Il Val Pusteria è “di rigore” a Salisburgo.

(m.g.) Il Val Pusteria renda la pariglia al Salisburgo battendolo ai tiri di rigore e “vendicando” la sconfitta all’overtime patita (in rimonta) nella sfida del primo di ottobre, quella, per inciso, che coincise con la inaugurazione della Intercable Arena. Anche in quella occasione, i Pusteresi, chiusero sul doppio vantaggio i primi venti minuti di gioco (Jakob Stekel e Emil Kristensen) poi, dopo un secondo drittel chiuso a reti bianche, nel terzo, i salisburghesi recuperarono lo svantaggio con due goal di Terrence Brennan. Stephan Deluca riportò avanti i giallo-neri che furono ripresi da Peter Schneider e superati all’overtime da un siluro di Terrence Brennan. Ricordiamo che le due formazioni si erano incontrate alla Eisarena di Salisburgo, anche venerdì 29 ottobre ed anche in quella occasione furono gli austriaci a vincere (sempre all’overtime) per 2-1. Infine, stasera – dopo esserci andato vicino per due volte – il Val Pusteria è invece riuscito a battere i Red Bulls vincendo sul difficile ghiaccio di Salisburgo. La gara è stata estremamente combattuta e l’esito è stato incerto fino all’ultimo tiro di rigore. Gli Shootout, anche in questa occasione hanno sorriso ai Lupi che hanno trionfato grazie alla realizzazione definitiva di Gregory Carey “aiutato” in questo, dalle parate di Tomas Sholl. L’avversario dei Lupi, oltre al “blasone” metteva in mostra una condizione ottimale che lo aveva portato a compiere cinque vittorie consecutive, intercalate, solo dalla sconfitta (ai rigori!!) casalinga contro la capolista Lubiana.

SALZBURG,AUSTRIA,03.DEC.21 – ICE HOCKEY – ICE Hockey League, EC Red Bull Salzburg vs HC Pustertal. Image shows TJ Brennan (EC RBS). Photo: GEPA pictures/ David Geieregger – For editorial use only. Image is free of charge.

Coach Raimo Helmines recupera, finalmente, Daniel Glira e, a parte l’inserimento del difensore, conferma, quelle che, oramai, possiamo definire le “linee classiche” e così (nello starting six) abbiamo Tomas Sholl in porta (con Hannes Stoll come suo back-up), Shane Hanna/Reece Willcox; Greg Carey/John Harju/Anthony Bardaro. In seconda linea: Michael Caruso/Emil Kristensen e in avanti Matthias Mantinger/Jasse Ikonen/Zac Budish; in terza linea: Daniel Glira/Armin Hofer ed in avanti Jakob Stukel/ Max Gerlach/ Dante Hannoun. In quarta: Ivan Althuber – Raphael Andergassen –Ivan De Luca – Simon Berger – Stephan De Luca.
Aggiungiamo solo che, a causa del lockdown in Austria, la partita si è svolta davanti a spalti vuoti. I padroni di casa, anch’essi quasi al completo (manca solo Vincent LoVerde), partono di gran carriere mentre i Lupi giocano per lo più con veloci ripartenze. Le maggiori opportunità arrivano per merito di Florian Baltram (che fallisce da solo da una buona posizione sulla destra) e Ali Wukovits, che arriva tutto solo davanti a Sholl, ma non riesce a superarlo. I lupi, dopo 17 minuti di gioco, trovano il goal del vantaggio. Ikonen vince un duello e si appoggia a Kristensen, il danese riesce a staccarsi senza ostacoli ed infila il puck all’incorocio dei pali, alle spalle di Tolvanen. Il risultato diventa ancor più bello, per gli ospiti poco dopo. A 30 secondi dalla sirena, Caruso tira dalla linea blu: Tolvanen, respinge ma nulla può sulla ribattuta di Johan Harju che insacca lo 0:2. Nella seconda parte la squadra di casa gioca meglio e Terence Brennan si inventa un goal dei suoi insaccando con un micidiale “rovescino” il 5° gol stagionale a Sholl. I Red Bull insistono e riescono a pareggiare proprio un minuto prima della fine del tempo. Nissner in controfuga spara verso la gabbia pusterese, il disco rimbalza su Sholl e Mario Huber, è bravo a sfruttare il rebound insaccando il 2: 2.
Nel terzo finale, i Brunicensi si difendono bene davanti ad un bravissimo Sholl. Poi, dopo aver tanto subito, a cinque minuti dalla fine, Mantinger conquista un disco vicino alla transenna, lo gioca per Budish che serve nel mezzo dove Jasse Ikonen insacca il 2-3. Potrebbe essere il goal della vittoria ma, sfortunatamente, pochi secondi dopo, Harju è mandato nella gabbia puniti per due minuti. Il power play dei padroni di casa – questa volta – è letale e Nissner trova il pareggio al 57° minuto. Dopo la terza sirena e cinque equilibrati minuti di overtime, si va ai tiri di rigore: Nissner e Harju falliscono le trasformazioni così come Brennan e Hanna. Quindi Sholl para la conclusione di Schneider, e Gregory Carey – sempre lui – trasforma il rigore definitivo regalando la vittoria alla formazione della Val Pusteria. Il campionato dei lupi non si ferma e già domani con inizio alle ore 17 i Vienna Capitals arriveranno all’Intercable Arena, poi martedì arriveranno a Brunico i Black Wings Linz. Nonostante la zona gialla, a queste partite saranno ancora ammessi 1.860 spettatori, ma per la prima volta il Super Green Pass (2G) sarà un prerequisito obbligatorio per poter entrare allo stadio.

SALZBURG,AUSTRIA,03.DEC.21 – ICE HOCKEY – ICE Hockey League, EC Red Bull Salzburg vs HC Pustertal. Image shows Emil Kristensen (Pustertal) and Ali Wukovits (EC RBS). Photo: GEPA pictures/ David Geieregger – For editorial use only. Image is free of charge.


12/03/21, ore 19:15, Eisarena di SALISBURGO
EC Red Bull Salzburg – HC Lupi Val Pusteria 3 – 4 SO (0:2, 2:0: 1:1, 0:0)
Tiri in porta: 53 : 25 (14 : 10, 19 : 8, 18 : 4, 2 : 3)
Primo Arbitro Christian Ofner, secondo Arbitro Christoph Sternat; Giudice di linea: David Nothegger e Elias Seewald.
Head Coach RBS Matt Mcilve – Head Coach PUS Raimo Helmines.
MARCATORI: 17:05 0:1 PUS Emil Kristensen (Jasse Ikonen); 19:27 0:2 PUS Johan Harju (Michael Caruso – Anthony Bardaro); 25:02 1:2 RBS Terrence Brennan (Danjo Leonhardt); 38:41 2:2 RBS Mario Huber (Benjamin Nissner); 55:11 2:3 PUS Jasse Ikonen (Zachary Budish – Matthias Mantinger); 56:09 3:3 PP1 RBS Benjamin Nissner (Ali Wukovits – Terrence Brennan). SO 65:00 3:4 PS GWG EQ PUS Gregory Carey.

Credito fotografico: GEPA / Red Bull