NL: Friborgo inarrestabile! Tornano al successo le due ticinesi

Diventa inarrestabile la marcia del Friborgo che infila il decimo successo consecutivo. A farne le spese, nell’occasione, il Berna, che, sul più bello, è stato travolto dalla furia dei burgundi. Nel derby andato in scena alla BCF Arena, gli ospiti, dopo il gol del vantaggio siglato da Di Domenico, allungano con decisione grazie alle reti di Praplan, Daugavins e Colin Gerber. Quando il successo sembrava ormai a portata di mano, sono usciti fuori di prepotenza i Dragoni che, nel giro di 12’, hanno superato per ben quattro volte Manzato. Autori dei gol che hanno fissato il risultato finale sul (5-3), nell’ordine, Sprunger, Desharnais, Walser e Jὂrg, a porta vuota. Rinviato per la positività di alcuni giocatori dello Zugo, il match di alta classifica della Bossard Arena con il Davos, fa un passo avanti lo Zurigo che esce alla distanza, superando addirittura per (7-5) il Ginevra all’Hallenstadion. Anche qui è decisiva la parte finale del match, dove i Lions, sotto di due reti, realizzano quatto gol con Schȁppi, Noreau, Roe e Geering, a porta vuota.

Negli altri due incontri della giornata, spicca il ritorno al successo delle due formazioni ticinesi. Il Lugano si gode l’ottima prestazione del nuovo arrivato Hudacek e interrompe la striscia di tre sconfitte consecutive, superando per (3-1) in trasferta il sempre ostico Rapperswil. Decisiva proprio la doppietta dell’attaccante slovacco, unita al gol a porta vuota di Arcobello. Da segnare la buona partita del goalie Fatton, che neutralizza un rigore di Cervenka, prima di rendere gli ultimi assalti dei sangallesi. L’Ambrì, invece, dimentica la sconfitta di Berna, superando (3-2) in rimonta il Losanna. Dopo un inizio difficile, i leventinesi si sono trovati sotto di due gol per le marcature di Maillard e Jȁger, giunta forse nel momento di maggior pressione dei biancoblu.  Senza demoralizzarsi, la formazione allenata da Luca Cereda è stata in grado pian piano di risalire la china grazie alle reti di Burren e al gioiello di Pestoni realizzato con un backhand prodigioso, autentico condensato di tecnica e imprevedibilità, che è valso il momentaneo pareggio.  L’opera è stata poi completata, al minuto 51:47, dallo stesso attaccante ticinese, che, assistito alla perfezione da Zweger, ha firmato la definitiva condanna dei vodesi. Un successo che consente all’Ambrì di mantenere due punti di vantaggio sul Lugano.

 
Risultati NL:
martedì 19 ottobre
Zurigo     – Bienne     7-5 
Rapperswil – Lugano     1-3
Friborgo   – Berna      5-3
Ambrì      – Losanna    3-2

Classifica NL (dopo 17 giornate)
1.Friborgo    38 p.ti (16 gare)
2.Bienne      33 (16)
3.Davos       28 (14)
4.Zurigo      26 (15)
5.Zugo        25 (13)
6.Ambrì       24 (15)
————————————————————–
7.Rapperswil  22 (15)
8.Lugano      22 (16)
9.Langnau     18 (16)
10.Losanna    17 (14)
————————————————————-
11.Berna      17 (15)
12.Ginevra    12 (15)
13.Ajoie       9 (14)

Top Scorer LNA
#                Club        Punti (reti+assist)
1.J.Olofsson    (Langnau)     23      (12+11)
2.A.Grenier     (Langnau)     19      (5+14)
3.H.Tömmernes   (Ginevra)     19      (2+17)
4.D.Brunner     (Bienne)      18      (10+8)
5.A.Ambühl      (Davos)       17      (6+11)
6.R.Cervenka    (Rapperswil)  17      (5+12)

Top Goalies
#                    Club         Svs%    GAA
1.R.Berra            (Friborgo)   93,26   1.87
2.
P.Wüthrich         (Berna)      93,15   2.27
3.L.Genoni           (Zugo)       93,12   2.09
4.B.Conz             (Ambrì)      92,91   2.18
5.M.Nyffeler         (Rapperswil) 92,72   2.25

Gli highlights di Ambrì e Lugano

Tags: ,