rimedia Vola con il secondo goal personale. A 7” dal primo intervallo Kamil Vavra riporta la formazione d’Oltradige in vantaggio. A metà gara Arnost, con altri due goal, di cui uno in inferiorità, firma un importante allungo. Le distanze rimangono invariate ai goal di Riccardo Ambrosoli, in superiorità, e Markus Mair. Nel terzo tempo i comaschi aumentano il forechecking e ritornano in partita coi goal di Maksym Koka e Davide Xamin (in situazione di cinque contro quattro). Al 29’ Vavra mette un freno ai progetti di rimonta dei rivali fissando il punteggio sul definitivo 7-5.

 
Risultati
Master Round
3a giornata
sabato 15 gennaio
Pergine     – Alleghe 2-3 rig.
Valdifiemme – Caldaro 3-2 ot
Riposa: Unterland

Qualification Round
3a giornata
sabato 15 gennaio
Dobbiaco    – Varese  5-2
Como        – Appiano 5-7
Riposa: Bressanone

Classifica Master Round
1.Valdifiemme 17 p.ti (2 gare)
2.Caldaro     16 (3)
3.Unterland   15 (2)
4.Pergine     14 (3)
5.Alleghe     13 (2)

Classifica Qualification Round
1.Dobbiaco    14 p.ti (2 gare)
2.Varese      10 (2)
3.Como         8 (1)
4.Appiano      5 (2)
5.Bressanone   4 (1)

Prossimo turno
Master Round
4a giornata
giovedì 27 gennaio
Alleghe – Valdifiemme
Caldaro – Unterland 
Riposa: Pergine

Qualification Round
4a giornata
giovedì 27 gennaio
Appiano – Bressanone
Varese  – Como
Riposa: Dobbiaco

Tags: