NL: rimpianti per Lugano e Ambrì

Sconfitte da ZSC Lions e Zugo, le due formazioni ticinesi si allontanano dai rispettivi obiettivi.

Nelle poche sfide andate in scena in questo inizio di settimana, il Davos ritrova il successo dopo il pesante KO subito a Ginevra, mantenendosi saldamente nel sestetto delle formazioni che avranno il privilegio di accedere direttamente ai playoff. Il sonoro (4-0) incassato alle Vernets, frutto dei gol di Richard, Vatanen, Pouliot e Jooris, è stato, infatti, dimenticato in fretta dai grigionesi grazie al successo interno per (4-1) a spese del Langnau. Dopo il vantaggio ospite realizzato da Sturny, la formazione di Wohlwend, agevolata dalla penalità partita inflitta a Blaser, esce alla distanza andando a segno con Egli, Frehner, Schmutz e Knak (le ultime due reti in power-play). Grandi emozioni nel derby bernese andato in scena alla Tissot Arena, con il Bienne che riesce ad imporsi all’overtime con l’inconsueto punteggio di (8-7) nei confronti degli Orsi. La rincorsa dei seeländer, sotto (3-0) e (6-4), si è definitivamente realizzata grazie al gol di Gaetan Haas. Doppiette per Hofer, Künzle e per il lettone Daugavins, penalità partita per Sciaroni.

E’ mancato solo il killer-instinct al Lugano, battuto di misura (3-2) alla Corner Arena dallo Zurigo, reduce da sei vittorie consecutive (tre nel nuovo anno). I bianconeri, tornati in pista dopo tre settimane, faticano a trovare ritmo e vengono puniti da un gol di Geering. Di tutt’altro spessore il periodo centrale, in cui i padroni di casa dominano in lungo e in largo, ribaltando il risultato grazie ai gol di Arcobello e Joesphs e sprecando diverse occasioni, soprattutto in power-play. Il pareggio realizzato dal canadese Quenneville, non spegne gli ardori della formazione di un soddisfatto Mc Sorley che prova in tutti i modi a conquistare i tre punti, prima di subire il gol decisivo dello svedese Krüger. Per il Lugano, che si trova ad avere ora un gap di 13 punti dai Lions, l’accesso diretto ai playoff diventa un miraggio. Non sorride nemmeno l’Ambrì, che viene di nuovo rimontato e sconfitto. Alla Gottardo Arena, infatti, i leventinesi subiscono uno stop (3-2) per opera dello Zugo. Non sono bastati il ritorno di Conz e l’esordio di Moses, ma soprattutto i due gol, realizzati nel primo periodo da Bürgler e Pestoni e ben 8’ di superiorità numerica. Nel periodo conclusivo, i campioni in carica mettono sul ghiaccio sempre più intensità e, dopo aver accorciato le distanze con Herzog, raggiungono il pareggio con un gol contestato di Kovar. Il gol  decisivo di Kreis, nell’overtime, lascia così i biancoblù sempre più lontani da un posto per i pre-playoff.

Risultati NL:
martedì 11 gennaio
Ambrì      – Zugo       2-3 ot
Ginevra    – Davos      4-0

mercoledì 12 gennaio
Bienne     – Berna      8-7 ot
Davos      – Langnau    4-1
Lugano     – Zurigo     2-3

Classifica NL (dopo 42 giornate)
1.Friborgo    71/2.088 p.ti/media (34 gare)
2.Zugo        65/1.970 (33)
3.Rapperswil  67/1.914 (35)
4.Bienne      66/1.833 (36)
5.Davos       65/1.806 (36)
6.Zurigo      64/1.778 (36)
————————————————————–
7.Lugano      51/1.457 (35)
8.Losanna     46/1.394 (33)
9.Ginevra     47/1.382 (34)
10.Berna      46/1.353 (34)
————————————————————-
11.Ambrì      40/1.111 (36)
12.Langnau    32/0.889 (36)
13.Ajoie      18/0.529 (34)

Top Scorer LNA
#                Club        Punti (reti+assist)
1.J.Olofsson    (Langnau)     45      (23+22)
2.R.Cervenka    (Rapperswil)  43      (12+31)
3.H.Tömmernes   (Ginevra)     43      (8+35)
4.A.Grenier     (Langnau)     42      (12+30)
5.C.DiDomenico  (Friborgo)    39      (11+28)

Top Goalies
#                     Club         Svs%    GAA
1.S.Aeschlimann      (Davos)      94,00   1.83
2.
R.Berra            (Friborgo)   92,65   2.19
3.M.Nyffeler         (Rapperswil) 92,39   2.22
4.L.Genoni           (Zugo)       92,20   2.24
5.J.van Pottelberghe (Bienne)     92,16   2.23

Tags: