L’Asiago stravince il big match di giornata. Bene Cortina, Jesenice e Lustenau.

(m.g.) Roboante vittoria dell’Asiago nel big match della giornata. I Campioni d’Italia infliggono al Renon un passivo (8:1) assolutamente imprevisto alla vigilia. Nell’altro “derby” tra formazioni italiane, il Cortina espugna il Pranives. La vittoria (3:2) da due punti arriva all’overtime e, nonostante il successo ottenuto resta ai ragazzi di Ivo Machacka un pizzico di rammarico per essere stati ripresi a trenta secondi dalla sirena e non aver potuto ottenere l’intera posta, cioè quei tre punti che avrebbero indubbiamente servito molto alla causa bianco blu soprattutto in relazione alla conquista di un posto nella finale scudetto. Nelle altre gare, lo Jesenice vince solo ai supplementari contro Kitzbühel, Lustenau fa il suo dovere contro Linz mentre il Fassa cade a Vienna e Salisburgo batte il Feldkirch nell’extra-time.
——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Neppure il più accanito dei supportes asiaghesi poteva immaginare un esito così positivo del big match che opponeva tra loro le finaliste della scorsa finale scudetto! Il “derby degli altipiani” è stata una gara a senso unico. I Buam subito sotto dopo poco più di 100 secondi, non sono mai stati in partita e vano è stato il temtativo (dopo 33 minuti) di sostituire Smith con Treibenreif. Cambiando l’ordine dei prodotti, come dice la matematica, il risultato non è cambiato e sia l’uno che l’altro goalie altoatesino hanno continuato a prendere sberle a ripetizione. I leoni giallo-rossi hanno messo a referto addirittura tre doppiette con Michele Marchetti, Alessandro Tessari ed Anthony Salinitri. Eppure il match per i veneti destava alla vigilia diverse preoccupazioni: Coach Mattila lamentava – infatti – tante defezioni. Non solo non poteva disporre dei 4 infortunati storici: Rosa, Miglioranzi, Olivero ed Iacobellis, ma doveva fare a meno anche di Gregorio Gios e Filippo Rigoni (il difensore) mentre Samuele Zampieri, Gabriele Parini e Filippo Rigoni (l’attaccante) erano convocati per la nazionale italiana Under 20. Se Atene piange, Sparta non poteva certo ridere ed anche tra le file dei Buam si contavano numerose defezioni: Sharp, Quinz, Pechlaner, Giacomuzzi (Nazionale U20), Fink, Jakob Prast (Nazionale U20) e Manuel Öhler, motivo per cui l’allenatore Heiskanen ha potuto schierare solo tre linee. Unica nota lieta per i Buam è stato il ritorno sul ghiaccio di Markus Spinell dopo 40 lunghi giorni di assenza (l’attaccante aveva disputato l’ultimo match lo scorso 21 ottobre).
I Campioni d’Italia in carica sono passati in vantaggio prima del 3° minuto con Michele Marchetti, ben servito da Giliati. Il raddoppio è giunto grazie ad una prodezza di Mantenuto che ha rubato il disco a Osburn dietro la porta del Ritten e poi ha superato Smith (10.18). I padroni di casa trovano il 3:0 in apertura di secondo tempo. Alessandro Tessari raccoglie un disco perso dai Buam e lo trasforma in gol (22′). I giallorossi, a metà tempo, segnano il 4-0 con un “one-timer” di Stevan in Power Play. Al 33° arriva anche il 5:0 con Salinitri che infila il disco sotto i gambali di Smith. Il coach dei Buam, decide allora di sostituire il suo portiere e di inserire Hannes Treibenreif.
Il 6:0 arriva dopo 74 secondi dall’inizio del terzo drittel ed è ancora Salinitri a festeggiare. Cinque minuti dopo, con un tiro preciso nell’angolino Robert Öhler riesce a regalare il gol della bandiera ai Rittner Buam (46’18”). Ma l’Asiago si diverte ancora a giocare e al 52° minuto, in superiorità numerica, dopo una bella azione solitaria, Marchetti sorprende Treibenreif tra i gambali. La festa è completata dal gol di Matteo Tessare che, a 2’21” dalla sirena, supera Lang con una finta, gira attorno a Treibenreif e segna la rete dell’8:1. L’Asiago potrebbe segnare anche il nono gol con Lievore ma la sua conclusione si stampa sulla traversa, comunque, sia si arriva alla sirena ed il risultato finale non dà certo spazio alle interpretazioni: senza alcun dubbio, il team di Mattila sarà protagonista, assoluto, nelle vicende che riguarderanno lo scudetto e la conquista del torneo AHL.
Sabato, 04.12.2021, 20:30: Hodegart di Asiago.
Migross Supermercati Asiago Hockey – Rittner Buam 8:1 (2:0,3:0,3:1)
Arbitri: GIACOMOZZI, PINIE, Bedana, Fleischmann
Marcatori: 1:0 ASH Marchetti M. (02:58 / Giliati S. ,Ginnetti C. / EQ), 2:0 ASH Mantenuto D. (10:18 / Ginnetti C. ,Casetti L. / EQ), 3:0 ASH Tessari A. (22:59 / Lievore E. ,Casetti L. / EQ), 4:0 ASH Stevan M. (29:24 / Giliati S. ,Marchetti S. / PP), 5:0 ASH Salinitri A. (33:03 / Magnabosco J. ,Ginnetti C. / EQ), 6:0 ASH Salinitri A. (41:14 / Magnabosco J. ,Vankus M. / EQ), 6:1 RIT Öhler R. (46:18 / Frei A. ,Uusivirta L. / EQ), 7:1 ASH Marchetti M. (51:42 / Stevan M. ,Ginnetti C. / PP), 8:1 ASH Tessari A. (57:39 / Lievore E. ,Tessari M. / EQ)
——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
L’HDD Sij Acroni Jesenice ottiene una nuova vittoria nella AHL, infatti il match contro il Kitzbühel, si è concluso sul punteggio di 3:2 per gli sloveni, dopo i tempi supplementari. Nonostante un modesto 14° posto, gli austriaci si sono rivelati un forte rivale giocando in modo molto aggressivo ed aspettando ogni più piccolo errore dei padroni di casa per colpire in controfuga. Il primo errore dei padroni di casa è stato commesso già nel primo minuto del match ed ha consentito a Kittinger di segnare dopo soli 59 secondi dal face-off, battendo Žiga Kogovšek. Quest’ultimo ha difeso la gabbia dello Jesenice, oggi, al Podmežakla per il forfait del titolare, lo svedese Froberg. Quest’ultimo, purtroppo per la formazione dell’Alta Carniola, sarà assente dal ghiaccio per qualche tempo dopo essersi infortunato al ginocchio. Tornando a descrive il match, dobbiamo segnalare che, subito il gol, i “Red Steelers” hanno ritrovato presto il bandolo della matassa. Al settimo minuto, Sašo Rajsar ha, infatti segnato dopo un preciso passaggio. C’è da dire che i ragazzi di Niko Zupančič, nonostante una certa imprecisione nel concludere le azioni, hanno confermato la loro buona condizione disputando una buona gara. Gli ospiti, di contro, sono tornati in vantaggio un po’ a sorpresa al 17′ grazie ad Jevdokimovs. Jesenice ha continuato a premere sull’acceleratore ma, nonostante molte opportunità, la porta di Moser sembrava chiusa a “doppio mandato”. Poi al 54′, è arrivato il meritatissimo pareggio del migliore uomo sul ghiaccio: Erik Svetina ed il match si è prorogato fino ai tempi supplementari. A metà esatta dei cinque minuti di extra-time, l’attaccante sloveno ha confermato la sua buona forma e ha segnato il gol decisivo. Con i due punti, i “Red Steelers” confermano il primo posto in classifica AHL, aspettando di disputare nei prossimi giorni le partite contro Triglav e Bled, valide per il campionato sloveno.
Sabato, 04.12.2021, ore 17:00: Dvorana Podmezakla di Jesenice
HDD SIJ Acroni Jesenice – EC Die Adler Stadtwerke Kitzbühel 3:2 OT (1: 2, 0-0, 1-0, 1-0)
Arbitri: LOICHT, PAHOR, Bergant, Javornik.
Marcatori 0:1 KEC Kittinger P. (00:59 / unassisted / EQ), 1:1 JES Rajsar S. (06:56 / Svetina E., Stojan N. / EQ), 1:2 KEC Jevdokimovs R. (16:33 / Lindhagen E. / EQ), 2:2 JES Svetina E. (53:33 / Stojan N. ,Rajsar S. / EQ), 3:2 JES Svetina E. (62:35 / Pance E. ,Zibelnik A. / EQ)
Partite disputate in AHL 10:2 nel computo delle vittorie, a favore dello Jesenice.
——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Dopo nove vittorie consecutive, il Gherdëina, incassa questo pomeriggio la terza sconfitta consecutiva. Dopo Jesenice e Renon, le Furie si debbono, infatti, inchinare anche di fronte al Cortina. Il match si decide all’Overtime ed è stato Riccardo Lacedelli con un guizzo dei suoi a risolvere la sfida. Tra i locali, erano assenti lo squalificato Michael Sullmann, e gli infortunati Max Soelva, Nikoals Paratoni, Maks Selan e Matteo Luisetti.
Al Cortina – come detto – nonostante la gioia per l’importante vittoria ottenuta resta un po’ di amaro in bocca per come la stessa è maturata poiché a 30 secondi dalla sirena dei sessanta minuti regolamentari, gli Scoiattoli stavano vincendo per 2-1 e si apprestavano a conquistare quei tre punti che sarebbero stati importantissimi per puntellare la classifica degli ampezzani, soprattutto in proiezione del campionato IHL – Serie A. Invece ad un soffio dalla fine, Max Oberrauch, uno che quando vede le maglie bianco-blu riesce sempre a “far male”, ha trovato il pareggio che ha obbligato le formazioni a prorogare la gara fino al tempo supplementare.
Sabato, 04.12.2021, ore 18:00: Palaghiaccio Pranives di Selva di Val Gardena
HC Gherdëina valgardena.it – S.G. Cortina Hafro 2 – 3 OT (1: 1, 0-0, 1: 1, 0: 1)
Arbitri: FAJDIGA, VIRTA, Arlic, Bassani
Marcatori: 0:1 SGC De zanna R. (08:36 / BARNABO’ L. ,Sanna M. / EQ), 1:1 GHE Moroder S. (10:50 / Nocker P. ,Sölva M. / EQ), 1:2 SGC BARNABO’ L. (42:57 / De zanna R. ,Sanna M. / EQ), 2:2 GHE Oberrauch M. (59:30 / Korhonen V. ,Selan M. / EQ), 2:3 SGC Lacedelli R. (63:19 / Zanatta L. ,Sanna M. / EQ)
——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Anche contro il Vienna il Fassa va sotto di tre reti a zero ma, contrariamente a quanto era avvenuto nel match di Merano, i Falcons, pur iniziando la rimonta e portandosi sul 3-2, non riescono a completarla appieno ed iniziano questa prima gara della doppia trasferta austriaca in programma nel weekend con un nulla di fatto. Tra i ladini, ai tre storici infortunati, March, Biondi, Costantin, si registra l’assenza di Soppelsa, Ploner e Spimpolo, mentre Michele Forte è assente per la convocazione con la Nazionale Under 20. Il Vienna parte benissimo e con le reti di Draschkowitz (7’) e Pesendorfer (10’) si regala un doppio vantaggio proprio in apertura di match. I “Silver Caps” incrementano il loro vantaggio nel secondo tempo con Leon Widhalm (omonimo del portiere Lorenz). I ladini accorciano le distanze, intorno alla mezz’ora di gioco, con Diego Iori. Poi dopo qualche minuto Alfeo Deluca riapre il match (33’). Sembra ripetersi la grande rimonta di giovedì contro il Merano ma la rincorsa dei Falcons si ferma alla seconda sirena che dice Vienna avanti per 3:2. Nel terzo tempo prosegue assalto dei fassani alla porta di Lorenz Widhalm, pur tuttavia gli austriaci resistono al forcing. Poi la partita si infiamma a dieci minuti dalla fine ed in 50 secondi si registrano due marcature. Per primi, sono i padroni di casa ad incrementare il bottino grazie ad Alex Nilsson, al gol del ventunenne svedese, risponde il top-scorer del Fassa, Steven McParland. E le distanze restano immutate fino alla fine del match. Vienna vince la sua quarta gara casalinga, del torneo per 4:3.
Sabato, 04.12.2021, Ore 19:15: Erste Bank Arena
Vienna Capitals Silver – SHC Fassa Falcons 4:3 (2:0,1:2,1:1)
Arbitri: LEHNER, WIDMANN, Moidl, Voican
Marcatori: Goals 1:0 VCS Draschkowitz C. (06:59 / Nilsson Andersson A. ,Fichtinger R. / EQ), 2:0 VCS Pesendorfer K. (10:05 / Maxa A. ,Widhalm L. / EQ), 3:0 VCS Widhalm L. (28:24 / Maxa A. / SH), 3:1 FAS Iori D. (29:53 / Lindgren E. ,Mcparland S. / EQ), 3:2 FAS Deluca A. (33:01 / Pietroniro K. ,Kustatscher D. / EQ), 4:2 VCS Nilsson Andersson A. (50:18 / Auzins E. ,Draschkowitz C. / EQ), 4:3 FAS Mcparland S. (50:58 / Tedesco D. ,Schiavone D. / EQ)
——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Il Lustenau si conferma come seconda forza del torneo e batte facilmente il Linz per 5:2. L’andamento della gara è stato incerto fino al terzo tempo poi padroni di casa hanno dilagato, da segnalare la tripletta (Hat-trick) per l’attaccante, l’ex Cortina, Remy Giftopoulos. La gara si apre con un “botta e risposta” nel giro di pochi minuti. Remy Giftopoulos porta in vantaggio i suoi ma il giovane connazionale Brodi Stuart è bravo a trovare il gol del pareggio. Poi all’inizio del secondo periodo, il diciottenne austriaco, Sebastian Wilding regala agli ospiti il punto del vantaggio. Il 2:1 per il team dell’Alta Austria resiste fino al terzo tempo. Dal 44° in poi sale in cattedra il Lustenau che dimostra tutta la potenza delle sue bocche di fuoco. E’ ancora Remy Giftopoulos a pareggiare i conti. Poi, i Leoni giallo-verdi passano in vantaggio, in inferiorità numerica, con Lucas Haberl. Successivamente ancora Giftopoulos e poi Hridina confezionano la vittoria del Lustenau capace di andare a segno quattro volte in meno di nove minuti.
Sabato, 04.12.2021, Ore 19:30: Rheinhalle di Lustenau
EHC Lustenau – Steel Wings Linz 5:2 (1:1,0:1,4:0)
Arbitri: SCHAUER, STEFENELLI, Müller, Piras
Marcatori 1:0 EHC Giftopoulos R. (02:41 / Connelly B. ,Ratz P. / EQ), 1:1 SWL Stuart B. (03:43 / Liesch L. ,Farren K. / EQ), 1:2 SWL Wilding S. (21:14 / Ekelund U. ,Lahtinen N. / EQ), 2:2 EHC Giftopoulos R. (44:38 / Connelly B. ,Wilfan M. / EQ), 3:2 EHC Haberl L. (45:33 / Wüstner R. ,Oberscheider D. / SH), 4:2 EHC Giftopoulos R. (51:28 / Puschnik K. ,Ratz P. / PP), 5:2 EHC Hrdina S. (53:04 / Giftopoulos R. ,D’Alvise C. / EQ)
——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Nelle file del Salisburgo, mancavano i due giovani 17enni altoatesini Tommy Purdeller (da Brunico) e Fabian Gschliesser (di Vipiteno) impegnati nella nazionale italiana U20. Di contro coach Teemu Levijoki poteva far conto sul rientro dell’infortunato di lungo corso Philipp Krening (anche lui 17enne). In mezzo ai nomi di tanti “ragazzini”, il primo gol arriva ad opera, di “un senatore”: Dylan Stanley che trova il vantaggio in powerplay (8′). Più nulla è accaduto fino all’inizio del terzo drittel quando (44°) Tim Harnish ha realizzato il pareggio salisburghese. Al 56° minuto, poi, i giovani Red Bull hanno ribaltato la partita con il 2:1 di Aljaz Predan. Infine, a 110 secondi dalla fine, i padroni di casa sono riusciti a pareggiare 2:2 con il lettone Trastasenkovs. Il match è andato avanti fino ai tiri di rigore e a trasformazione è stata quella del giovane e talentuoso Luca Auer.
Sabato, 04.12.2021, ore 20:00: Voralberghalle di Feldkirch
BEMER VEU Feldkirch – Red Bull Hockey Juniors 2:3 SO (1:0,0:0,1:2,0:0,0:1)
Arbitri: HOLZER, LEGA, De Zordo, Spiegel
Marcatori 1:0 VEU Stanley D. (08:41 / Bolterle P. ,Caffi A. / PP), 1:1 RBJ Harnisch T. (44:30 / Lehmus J. / EQ), 1:2 RBJ Predan A. (55:19 / Maier O. ,Lehmus J. / EQ), 2:2 VEU Trastasenkovs A. (58:10 / Korecky I. ,Caffi A. / EQ), 2:3 RBJ Auer L. (65:00 / GWS)
——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————

Tags: