NL: il Friborgo si conferma in vetta. Pronto riscatto delle ticinesi

I due confronti tra Friborgo e Zurigo, disputati nel giro di sole 24 ore,  si sono conclusi con un successo per parte, entrambi decisi dai tiri di rigore. Nella prima sfida, disputata alla BCF Arena e vinta (4-3) dai burgundi,  gli ospiti sono passati in vantaggio con Geering, per essere subito raggiunti dal gol di Rossi. Identica situazione nel prosieguo del match, con gol di Chris Baltisberger e risposta di Gunderson,  nuovo vantaggio firmato da Marti e pareggio di Brodin. Per l’esito finale, decisiva la precisione dei rigoristi della formazione di Dubè (Mottet, Di Domenico e Desharnais). All’Hallenstadion, i Lions si impongono invece per (5-4) per merito soprattutto del canadese Azevedo, che realizza la rete del pareggio a 4’ dal termine e trasforma il rigore decisivo. I Dragoni portano così a tre, i punti di vantaggio sullo Zugo, battuto a sorpresa per (4-3) alla Bossard Arena dall’Ambrì, che interrompe così la striscia di quattro sconfitte consecutive. I leventinesi, in vantaggio di due reti grazie alle marcature di Incir e Grassi, subiscono la provvisoria rimonta degli svizzero-centrali, che riequilibrano il risultato con i gol in power-play di Hansson e Kovar. La formazione di Luca Cereda, questa volta non si fa intimidire dai campioni in carica, allungando di nuovo grazie finalmente ai gol dei suoi stranieri Hietanen e D’Agostini, prendendosi una meritata rivincita sui Tori.

Fa sensazione la pesante sconfitta interna subita dal Davos, per opera del Langnau. Un (6-1) che non ammette repliche e in cui il protagonista in negativo è stato stranamente Enzo Corvi. Le penalità fischiate a suo carico, in special modo quella di 5’ per un’ostruzione ai danni del portiere bernese Robert Mayer, hanno favorito l’allungo dei Tigrotti nel periodo centrale. Sugli scudi lo svedese Olofsson, autore di una tripletta. Le altre reti, ovviamente tutte realizzate in power-play, portano la firma di Pesonen, Petrini e Pascal Berger. Nello scontro diretto in chiave pre-playoff, il Lugano dà una spallata al Ginevra, superandolo per (3-0) alla Corner Arena. Protagonista assoluto Daniel Carr, autore di una doppietta nel finale che, dopo i due mesi di stop dovuti a una commozione cerebrale, dimostra ancora una volta di essere decisivo per l’attacco bianconero. Nell’ultima sfida di giornata, il Losanna supera per (2-0) l’Ajoie grazie alle reti di Gernat e Maillard. Squalificato per una partita il ceco Frolik, autore di una carica irregolare in balaustra ai danni di Asselin.

 

Risultati NL:
lunedì 29 novembre
Friborgo   – Zurigo     4-3 so

martedì 30 novembre
Losanna    – Ajoie      2-0
Zurigo     – Friborgo   5-4 so
Davos      – Langnau    1-6
Zugo       – Ambrì      3-4
Lugano     – Ginevra    3-0

Classifica NL (dopo 30 giornate)
1.Friborgo    56 p.ti (27 gare)
2.Zugo        54 (27)
3.Rapperswil  54 (28)
4.Davos       52 (26)
5.Bienne      52 (28)
6.Zurigo      42 (25)
————————————————————–
7.Berna       37 (26)
8.Losanna     36 (26)
9.Lugano      36 (28)
10.Ambrì      35 (28)
————————————————————-
11.Ginevra    29 (27)
12.Langnau    27 (28)
13.Ajoie      18 (28)

Top Scorer LNA
#                Club        Punti (reti+assist)
1.J.Olofsson    (Langnau)     41      (21+20)
2.R.Cervenka    (Rapperswil)  37      (12+25)
3.A.Grenier     (Langnau)     37      (11+26)
4.M.Bromé       (Davos)       35      (11+24)
5.H.Pesonen     (Langnau)     33      (15+18)

Top Goalies
#                     Club         Svs%    GAA
1.S.Aeschlimann      (Davos)      94,46   1.70
2.
R.Berra            (Friborgo)   92,66   2.16
3.M.Nyffeler         (Rapperswil) 92,44   2.25
4.J.van Pottelberghe (Bienne)     92,43   2.12
5.D.Ciaccio          (Ambrì)      92,15   2.45

Gli highlights di Ambrì e Lugano

Tags: ,