Il Lugano ritorna al successo con l’Ajoie

Bianconeri vittoriosi (4-1). In gol Josephs, Herburger, Fazzini e Hudacek, alla sua quinta marcatura in quattro partite. Per gli ospiti unico gol firmato da Devos.

Dopo le due sconfitte dello scorso week-end, il Lugano aveva l’obbligo di invertire la tendenza, affrontando alla Corner Arena l’Ajoie, fanalino di coda della NL. Alla fine non ci sono state sorprese e la formazione di casa si è imposta senza particolari patemi per (4-1).

In avvio, i bianconeri sfruttano al meglio la prima superiorità numerica della serata per l’uscita dell’ex Romanenghi, autore di un fallo ai danni di Nodari, portandosi subito in vantaggio con Josephs, ottimamente assistito da Morini (1-0) al minuto 03:17. Va segnalato, però, che nell’azione precedente erano stati i giurassiani a sfiorare la rete con Macquat, sulla cui conclusione il rientrante Irving ha dovuto effettuare un difficile intervento. La reazione degli ospiti si evidenzia solo con un tiro a lato di Devos, mentre sono i bianconeri ad avere le occasioni migliori per raddoppiare con Traber e Nodari. Ma il secondo gol non tarda i molto ad arrivare, questa volta in shorthand, per merito di Herburger, che finalizza alla perfezione un’azione iniziata da Bertaggia (2-0) al minuto 13:21. L’Ajoie prova ad insidiare la porta avversaria, senza successo, prima con un backhand di Pouilly e, successivamente, con un pericoloso disco messo al centro da Romanenghi, che non viene raccolto da nessun compagno. Dopo un palo colpito da Riva, gli ospiti, a pochi istanti dal suono della sirena, impegnano per due volte Irving con un tiro dalla distanza di Birbaum e con un tocco ravvicinato di Ness, dopo un’azione confusa davanti alla gabbia, al termine della quale si scatena una rissa tra lo stesso Ness e Walker, che finiscono sulla panca dei penalizzati.

Nel periodo centrale, i bianconeri sfiorano subito il gol con Nodari, ma sono gli ospiti ad avere le migliori opportunità con un diagonale di Fortier (ottimo intervento di Irving) e con Huber. La formazione di Sheehan, però, paga caro, poco dopo, la penalità di Birbaum, incassando la terza rete per opera di Fazzini, che con un gran tiro non lascia scampo a Ȍstlund (3-0) al minuto 25:34. La formazione di casa, questa sera, ricava molto dalle situazioni speciali, infatti, riesce a salvarsi anche in box-play dopo l’uscita di Nodari, costruendosi addirittura due buone occasioni in contropiede con Josephs e Alatalo. I bianconeri, col passare del tempo, trovano sempre meno resistenza presentandosi più volte davanti a Ȍstlund. Altre due conclusioni di Josephs e Morini, non hanno però esito fortunato.

Nel periodo conclusivo, I giurassiani provano ad impegnare Irving con un diagonale insidioso di Bogdanoff ma, sul ribaltamento di fronte, sono ancora i bianconeri a trovare il gol con Hudacek, ben servito da Alatalo (4-0) al minuto 42:53. Mc Sorley concede qualche minuto in più alle seconde linee. E, dopo Morini, anche Vedova sfiora il gol a tu per tu col portiere avversario. Agli ospiti, invece, non resta che cercare almeno il primo gol. Le conclusioni di Rohrbach e Devos non trovano il bersaglio ma, quando possono sfruttare l’uomo in più per la penalità fischiata a Mirco Műller,  finalmente centrano l’obiettivo per merito di Devos (4-1) al minuto 50:08. I bianconeri tornano così al successo come da pronostico e sono chiamati a ripetersi nella difficile trasferta di Bienne con i seelȁnder reduci dalla vittoria esterna con la capolista Friborgo. Per l’Ajoie si tratta invece della settima sconfitta consecutiva. Alla fine della partita, grande ovazione dei tifosi per John Slettvoll, allenatore del primo scudetto bianconero nel 1986, presente a Lugano per i festeggiamenti dell’80° del Club

Le interviste  di Roberto Vedani

Hc Lugano – Hc Ajoie  4 . 1 ( 2 . 0 – 1 . 0 – 1 . 1 )

03:17  1 . 0  19.Josephs (23.Morini)  PP1

13:21  2 . 0  16.Herburger (10.Bertaggia)  SH1

25:34  3 . 0  17.Fazzini (22.Alatalo-36.Arcobello)  PP1

42:53  4 . 0  79.Hudacek (22.Alatalo-19.Josephs)

50:08  4 . 1   8.Devos (14.Fortier)  PP1

 

Penalità      :   Hc Lugano  5 x 2                              Hc Ajoie  4 x 2

Arbitri         :  Micha Hebeisen – Ken Mollard     Linesman : Eric Cattaneo – Daniel Duarte

Spettatori  :  4758

Hc Lugano : Irving (Fadani), Riva-Alatalo (A), Bertaggia-Arcobello (C)-Fazzini (A/TS), Műller-Nodari, Josephs-Thűrkauf-Hudacek, Wolf-Chiesa, Morini-Herburger-Vedova, Haussener-Villa,  Stoffel-Walker-Traber.  All.Mc Sorley

Hc Ajoie : Ȍstlund (Wolf), Pouilly-Hauert (C), Romanenghi-Frossard (TS)-Rohrbach, Joggi(A)-Birbaum,  Fortier-Devos (A)-Wannstrὂm, Eigenmann-Hȁnggi, Schmutz-Ness-Bogdanoff, Helfer-Schnegg, Hubert-Macquat-Frei. All.Sheehan

Tags: ,