A Varese rinnovano i Borghi più belli d’Italia

I Fratelli Borghi giocheranno anche nella nuova stagione con la maglia dei Mastini. Marcello Borghi e il fratello Pietro, rispettivamente numeri 23 e 32 (volutamente opposti tra loro come a sottolineare un legame speciale) costituiranno due importanti pedine per il Varese che affronterà il nuovo campionato.

Marcello Borghi offe un apporto rilevante nella prima linea giallonera e i numeri lo confermano. E’ sufficiente dare uno sguardo alle statistiche per capire il peso specifico che il giocatore ha avuto fino ad oggi nell’economia del gioco varesino.

Nato hockeysticamente al Palalbani, è ritornato a vestire i “mitici colori” due stagioni fa, nel 2019, mettendosi subito a disposizione della squadra. Lo scorso anno ha incarnato in prima persona lo spirito di sacrificio per la situazione ambientale difficile che i Mastini hanno vissuto e anche quest’anno ha deciso di non tirarsi indietro.

Ottima notizia anche il rinnovo del fratello Pietro, il quale sa dare vitalità e brio alle linee di attacco, sempre pronto quando viene chiamato in causa, dimostrando voglia, impegno e carattere. Un altro pregio del ragazzo lo si nota nello spogliatoio: è ben voluto da tutti, sa farsi voler bene e, come si usa dire “sa fare gruppo”. Per il ventiquattrenne, dopo le giovanili giallonere, si spalancano le porte della ottava stagione in Prima Squadra.

Un percorso simile potrebbe iniziarlo Antony Mammoliti, un giovanissimo di 17 anni che verrà iscritto a roster della Prima Squadra come alcuni altri Under 17, un modo per comprendere nuove dinamiche di allenamento e crescere giorno dopo giorno.

Da segnalare anche l’ingresso di una nuova sponsorizzazione, ovvero Milano Capital srl, una società di investimenti in Private Equity e di consulenza strategica aziendale. Anche in quest’ottica risulta importante il tessuto imprenditoriale che ruota intorno alla società Mastini Varese, segno che l’hockey su ghiaccio è uno sport comunque in grado di catalizzare le attenzioni di imprenditori e realtà rilevanti che compongono un “pacchetto” industriale eterogeneo.