Klagenfurt conquista la testa della classifica, Cortina Asiago e Lustenau inseguono

(Massimo Gasperi) Il Klagenfurt regola di misura lo Zell am See e sale in vetta alla classifica. Lo Jesenice riprende la marcia asfaltando il Linz ed il Vipiteno bagna il suo debutto nel campionato con una larga vittoria ai danni del Salisburgo. Il Cortina vince il derby ladino di Alba di Canazei ed aggancia le migliori ma le emozioni più grandi della serata si registrano alla Merano Arena dove si disputa dopo anni, la sessantaquattresima edizione della sfida tra le Aquile ed i Buam. La sfida piena zeppa di ex, ha avuto un andamento altalenante, ed è rimasta sempre in bilico, fino ai tiri di rigori. Il goal del giovane Markus Spinell ha regalato la vittoria alla formazione di Collalbo che resta agganciata al treno delle migliori, ma il Merano, pur sconfitto ha confermato il suo ruolo di “matricola terribile” già evidenziato nella vittoriosa trasferta slovena.
———————————————————————————————————————————————————————————————
Il KAC Future Team è decisamente la squadra del momento. I Carinziani, con sette punti in tre partite, oltre a conquistare – per la prima volta nella storia della Alps Hockey League – seppure provvisoriamente, la testa della classifica, hanno mostrato degli enormi progressi di rendimento rispetto alle scorse stagioni agonistiche. Dopo la sorprendente e larga vittoria di Feldkirch c’era grande attesa per questo nuovo impegno agonistico delle “Rotjacket”, la gara contro gli Orsi Polari di Zell am See è stata, invero molto equilibrata ed è stata decisa da un goal di Valentin Hammerle in apertura di terzo drittel. Il match tra le Rotjacket e lo Zeller Eisbären si è disputato nella pista ghiacciata della Messehalle di Klagenfurt. Il KAC Future Team ha iniziato con un grande impeto forte anche della larga vittoria per 4-1 a Feldkirch ottenuta martedì scorso. Ma gli orsi polari hanno resistito con forza e hanno avuto alcune buone occasioni da gol sin dalle prime fasi di gioco. Poi, al 7′ minuto, Philipp Kreuzer ha realizzato l’1-0 per l’EKZ. Il vantaggio degli ospiti è stato pareggiato dal primo dei tre goal personali nella serata di Jannik Fröwis. Gli orsi polari hanno iniziato con molto vigore nel drittel centrale, e, approfittando di una doppia maggioranza, sono andati in goal due volte in appena due minuti, con Philip Putnik e Daniel Ban. Il KAC Future Team non si è scomposto e prima della fine del drittel, è riuscito a pareggiare la partita con due gol in power play, del sorprendente ventunenne attaccante nato a Dornbirn e giunto all’invidiabile bottino di cinque goal fatti nelle ultime due gare disputate. Il goal del sorpasso carinziano, arriva intorno al 44 minuto di gara e porta la firma d’autore di Valentin Hammerle. Subito lo svantaggio, gli orsi polari hanno spinto per il pareggio, ma hanno fallito ancora il bersaglio anche a causa della bravura del portiere del KAC Jakob Holzer che – di fatto – impedisce agli orsi polari di portare via punti da Klagenfurt.
Giovedì, 16.09.2021, 19:00: Messehalle Klagenfurt
EC-KAC Future Team – EK Die Zeller Eisbären 4 – 3 (1-1, 2-2, 1-0)
Tiri in porta: 34 – 34 (10 : 10 – 15 : 14 – 9 : 10)
Arbitri: BAJT, HEINRICHER, Pötscher, Snoj.
MARCATORI: 06:35 – 0:1 EKZ Philipp Kreuzer; 16:35 – 1:1 PP1 KFT Jannik Fröwis; 21:21- 1:2 PP2 EKZ Putnik; 22:56 1:3 PP1 EKZ Daniel Ban; 23:22 2:3 PP1 KFT Jannik Fröwis; 29:51 3:3 PP2 KFT Jannik Fröwis; 43:55 4:3 KFT Valentin Hammerle.
Scontri diretti assoluti in Alps – KFT – EKZ: 4:9
—————————————————————————————————————————————————————————————
Lo HDD Sij Acroni Jesenic ha conquistato i tre punti nella prima trasferta della nuova stagione AHL, sconfiggendo gli Steel Wings of Linz per 4-0. Dopo aver conquistato un solo punto nella gara casalinga contro il Merano, lo Jesenice hanno fatto bottino pieno nella trasferta austriaca, giocando meglio e meritando il massimo risultato. Se vogliamo trovare proprio un difetto alla formazione slovena possiamo dire che, anche stasera, gli avanti hanno avuto alcuni problemi di realizzazione soprattutto allorquando, nel primo drittel, non sono riusciti a battere il portiere di casa Lucas Egger. Il vantaggio è arrivato solo al 31°. L’ autore del primo gol della partita è stato Patrik Rajsar , su passaggio di Glavič e Kočar. Come anche nella partita di campionato nazionale contro l’Hidria di Jesenice, i ragazzi di Niko Zupančič hanno dilagato, mostrando tutta la loro superiorità nell’ultimo terzo. Dopo soli 23 secondi di gioco, hanno raddoppiato il vantaggio. Jesperi Viikila ha segnato il suo gol inaugurale nella AHL, su passaggio di Pance ed Elo. Quest’ultimo è stato anche coinvolto nel terzo gol, quando, al 47°, lui e Jenko hanno fatto un altro passaggio per Aljoša Crnovič. Il goal del 4-0 a firma di Nejc Stojan su passaggio di Eric Pance ed Eeto Elo. Gli Ironmen hanno conquistato meritatamente la prima vittoria stagionale in AHL, vittoria che sicuramente darà loro ulteriore slancio nella caccia ai primi posti della classifica. Oltre ai tre punti gli sloveni festeggiano anche lo shut-out del portierone svedese Oscar Froberg bravo a mantenere la rete intatta nonostante i 33 tiri in porta subiti.
Giovedì, 16.09.2021, 19:00: Donauhalle di Linz
Steel Wings Linz – HDD SIJ Acroni Jesenice 0 – 4 (0-0, 0-1, 0-3)
Tiri in porta: 33 – 44 (8 : 16- 15 : 9 – 10 : 19)
Arbitri: OREL, WUNTSCHEK, Puff, Weiss.
Scontri diretti assoluti in Alps – SWL – JES: 1:7
—————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-
Un bel Vipiteno bagna l’esordio annuale in AHL con una prestigiosa vittoria ottenuta ai danni dei giovani del Salisburgo. I Broncos hanno deciso a loro favore la gara nel secondo tempo anche grazie alla vitalità offensiva della coppia Johan Lorraine / Bryan Cianfrone bravi a guadagnarsi ben sei punti in due.
Giovedì, 16.09.2021, 20:00: Palaghiaccio di Bressanone
Wipptal Broncos Weihenstephan – Red Bull Hockey Juniors 4 – 1 (0-0, 4-1, 0-0)
Arbitri: HUBER, RUETZ, Cristeli, Rinker.
MARCATORI: 22:15 – 1:0 SH1 WSV Johan Lorraine (Bryan Cianfrone); 25:59 – 2:0 WSV Tobias Kofler; 28:00 – 2:1 RBJ Auer (Wimmer – Lahnaviik); 32:00 3:1 WSV Bryan Cianfrone (Daniel Erlacher – Johan Lorraine); 34:04 4:1 PP1 WSV Johan Lorraine (Bryan Cianfrone – Hannes Oberdorfer)
Scontri diretti assoluti in Alps – WSV – RBJ: 13:4
——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Il Fassa perde la sua seconda gara consecutiva, la prima casalinga in Alps Hockey League. Di contro il Cortina merita la vittoria, forse, un po’ più sofferta di quanto ci si potesse aspettare. Il doppio vantaggio col quale gli Scoiattoli hanno concluso il primo drittel, faceva infatti, presagire una vittoria più ampia dei ragazzi di Ivo Machacka che hanno, invece, sofferto l’aggressività dei padroni di casa. Con i tre punti conquistati, “Gli Scoiattoli” restano a punteggio pieno ed affiancano in classifica la coppia Asiago Lustenau, superati – di un solo punto – solo dal KAC, che ha peraltro, disputato una gara in più. A proposito della formazione carinziana, c’è da dire che sabato prossimo sulla pista ghiacciata dell’Olimpico di Cortina, con inizio alle ore 20:30, i padroni di casa incroceranno le stecche proprio con i giovani carinziani in quello che alla vigilia si presenta come il match clou della giornata.
Giovedì, 16.09.2021, 20:30: Gian Mario Scola di Alba di Canazei
SHC Fassa Falcons – S.G. Cortina Hafro 2 – 4 (0-2, 1-1, 1-1)
Tiri in Porta: 35 – 39 (11 : 17 – 11 : 15 – 13 : 7)
Arbitri: LAZZERI, MOSCHEN, Mantovani, Rigoni.
MARCATORI: 06:23 – 0:1 SGC Mikael Johansson (Marco Sanna); 15:28 – 0:2 SGC Marco Sanna; 23:45 – 1:2 FAS Diego Iori (Schiavone – Spimpolo); 37:42 – 1:3 SGC Tommaso Alverà (Kaskinen); 48:22 – 2:3 PP1 FAS Steven Mcparland (Daniel Tedesco – Leonardo Felicetti); 59:42 – 2:4 EN SGC Andreas Moser.
Scontri diretti assoluti in Alps – FAS – SGC: 5:12
———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
I Buam riescono a spuntarla contro il Merano ma solo ai tiri di rigore. Dopo 65 minuti di gioco intenso ed assai equilibrato gli ospiti trovano la vittoria da due punti graie alla trasformazione definitiva di Markus Spinell. Il Derby sudtirolese che mancava in Campionato da troppi anni, era anche condito dalla presenza di ben sei ex giocatori presenti nelle file dei meranesi: Frederic Cloutier, Christian Borgatello, Roland Hofer, Luca Ansoldi oltre ai gemelli Oskar e Victor Ahlström. Tra i Buam a difesa della guardia debuttava Jake Smith, l’ex goalie gardenese, prendeva infatti il posto di Hannes Treibenreif, titolare nella prima vittoriosa uscita del Buam. Gli ospiti partivano forte alla Meranarena davanti a 320 spettatori e dopo meno di un minuto Alex Frei, da buonissima posizione, ha avuto la possibilità di siglare il gol del vantaggio. Ma mentre il gioco continuava, la squadra dell’Heiskanen si innervosiva e commetteva una serie di evitabili falli di gioco che gli costavano ben cinque penalità nel primo terzo di gioco. Merano, all’esordio casalingo in Alps Hockey League, ha fallito due ghiotte occasioni prima che Uusivirta facesse la barba alla traversa ed infine – arrivasse – al 17′ il goal del vantaggio bianco-nero. In situazione di gran traffico davanti a Smith, il disco è arrivato a Luca Ansoldi e il capitano di Merano ha spinto il disco oltre la linea. Poco prima, i Buam, con Sailio avevano fallito il goal, limitandosi a colpire il palo. Il secondo drittel iniziava col pareggio di Alex Frei dopo appena 63 secondi. Il numero 21 di Ritten ha trovato la porta con un tiro dalla breve distanza. Poco dopo, Sailio avrebbe potuto raddoppiare, ma non è riuscito a battere Cloutier sulla ribattuta offerta dalla respinta del portiere su una conclusione di Quinz da fuori area. Al 28′ Osburn e Simon Kostner e Didiomete vengono invitati a rinfrescare i bollenti spiriti in panca puniti, dopo una rissa. Poi Smith si mette in evidenza due volte contro Borgatello (29°). Nella fase finale, il Merano ha preso due inutili sanzioni disciplinari (Ansoldi, Borgatello), che i Buam hanno utilizzato per portarsi sul 2-1 grazie al goal di Andreas Lutz. Passano meno di quattro minuti nell’ultimo terzo quando Borgatello pareggia. Il difensore dell’HCM si è appostato sul secondo palo, da dove ha portato il disco oltre la linea. Dopo un veloce contropiede, Sailio, servito benissimo da Sharp, porta in vantaggio gli ospiti di Collalbo 3-2 (46,51). Poi la squadra dell’Altopiano ha avuto la partita ampiamente sotto controllo. Sul finire del Match, Merano ha però aumentato la pressione e, circa un minuto e mezzo prima della sirena, le aquile sono state premiate quando Oscar Ahlström ha sorpreso Smith ripristinando il risultato di parità. Nulla di importante è successo nei supplementari ed ai rigori il più bravo di tutti è stato Markus Spinell, che ha regalato al Rittner Buam la seconda vittoria nella loro seconda partita di campionato ed il 29° successo dei Buam nelle 64° sfide contro l’HC Merano.
Giovedì, 16.09.2021, 20:30: Meran-Arena
HC Meran/Merano Pircher – Rittner Buam 3 – 4 d.t.r. (1-0, 0-2, 2-1, 0-0, 0-1)
Tiri in Porta: 26 – 31 (11 : 8; 6 : 8, 8 : 8, 1 : 7)
Arbitri: BENVEGNU, PINIE, Bedana, De Zordo.
MARCATORI: 16:55 – 1:0 HCM Luca Ansoldi (Oskar Ahlström); 21:03 1:1 EQ RIT Alex Frei (Macgregor Sharp); 39:33 1:2GWG PP1 RIT Andreas Lutz (Simon Kostner – Markus Spinell); 43:17 2:2 HCM Christian Borgatello (Viktor Ahlström); 46:51 – 2:3 SH1 RIT Jari Sailio (MacGregor Sharp); 58:26 – 3:3 HCM Oskar Ahlström (Luca Ansoldi – Christian Borgatello); Ai Tiri di Rigore: 65:00 3:4 PS RIT Markus Spinell.

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————

Tags: