AHL: Asiago ospita Lubiana per la seconda partita di finale

La serie di finale, “best-of-5”, della Alps Hockey League continua giovedì alle ore 20.00 ad Asiago. La Migross Supermercati Asiago Hockey combatterà sul ghiaccio di casa contro l’HK SZ Olimpija Ljubljana per pareggiare subito la contesa. Nelle tre serie finali precedenti, la formazione che ha perso il match di apertura, è sempre riuscita a riprendere l’avversario nella seconda sfida.

Alps Hockey League | partita finale #2 | giovedì 22 aprile 2021:
Do, 22.04.2021, 20.00 pm: Migross Supermercati Asiago Hockey – HK SZ Olimpija Ljubljana
serie finale “best-of-5”: 0:1

Alps Hockey League | partita finale #2 | giovedì 22 aprile 2021:
Do, 22.04.2021, 20.00 pm: Migross Supermercati Asiago Hockey – HK SZ Olimpija Ljubljana
serie finale “best-of-5”: 0:1
Arbitri: LAZZERI, MOSCHEN, Bedana, De Zordo. >> PPV Livestream <<

La deviazione di Ziga Pance nei tempi supplementari ha deciso la prima partita di finale in favore dell’HK SZ Olimpija Ljubljana. Gli sloveni hanno sprecato un vantaggio di 2-0 negli ultimi dieci minuti, concedendo il pareggio dopo il goal di Steven McParland a 45 secondi dalla fine dei tempi regolamentari. Il fatto che l’Asiago abbia potuto lottare per la vittoria fino alla fine è stato anche merito del portiere Gianluca Vallini, che ha salvato 40 tiri alla fine – il doppio di quanti ne ha parati Paavo Holsa per i “Draghi”.

Nelle precedenti tre serie finali della Alps Hockey League, la squadra sconfitta nella partita di apertura è sempre riuscita a pareggiare. Solo nel 2019 (Brunico contro Lubiana), il vincitore della seconda partita dopo è diventato campione.

Gli stellati hanno vinto le ultime due partite in casa contro il team della capitale slovena. Dal dicembre 2020, i “Leoni” hanno perso solo due dei loro incontri sul ghiaccio di casa. Ghiaccio dell’Odegar che tornerà ad ospitare una finale di Alps. L’ultima volta è stato il 15 aprile del 2018, in cui la formazione vicentina conquistava Gara 7 contro il Renon, per 7:5, e regalava all’Altopiano il primo trofeo della AHL dopo il secondo posto dell’anno precedente e sempre contro i Rittner Buam.

All’Asiago continuerà a mancare Alex Frei a causa di un infortunio. L’attaccante ha una media di un gol per partita ai playoff. Il secondo miglior marcatore nella postseason in corso è Ziga Pance del Lubiana, che ha segnato il goal partita, all’overtime, martedì, in occasione del primo incontro di finale. Il capitano è anche il miglior goaleador dei balcanici, con 29 centri tra stagione regolare e playoff. L’ex attaccante del Bolzano, vincitore della EBEL nella stagione 2013/14, può ancora superare in questa particolare classifica Remy Giftopoulos (Cortina/32 reti) e Jan Jezovsek (Jesenice/30 reti).

Proprio l’autore del goal del pareggio in Gara 1, l’attaccante canadese Steven McParland, a solo 45 secondi dalla terza sirena, spiega quanto è successo:

Forse un po’ il viaggio ed un po’ la grande partenza del Lubiana, abbiamo fatto fatica nel primo tempo ma siamo anche stati bravi a non lasciare altre reti. Poi nel secondo e terzo tempo siamo costantemente migliorati.“ 

Un Asiago che lotta indipendentemente dalle circostanze:

Assolutamente. E’ stata una nostra caratteristica per tutta questa stagione. Mai darsi per vinti. Mai guardare il tabellone. Sempre fare il nostro gioco indipendentemente dall’avversario.” 

Quindi siete assolutamente pronti per Gara 2:

C’è gran voglia di pareggiare la serie. Dico che abbiamo svolto per questi playoff un proficuo lavoro anche con il video nello studiare quello che è stato giusto e quello che è andato male. Nell’hockey moderno è imprescindibile fare questo lavoro se vuoi giocare bene e superare l’avversario ed arrivare fino in fondo.

Alex Gellert ha cercato di dare una mano in Gara 1 di finale. Dopo una traversa nel primo tempo, è arrivata dalla sua stecca il goal che ha riaperto la contesa nel terzo tempo:

Se ho potuto segnare è merito della squadra e di chi mi ha permesso di farlo.” 

Rispetto alla semifinale contro Jesenice, il livello è ancora più alto?

“Ma devo dire che c’è sempre quell’intensità playoff. La velocità, però, è stata superiore alla precedente serie di semifinale. Dobbiamo lavorare tantissimo.” 

Ti aspetti una serie lunga:

Assolutamente. Dobbiamo dare il massimo nel secondo match. Non so gli avversari cosa pensano di noi ma nel terzo tempo della prima sfida siamo riusciti a dimostrare tanto.”

Francesco Forte, 22 anni, ed un posto nella difesa giallorossa, fa il punto della situazione:

Gara 1 di finale non è stata una delle nostre migliori gare ma il carattere ci ha aiutato a rientrare in partita.” 

Cosa puoi dire sugli avversari:

Sapevamo che sarebbe stata una sfida molto dura e difficile. Loro sono bravi a velocizzare il gioco del disco, trovano sempre un compagno libero e soprattutto non buttano mai via un puck.” 

Per Gara 2:

Sarà importante l’approccio alla gara. Dobbiamo assolutamente vincere giovedì in casa per evitare che sabato possa diventare già decisiva per loro.”

Fotocredit: Eva Brili Grebenar

Tags: